la droga d'assottigliamento attenua il rischio di complicazioni, morte dopo ambulatorio non cardiaco

I ricercatori a Hamilton hanno scoperto che una droga d'assottigliamento, dabigatran, diminuisce significativamente il rischio di morte, di attacco di cuore, di colpo e di altre complicazioni dell'sangue-imbarcazione o del cuore in pazienti che hanno una lesione del cuore seguire l'ambulatorio principale e non cardiaco.

Ogni anno, circa otto milione di persone universalmente sviluppano una circostanza chiamata lesione del miocardio dopo ambulatorio non cardiaco (MINUTI), che si riferisce al danneggiamento incontrato del tessuto del cuore in risposta allo sforzo di chirurgia sull'organismo. I pazienti di influenze di circostanza che subiscono le procedure importanti quali una sostituzione del ginocchio o del cinorrodo, una resezione delle viscere, o la riparazione addominale di aneurisma aortico e possono piombo alle complicazioni severe compreso attacco di cuore, il colpo, i coaguli di sangue, le amputazioni e la morte.

Nella prova controllata in primo luogo ripartita con scelta casuale per valutare un trattamento per i MINUTI, Dott. P.J. Devereaux, cavo scientifico per ricerca perioperative all'istituto di ricerca di salubrità della popolazione (PHRI) delle scienze e della McMaster University di salubrità di Hamilton ed al ricercatore principale per la prova di GESTIONE, trovato che i pazienti che hanno avuti i MINUTI e dabigatran ricevuto erano due volte al giorno 28 per cento meno probabili da soffrire una complicazione vascolare importante durante la media di 16 mesi di seguito.

“Ora abbiamo un'opzione per il miglioramento dei risultati per una grande popolazione della gente che ha ogni anno una lesione del cuore dopo chirurgia,„ diciamo il Dott. Devereaux.

Lo studio ha iscritto 1.754 pazienti in 19 paesi, 51 per cento di cui era maschio, con un'età media di 70 anni. Dopo che seguito medio di 16 mesi, 11 per cento dei pazienti ha trattato con il dabigatran ha avvertito un evento in relazione con minuti, rispetto a 15 per cento dei pazienti che hanno ricevuto un placebo. Ciò traduce ad una riduzione di 28 per cento del rischio per i pazienti che ricevono il dabigatran.

Un rischio aumentato di spurgo è una complicazione prevista del trattamento con un farmaco d'assottigliamento; tuttavia, non c'era differenza significativa fra i due gruppi in termini di spurgo dell'organo pericoloso, principale, o critico. Le configurazioni di studio di GESTIONE sulla scoperta fatta l'anno scorso da Dott. Devereaux ed i suoi colleghi che hanno indicato che un'analisi del sangue semplice potrebbe identificare i pazienti con i MINUTI che seguono i clinici di avviso e della chirurgia per intervenire prima che le complicazioni accadano.

“Pazienti con prova anche di danneggiamento delicato del cuore dopo che l'ambulatorio è ad ad alto rischio degli eventi avversi a lungo termine,„ dice il Dott. Salim Yusuf, presidenza della prova di GESTIONE e del direttore esecutivo di PHRI. “Sembra che questo rischio possa attenuarsi tramite la terapia antitrombotica. Gli studi futuri possono esaminare le modalità supplementari diminuire questi rischi.„

“Questa è un'emissione importante che pregiudica migliaia di persone in tutto il mondo,„ dice il Dott. Devereaux. “Questa scoperta traccia un punto importante nel viaggio per migliorare i risultati per i pazienti che soffrono i MINUTI dopo chirurgia.„

Sorgente: https://www.mcmaster.ca/