Gli scienziati coreani tengono la carreggiata la crescita, migrazione delle celle nei termini hypoxic facendo uso del xCELLigence RTCA

Impiegando uno strumento di analisi in tempo reale delle cellule di xCELLigence, gli scienziati coreani dimostrano che all'interno di un ambiente hypoxic la proteina hYSK1 regolamenta negativamente p16 per promuovere il tumorigenesis

Tenere la carreggiata la crescita e la migrazione delle celle nelle circostanze hypoxic in vitro può essere provocatorio perché le misure devono essere effettuate in un modo che non perturba la composizione atmosferica del sistema chiuso.  Un gruppo degli scienziati coreani intestati dai Bu giovane Choi all'università di Seowon ha descritto una soluzione elegante a questa sfida collocando un analizzatore in tempo reale delle cellule di xCELLigence (RTCA) direttamente all'interno di una camera di ipossia.  Questo approccio, in cui il numero, la dimensione, la resistenza del collegamento e la migrazione delle celle sono riflessi continuamente facendo uso dei biosensori dell'oro, esperimenti permessi a da fare funzionare dall'inizio alla fine senza mai avere bisogno di manipolare i campioni o aprire la camera di ipossia.

A causa della loro proliferazione rapida, le celle all'interno di un tumore solido superano spesso la capacità del sistema vascolare circostante di fornire le sostanze nutrienti e l'ossigeno.  Questo microenvironment hypoxic ha effetti biochimici distinti sulla progressione del tumore, ma i meccanismi di fondo completamente non sono capiti.  La citazione quella livelli della proteina p16 dell'inibitore del ciclo cellulare/soppressore del tumore è diminuita all'interno dei tumori hypoxic, il gruppo di Choi cercato per fornire una spiegazione molecolare per questo fenomeno.  La schermatura della schiera estesa della proteina per le proteine obbligatorie p16 ha identificato hYSK1, una chinasi ossidativa di risposta di sforzo.  Dopo la mappatura biochimica dettagliata dei domini dell'interazione p16 e hYSK1 gli autori hanno convalidato la pertinenza fisiologica di questa interazione facendo uso di varie in vivo analisi.  hYSK1 è stato trovato per sopprimere l'espressione p16 ed a, nelle circostanze hypoxic, direttamente lega p16 e quindi lo sequestra a partire dall'associazione CDK4.  Lo stimolo Hypoxic dell'espressione HYSK1 egualmente è stato trovato per stimolare l'espressione della proteinasi metallica 2 della matrice, che è conosciuta per contribuire a degradazione della membrana basale ed alla diffusione metastatica.  Coerente con i risultati di cui sopra, nelle analisi in tensione hYSK1 dell'analisi delle cellule di xCELLigence hypoxic ha promosso sia la proliferazione che la migrazione delle linee cellulari del melanoma.

Il gruppo di Choi ha concluso che “hYSK1 è un regolatore negativo specifico del soppressore p16 del tumore e può rappresentare un obiettivo molecolare novello per la riattivazione dei geni soppressori del tumore in esseri umani.„

Sorgente: https://www.aceabio.com/real-time-monitoring-cancer-cells-hypoxic-conditions-reveals-novel-regulator-proliferation-migration/