Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Fumo pesante collegato all'elevato rischio delle psicosi

Il fumo almeno delle dieci sigarette un il giorno è collegato ad un elevato rischio delle psicosi confrontate anon fumare i giovani. Il rischio egualmente è sollevato se il fumo comincia prima dell'età di 13. Ciò è stata indicata in uno studio piombo dal ricercatore dell'accademia, il professor Jouko Miettunen. I risultati recentemente sono stati pubblicati nell'acta Psychiatrica Scandinavica del giornale.

“Questo era un esteso studio longitudinale basato sulla popolazione in genere. Ha rivelato quello quotidiano ed il fumo pesante è collegato indipendente al rischio successivo di psicosi, anche quando rappresentando le esperienze psicotiche precedenti, l'uso dell'alcool e le droghe, l'abuso di sostanza e la cronologia dei genitori delle psicosi. Il fumo cominciato in età precoce era un fattore di rischio particolarmente significativo. Sulla base dei risultati, la prevenzione di fumo adolescente è probabile avere effetti positivi sulla salute mentale della popolazione nella vita più tarda,„ Miettunen dice.

Lo scopo dello studio era di studiare se il giovane tabagismo di People's Daily è associato con un rischio di psicosi, dopo avere rappresentato vari conosciuti, fattori di confusione, quali uso della droga e dell'alcool, il segno ereditario delle psicosi ed i sintomi iniziali di psicosi.

Il materiale della ricerca ha compreso il gruppo 1986 della nascita la Finlandia del Nord e originalmente ha incluso più di 9,000 persone. i membri di 15-16 anni del gruppo sono stati invitati a partecipare ad uno studio di approfondimento effettuato nel 2001-2002. Il campione definitivo ha compreso 6.081 oggetto che hanno risposto alle domande sulle esperienze e sull'uso psicotici della droga e dell'alcool. Seguito è continuato finché gli oggetti non avessero raggiunto l'età di 30.

Il gruppo di ricerca egualmente ha intrapreso gli studi su uso della cannabis, che è stato pubblicato nel giornale britannico della psichiatria. Lo studio ha trovato che l'uso adolescente della cannabis è associato con un rischio aumentato di psicosi. Egualmente ha mostrato che quella gente che aveva usato la cannabis ed ha avuta psicotico le esperienze presto nella vita hanno avvertito più psicosi durante il periodo di studio.

“Abbiamo trovato che quei giovani che avevano usato la cannabis almeno cinque volte hanno avute un rischio intensificato di psicosi durante il seguito, anche quando rappresentando le esperienze psicotiche precedenti, l'uso dell'alcool e delle droghe e la cronologia dei genitori delle psicosi. I nostri risultati sono in conformità con le visualizzazioni correnti di uso pesante della cannabis, specialmente una volta cominciati in età precoce, essendo collegando ad un rischio aumentato di psicosi. Sulla base dei nostri risultati, è molto importante che catturiamo l'avviso cannabis-facendo uso dei giovani che riferiscono i sintomi di psicosi. Se possibile, dovremmo sforzarci di impedire l'uso della cannabis della fase iniziale,„ dice Antti Mustonen, Lic. Med.