Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Le celle tranquille egualmente acquistano il tipo particolare di mutazione, manifestazioni della ricerca

Per quasi cento anni, i genetisti hanno ritenuto che di più una cella divide le più mutazioni che acquista. Tuttavia, la ricerca dagli scienziati al Institut Pasteur indica che le celle tranquille, che non si dividono, egualmente acquistano un tipo particolare di mutazione - le eliminazioni (mutazioni con perdita di nucleobases).

I genetisti studiano l'eredità o la trasmissione dei caratteri fra le generazioni. Le informazioni genetiche responsabili di questi caratteri sono contenute nella molecola del DNA, che è disaccordi ogni volta ripiegati delle cellule e trasmesso alle cellule figlie. “Il macchinario del replicazione del dna è abbastanza potente trasmettere fedelmente le informazioni genetiche ed abbastanza flessibile per permettere che si evolvano con le variazioni che chiamiamo le mutazioni„, spiega Benoît Arcangioli, testa della dinamica dell'unità del genoma al Institut Pasteur.

Che cosa corrente conosciamo circa le mutazioni

La maggior parte delle mutazioni hanno un effetto neutrale e gli impatti positivi o negativi sui caratteri delle celle, delle persone e delle specie sono rari. Tuttavia, la loro accumulazione, sotto l'influenza della selezione naturale, aiuta le specie per evolversi.

In questo contesto e per vicino cento anni, i genetisti hanno espresso le mutazioni secondo il numero delle divisioni cellulari. “Per tenerlo semplice, il più una cella divide, più le mutazioni che acquista„, spiega Benoît Arcangioli. Tuttavia, nelle circostanze naturali, le celle passano relativamente poco tempo che si divide e sono spesso in ozio, o nello stato tranquillo, per esempio negli organismi adulti. La domanda quindi è se le mutazioni compaiono in queste celle tranquille.

Le celle tranquille egualmente subiscono una mutazione

Il gruppo di Benoît Arcangioli al Institut Pasteur ha indicato che il DNA delle celle tranquille egualmente acquista le mutazioni. “Queste mutazioni sembrano linearmente col passare del tempo e sono differenti da quelle che compaiono durante la crescita.„ Durante la crescita, le mutazioni tende ad aumentare il numero delle basi di A/T (adenina/timine) a scapito delle basi di C/G (citosina/guanina) e le inserzioni sono più frequenti delle eliminazioni. La situazione è invertita nello stato tranquillo nel senso che i cambiamenti fra le basi di G/C e di A/T sembrano equilibrati e le eliminazioni prevalgono sopra le inserzioni. Di conseguenza, “l'alternativa fra due sistemi subenti una mutazione porta un bilanciamento dinamico alla composizione ed alla dimensione dei genoma in specie date„. Ciò egualmente implica che la stasi, come la crescita, sia conforme alla selezione naturale ed ottimizzi il potenziale di sopravvivenza delle celle quando non c'è divisione.

Un ruolo dimorfismo maschio/femminile del gamete

“In molte specie, varianti dagli impianti agli esseri umani, i gameti maschii si dividono costantemente mentre l'opposto è osservato per i gameti femminili, aggiunge Benoît Arcangioli. L'implicazione principale del nostro articolo è quindi quel maschio ed i gameti femminili, ciascuno con le loro mutazioni differenti, urteranno gradualmente diversamente il loro materiale genetico.„ La combinazione di due metodi subenti una mutazione ha potuto quindi svolgere un ruolo chiave nel dimorfismo maschio e femminile del gamete.

Ancora, fornendo la prova che questi metodi differenti di mutazione si presentano ai momenti differenti nella vita delle cellule (celle nella crescita o nello stato tranquillo), la nozione di tempo è introdotta al meccanismo di mutagenesi. “Questo concetto delle mutazioni presenta col passare del tempo due vantaggi, conclude il ricercatore. In primo luogo, è coerente con la teoria molecolare dell'orologio usata per evoluzione (ed espressa in anni) e, secondariamente, dà una forza evolutiva di nuovo ai gameti femminili.„

Sorgente: https://www.pasteur.fr/en/research-journal/news/quiescent-cells-also-mutate