Il mutamento climatico stimola la proliferazione degli insetti del malattia-cuscinetto, aumenta l'esposizione alle infezioni virali

Gli scienziati al centro comune di ricerca, alla scienza della Commissione Europea ed alla conoscenza assistono, trovano che il riscaldamento globale ha permesso che gli insetti del malattia-cuscinetto proliferassero, aumentando l'esposizione alle infezioni virali.

Incitato da mutamento climatico, il viaggio internazionale ed il commercio internazionale, insetti del malattia-cuscinetto stanno spargendo alle sempre più ampie parti del mondo.

Ciò significa che più esseri umani sono esposti alle infezioni virali quali febbre delle dengue, di Chikungunya, di Zika, del Nilo occidentale, febbre gialla e encefalite da zecche.

Per molte di queste malattie, ci sono finora agenti antivirali non specifici o vaccini.

Il riscaldamento globale ha permesso che le zanzare, le tacche ed altri insetti del malattia-cuscinetto proliferassero, si adattassero alle stagioni differenti, migrassero e che ha sparso al nuovo posto adatto le aree che sono diventato più calde.

Questi sono i risultati di un rapporto del CCR che mira a sollevare la consapevolezza circa la minaccia posata dalla diffusione degli arbovirus (virus artropodo-sopportati).

La diffusione crescente degli arbovirus

Le zanzare dell'Aedes hanno sparso parecchi arbovirus, compreso febbre rompiossa, Chikungunya, Zika, il Nilo occidentale ed i virus della febbre gialla.

Queste zanzare prosperano negli ambienti urbani dovuto la mancanza di predatori naturali e la disponibilità di alimento e degli habitat in cui procreare.

Sono esistito per molti anni in Africa ed in Asia ed ora stanno essendo sempre più diffuse.

Recentemente si sono consolidate alcuni paesi europei ed in Americhe, in gran parte come conseguenza del viaggio internazionale e del commercio.

Le loro pose sparse allarmanti un problema per la salute pubblica. È difficile da sradicare - le loro larve possono sopravvivere a per i mesi, anche nell'umidità e nelle condizioni termiche suboptimali.

Il virus di encefalite da zecche (TBEV) è stato trovato più recentemente in parecchi paesi europei, compreso l'Austria, la repubblica Ceca, la Germania, la Lituania, la Polonia, la Slovacchia, la Svezia e, i Paesi Bassi.

Uno dei vettori più recentemente riferiti per il virus, le specie della tacca di reticulatus del Dermacentor, sta spargendosi rapido attraverso Europa. Ha un'alta tariffa di riproduzione, è resistente freddo e può vivere underwater per i mesi.

Gli esseri umani possono essere infettati da un morso della tacca o attraverso i prodotti lattier-caseario non pastorizzati di consumo che non rispettano le norme di sicurezza di UE e non sono venuto dagli animali infettati. Fortunatamente, TBEV può essere vaccinato contro.

Virus di Zika - una grave preoccupazione per Europa

Il virus di Zika ha ricevuto molta attenzione di media dovuto la sua associazione con i disordini neurologici quali la sindrome di Guillain-Barré (GBS) e lo sviluppo di microcefalia (testa anormalmente piccola) in feti.

È difficile da diagnosticare e non c'è maturazione o vaccino. In primo luogo identificato nel 1947 nella foresta di Zika dell'Uganda, la sua diffusione è una grave preoccupazione data la presenza crescente di suo vettore principale, il albopictus dell'Aedes della zanzara, nelle zone temperate compreso Europa e l'America.

Il primo scoppio documentato di infezione di ZIKV è stato riferito nel 2007 in Micronesia. Da allora si è sparso la Polinesia francese e nel Brasile, in cui ha infettato fino a 1,3 milione di persone nel 2015.

Più di 70 territori universalmente hanno confermato i casi (indigeni) autoctoni di ZIKV. Da ora a marzo 2017, 2 130 europei sono stati riferiti per avere infezioni viaggio-associate di ZIKV.

Strategie di controllo della zanzara

Il rapporto descrive e discute parecchi metodi che sono stati usati per gestire la diffusione delle zanzare, compreso gli insetticidi, le trappole della zanzara, la modifica genetica, la bonifica dei terreni e la sorveglianza dell'habitat.

Corrente, il più sicuri e metodi più disponibili facilmente e più efficaci di gestire le zanzare sono trappole della zanzara (per relativamente le piccole zone) e netti e la riduzione dei siti di riproduzione potenziali (acqua stagnante).

Mentre il gruppo di ricerca dietro controllo dell'avvocato di studio il migliore delle popolazioni della zanzara, essi egualmente avverte che sarebbe sconsigliabile eliminare le zanzare completamente dall'ecosistema.

Fa parte della catena alimentare per alcune specie ed impollinano molti impianti. La pulitura loro fuori completamente ha potuto avere effetti negativi sulla natura e conseguentemente sugli esseri umani.

Sorgente: https://ec.europa.eu/jrc/en/news/climate-change-promotes-spread-mosquito-and-tick-borne-viruses

Advertisement