I ricercatori di Fraunhofer perseguono l'approccio delicato per trattare la cheratite microbica

Le infezioni microbiche della cornea possono avere conseguenze gravi, compreso cecità nel peggiore dei casi. Il trattamento della cheratite, una circostanza causata dagli agenti patogeni sicuri, presenta sempre le sfide importanti per gli oftalmologi. Queste infezioni corneali non possono essere trattate frequentemente con successo con le terapie attualmente disponibili. I ricercatori di Fraunhofer stanno perseguendo un nuovo approccio: le lenti a contatto con i beni germicidi hanno potuto offrire un'alternativa alle terapie convenzionali. Le prove iniziali in laboratorio e sulle cornee erogarici riuscivano.

Le infezioni della cornea sono una causa importante di perdita di visione universalmente. Il WHO stima che si in ogni quattro perdite di vista possa essere attribuito ad opacità corneale. Solitamente, la causa di questa opacità è cheratite microbica - un'infiammazione della cornea causata dai germi quali i batteri, i funghi, i lieviti, i virus o Acanthamoeba. Gli oftalmologi temono il tipo di cheratite causato da Acanthamoeba soprattutto perché risponde male alle droghe disponibili. Le terapie correnti che combinano i disinfettanti con gli antibiotici hanno effetti secondari pronunciati e danneggiano la cornea.

Nelle fasi iniziali, i sintomi della cheratite di Acanthamoeba sono non specifici: l'occhio gira il rosso, le acque e le vittime si lamentano della visione vaga. Dopo cinque settimane, questi sintomi sono seguiti da dolore severo - un segno che le cellule nervose già sono state danneggiate. La malattia si presenta solitamente in appena un occhio. La diagnosi precoce ed il trattamento sono enorme importanti, perché nei sui stadi avanzati l'infezione può piombo a perdita permanente di visione.

Lenti a contatto morbide come causa della cheratite di Acanthamoeba

Le lenti a contatto morbide sono i mezzi principali da cui gli agenti patogeni sono trasmessi, rappresentanti 88 per cento delle casse. Nelle indagini, i pazienti hanno riferito che avevano lasciato le loro lenti a contatto dentro per parecchi giorni o trascurate per disinfettarli con le soluzioni adeguate di pulizia, risciacquandole sotto l'acqua di rubinetto corrente invece. “Acanthamoeba è essenzialmente dappertutto. E le lenti a contatto che non sono completamente pulite sono un focolaio eccellente per questi parassiti. Le amebe mordono letteralmente la cornea,„ spiega il Dott. Joachim Storsberg, scienziato all'istituto di Fraunhofer per la ricerca applicata pressione i.a. del polimero. Come i trattamenti correnti possono prendere ad un anno e sono spesso inefficaci, l'esperto nei biomateriali ed il suo gruppo - che include Christopher Plog dall'università di Beuth di scienze applicate Berlino, che hanno scritto la sua tesi a questo proposito - sta effettuando la ricerca sulle terapie innovarici e delicate che non richiedono l'uso degli antibiotici. Le lenti a contatto trattate con plasma hanno potuto risultare essere un'alternativa di promessa. “Il plasma è conosciuto come germicida. Già è stato utilizzato con successo per parecchi anni nel trattamento delle malattie della pelle. Così ha avuto significato sviluppare le lenti a contatto con i beni germicidi e vedere se attaccano le amebe e le impediscono moltiplicarsi. Insieme a prof. Saadettin Sel, un oftalmologo all'università di Heidelberg, abbiamo fornito l'idea di usando la medicina del plasma a questo fine,„ dice Storsberg. Il risultato è lenti plasma-trattate dell'idrogel, che saranno inserite nell'occhio dei pazienti infettati.

Lenti a contatto terapeutiche

Per raggiungere l'effetto germicida desiderato, i ricercatori hanno scelto l'acqua plasma-attivata (PAW). Il plasma di atmosferico-pressione è stato generato per mezzo di scarico dielettrico della barriera, con lo scarico che accade fra l'elettrodo ed il media. I ricercatori anche fabbricati le lenti a contatto stesse. Poichè il materiale essi ha usato l'idrogel del silicone - una plastica molle che gonfia in acqua brevettata da Fraunhofer pressione i.a. “L'idrogel del silicone non reagisce con acqua plasma-attivata, ma la assorbe molto efficacemente senza cambiare i sui beni,„ dice Storsberg, descrivente i vantaggi del polimero. Inoltre, la ZAMPA è facile da produrre e non sviluppa la resistenza. “A causa del suo effetto d'ossidazione, può irreversibilmente da distruggere le membrane cellulari delle amebe,„ dice Storsberg. Il potenziale antibatterico delle lenti plasma-trattate è stato confermato in tutti gli esperimenti in vitro, dove gli idrogel della ZAMPA hanno mostrato gli effetti antimicrobici pronunciati. Dopo la coltura delle amebe nella cultura pura, i ricercatori hanno applicato la soluzione della ZAMPA direttamente al campione. Appena cinque minuti più successivamente, tutte le amebe erano state inattivate. In ulteriori esperimenti, i ricercatori infettati hanno eliminato, più cornee erogarici transplantable con un tipo specie del Acanthamoeba e li hanno riguardati di lente a contatto della ZAMPA. In questa prova, tutti gli agenti patogeni egualmente sono stati uccisi. Corrente i ricercatori di pressione i.a. stanno studiando se le lenti a contatto dell'idrogel sono egualmente adatte a trattare le micosi.

Nei test clinici imminenti, in grado di cominciare fin da questa estate, il gruppo del Dott. Storsberg collaborerà con gli oftalmologi per determinare quanto tempo le lenti Zampa-trattate possono essere utilizzate per raggiungere il successo terapeutico completo senza danneggiare la cornea. I risultati della ricerca ottenuti fin qui già sono stati pubblicati in pubblicazioni dell'oftalmologia.