I batteri dell'interfaccia possono essere una risposta ai ricercatori del ritrovamento del cancro

L'interfaccia protegge l'organismo da danno ed egualmente è coperta di miliardi di batteri che sono chiamati batteri commensali che formano il microbiota dell'interfaccia. Questi sono batteri amichevoli che restano sulla superficie dell'interfaccia senza causare il danno.

Questi batteri svolgono un ruolo nella conservazione noi in buona salute. In uno studio nuovo, un gruppo dei ricercatori dall'università di California, San Diego, ha trovato che uno sforzo speciale dei batteri che vivono sull'interfaccia potrebbe contribuire a proteggere da cancro ed anche ad aiutare nel suo trattamento. Il rapporto di studio è stato pubblicato questa settimana nell'ultima emissione degli avanzamenti di scienza del giornale.

Credito di immagine: Kateryna Kon/Shutterstock
Credito di immagine: Kateryna Kon/Shutterstock

Questo studio è uno dei molti studi che mostrano i vantaggi di questi batteri ma uno del primo quel manifestazioni i beni anticancro di questi batteri. Richard Gallo, un dermatologo all'università di California a San Diego e l'autore principale dello studio ha detto che questo studio aggiunge al fatto che ci sono parecchi batteri sull'interfaccia che eseguono le funzioni importanti per mantenere i nostri buona salute. Ha detto che quell'degli sforzi dei batteri che sono particolarmente in abbondanza è l'epidermidis dello stafilococco. Avendo più alto numero dell'epidermidis dello stafilococco sopra interfaccia confrontata ad avere staphylococcus aureus (come si vede nelle malattie della pelle quale eczema) è trovato per essere un segno di interfaccia sana.

Epidermidis dello S., lui batteri che questo gruppo stava studiando, è stato trovato per produrre una molecola chiamata 6-N-hydroxyaminopurine o 6-HAP. Questa molecola è stata trovata per fermare la diffusione del cancro in mouse una volta provata in laboratorio. Il Dott. Gallo ha spiegato quello che ha più alto numero di questi batteri sull'interfaccia può proteggere così una persona dal cancro di interfaccia dovuto questi stessi beni.

Per questo esperimento, il gruppo ha esaminato due sforzi di S.epidermidis - uno che ha prodotto 6-HAP ed uno che non ha prodotto 6-HAP. Hanno introdotto questi due sforzi differenti a due insiemi differenti dei mouse. Poi hanno esposto i mouse al cancro di interfaccia che causa le razze UV. Hanno notato che i mouse che non hanno avuti batteri dell'interfaccia 6-HAP-producing hanno sviluppato i tumori cutanei mentre quelli che hanno avuti 6-HAP producendo gli sforzi non hanno sviluppato i tumori. Ora i mouse che hanno avuti i cancri o i melanomi di interfaccia sono stati divisi di nuovo in due gruppi. Un gruppo è stato iniettato con 6-HAP ogni due giorni su un periodo di due settimane di studio e l'altro gruppo non ha ricevuto queste iniezioni. Hanno notato che i tumori sopra l'interfaccia si sono restretti da 50 per cento fra i mouse che hanno ricevuto 6-HAP confrontato a quelli che non hanno fatto.

Il gruppo spiega che 6-HAP probabilmente impedisce la formazione di nuovo DNA sostituendo uno dell'adenina delle basi sul DNA di divisione. Ciò ferma il replicazione del dna e finalmente la nuova formazione delle cellule. Il meccanismo del Cancro comprende la moltiplicazione rapida delle celle. Una volta che quello è fermato il tumore non riesce a svilupparsi. Una droga anticancro attuale ha chiamato 6-MP o gli impianti del Mercaptopurine facendo uso di simile principio che dicono. La migliore parte di 6-HAP è il fatto che funziona soltanto sulle cellule tumorali e non pregiudica dalle le droghe più anticancro dissimili delle cellule in buona salute, i ricercatori spiega. Gallo dice che le cellule epiteliali in buona salute possono produrre una molecola che può neutralizzare gli effetti di 6-HAP e queste celle in buona salute sono così protette dagli effetti nocivi di 6-HAP mentre le cellule tumorali da solo sono commoventi.

Ulteriori studi sono necessari da capire esattamente come questo composto funge da agente anticancro per rendergli una realtà nell'armamentario di trattamento del cancro. Nel frattempo Gallo consiglia che usando i saponi duri e la frequente inondazione può pregiudicare i microbi dell'interfaccia e dovrebbe essere evitato di lasciare i microbi dell'interfaccia in tensione e di eseguire le loro funzioni protettive.

Sorgente: https://www.sciencenews.org/article/human-skin-bacteria-have-cancer-fighting-powers

Advertisement