L'indice analitico Omega-3 migliore predice il rischio per la morte che il colesterolo nel siero, manifestazioni di studio

I livelli di manifestazioni omega-3 di studio sono migliori preannunciatori del rischio per la morte che il colesterolo nel siero

Uno studio recente pubblicato nel giornale di Lipidology clinico ha esaminato il valore dei livelli di sangue di misurazione di acidi grassi di DHA e di EPA omega-3 per valutare il rischio di una persona per sviluppare determinate malattie. In questo nuovo rapporto da Harris e dai colleghi, “l'indice analitico Omega-3„ (il contenuto di EPA+DHA delle membrane di globulo rosso) è stato misurato in 2500 partecipanti al gruppo della prole dello studio del cuore di Framingham. (Questo gruppo in gran parte si compone dei bambini dello studio di Framingham originale che ha cominciato nel 1948.) I risultati hanno indicato che il rischio per la morte da tutta la causa è stato ridotto di circa 33% che confronta i partecipanti di indice analitico più bassi Omega-3 all'più alto.

Tutte persone nello studio presente erano esenti dalla malattia cardiovascolare conosciuta (CVD) al riferimento. I ricercatori soprattutto messi a fuoco sulla mortalità totale (morte da qualsiasi causa) come punto finale, ma egualmente hanno tenuto la carreggiata la morte da CVD, da cancro e da altro cause. Inoltre, hanno riferito le associazioni fra i livelli di indice analitico Omega-3 e un rischio per tutto l'evento di CVD - interno o non, un attacco di cuore o il colpo. La popolazione era 66 anni al riferimento e c'erano alcune più femmine che i maschi. Lo studio ha seguito queste persone per i risultati di malattia fino circa all'età 73. I risultati erano statisticamente regolato per un'ampia varietà di fattori che potrebbero influenzare i risultati

Secondo lo studio, che è stato costituito un fondo per dagli istituti della sanità nazionali (NIH), un più alto indice analitico Omega-3 è stato associato con un più a basso rischio per gli eventi totali di CVD, gli eventi totali della coronaropatia ed i colpi totali. La categoria il più forte associata con l'indice analitico Omega-3 era non CV, le morti del non Cancro - morti da tutto l'altra cause. Ciò suggerirebbe un'ampia gamma di atti utili di EPA e di DHA nell'organismo che non sono collegati appena con un trattamento patologico (come accumulazione della placca in arterie).

Il collegamento fra i livelli elevati di sangue omega-3 e il più a basso rischio per la morte è stato riferito in almeno altri tre studi, ma che cosa era novella circa questo studio più recente da Framingham era un confronto che gli autori hanno fatto fra il colesterolo nel siero e l'indice analitico Omega-3, due “fattori di rischio„ per la malattia di cuore. “Tutti sappiamo che il livello di colesterolo nel siero è un fattore di rischio importante per CHD e poiché l'ultimo è una causa della morte importante nel mondo occidentale, sarebbe ragionevole prevedere che un livello ricco in colesterolo facesse presagire l'elevato rischio per la morte prematura,„ ha detto il Dott. William Harris dell'autore principale. “Questo non è risultato essere il caso qui. Quando i livelli di colesterolo nel siero del riferimento sono stati sostituiti per l'indice analitico Omega-3 negli stessi modelli a più variabili, il precedente non è stato associato significativamente con c'è ne dei risultati cingolati mentre l'ultimo è stato collegato con 4 dei 5 risultati valutati.„ Gli studi futuri sono necessari provare a ripiegare questo che trova ed a determinare se è tempo di cominciare a comprendere l'indice analitico Omega-3 in schermi sistematici di sangue con il colesterolo ed il glucosio.

Sorgente: http://www.goedomega3.com/

Advertisement