Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I deficit di Neurocognitive peggiorano i risultati per l'ambulatorio unito della sostituzione, ritrovamenti studiano

Secondo uno studio recente, i pazienti con i deficit neurocognitive undiagnosed sono più probabili subire gli ambulatori della sostituzione del cinorrodo e del ginocchio e soffrire i risultati a breve termine peggiori.

Credito: sattahipbeach/Shutterstock.com

Nello studio, i pazienti sono stati schermati con le valutazioni conoscitive prima del subire un arthroplasty unito totale, o la sostituzione.

I risultati hanno suggerito che la gente con i poveri punteggi di valutazione fosse meno probabile a completare con successo i programmi di riabilitazione e l'ammissione del oftenrequire nell'unità di cure intensive (ICU).

I nostri dati suggeriscono che il danno neurocognitive sia altamente prevalente in persone più anziane che sono collocate per subire le sostituzioni unite totali e sospettiamo che le tariffe possono essere sottovalutate in tutta la nazione.„

Dott. James Slover, autore principale e professore associato alla scuola di medicina di NYU

Ha continuato a dire: “Questi pazienti hanno richiesto più risorse dell'ospedale ed hanno progredito più lentamente in terapia fisica dopo chirurgia. Di conseguenza, è critico che le strategie sono sviluppate per schermare questi pazienti ed i protocolli sono stabiliti per assegnare più supporto a loro prima e dopo chirurgia.„

Le sostituzioni unite totali sono sono un intervento chirurgico comune in popolazione più anziana, la maggior parte di chi hanno comorbidities medici significativi.

I precedenti studi implicano che la funzione neurocognitive alterata possa elevare il rischio di complicazioni e di risultati severi che seguono tutto l'ambulatorio principale; tuttavia, la circostanza non è stata ben esaminata in pazienti che subiscono gli ambulatori uniti della sostituzione.

Secondo AAOS, intorno a 645,000 persone subisca annualmente un ambulatorio totale della sostituzione del ginocchio e superiore a 306.000 subisca una sostituzione totale del cinorrodo ogni anno.

Nello studio corrente, i ricercatori hanno esaminato più di 100 pazienti, che sono stati collocati per subire le sostituzioni unite totali, dato che il danno neurocognitive facendo uso di tre ha convalidato le prove conoscitive: una prova d'apprendimento verbale uditiva per la funzione di memoria e un pegboard scanalato provano a destrezza ed a coordinamento per sia una mano dominante che non dominante.

Novanta nove pazienti avevano completato tutte le prove per prima del subire gli ambulatori uniti della sostituzione e questi sono stati seguiti per almeno un anno. I pazienti, che sono diagnosticati con i termini neurocognitive compreso Alzheimer ed altre demenze, si sono esclusi dallo studio.

I ricercatori hanno trovato che 53 pazienti (o 53%) hanno fatti riconoscere i deficit neurocognitive almeno su uno delle tre prove e pazienti fra il gruppo d'età di 50 e 59 anni hanno sofferto il danno neurocognitive significativo (20 su 34).

La proporzione elevata (62%, o 13 su 21 paziente esaminato) è stata veduta in pazienti a 70 anni e più vecchio. La depressione è stata collegata ai più poveri punteggi neurocognitive; 13 di 17 pazienti (di 77%) con la depressione hanno verificato il positivo a funzionamento neurocognitive alterato attraverso tutte le prove, contro 48% (38 di 79) dei pazienti non depressi.

Fra i pazienti con danno neurocognitive, 48% ha richiesto le visite mediche e l'ammissione di ICU e 64% non è riuscito a progredire nei trattamenti fisici, rispetto a 14% e a 17% dei comandi, rispettivamente.

Questi pazienti erano suscettibili di essere riammesso all'ospedale nei 30 giorni o in un anno della procedura; tuttavia, i risultati non erano statisticamente significativi.

I ricercatori raccomandano gli studi futuri per mettere a fuoco sugli interventi pre- e postoperatori di sviluppo e sulle valutazioni per migliorare le ripercussioni in questi pazienti.

Se identifichiamo i pazienti con danno neurocognitive prima di una sostituzione unita, il nostro gruppo chirurgico di cura può pianificazione meglio e concentrare di conseguenza le risorse postoperatorie per assicurarci stiamo facendo tutti che possiamo assicurare i migliori risultati.„

Dott. James Slover, autore principale e professore associato alla scuola di medicina di NYU

Sorgente:

https://www.eurekalert.org/pub_releases/2018-03/nlh-nil030218.php