Ormoni puberali non responsabili dei cambiamenti nel comportamento sociale durante l'adolescenza

Gli ormoni riproduttivi che si sviluppano durante la pubertà non sono responsabili dei cambiamenti nel comportamento sociale che si presentano durante l'adolescenza, secondo i risultati di uno studio recentemente pubblicato da un'università al ricercatore della Buffalo.

“I cambiamenti nel comportamento sociale durante l'adolescenza sembrano essere indipendenti dagli ormoni puberali. Non sono avviati da pubertà, in modo da non possiamo incolpare degli ormoni,„ dice Matthew Paul, un assistente universitario nel dipartimento di UB della psicologia ed in autore principale del documento approfondito recentemente pubblicato nella biologia della corrente del giornale.

Districare i cambiamenti dell'adolescente che sono avviati da pubertà da quelli indipendenti da pubertà è difficile perché la pubertà e l'adolescenza accadono simultaneamente, ma Paul ed i suoi collaboratori ha trovato un modo prendere in giro fuori i due facendo uso di un modello dell'animale dell'stagionale-allevamento.

“La pubertà e l'adolescenza stanno accadendo allo stesso tempo. Così se volete sapere se uno causa l'altro, uno degli elementi deve essere mosso. Non abbiamo modo di fare quello in un essere umano, ma abbiamo trovato un modo farlo facendo uso dei criceti siberiani,„ dice Paul.

Il suo nuovo modello, spiegato nello studio con i co-author Clemens Probst, uno scienziato al policlinico di Massachusetts, Geert de Vries, un professore alla Georgia State University e Lauren Brown, un dottorando di UB, fornisce una conoscenza di base che precedentemente non è esistito per che evoluzione sociale adolescente delle unità.

L'adolescenza è un periodo critico di sviluppo per le persone, note Paul.

Il pensiero complesso si sviluppa; molti disordini di salute mentale sorgono; ed è associato con l'inizio dei comportamenti ad alto rischio, come uso della droga. Per comportamento sociale, è un periodo in cui il fuoco delle relazioni sociali dei bambini si sposta dalla famiglia ai pari. Cioè smettono di volere andar in giroe con la mamma ed il papà. Ampiamente è stato presupposto che questi cambiamenti potessero essere attribuiti agli aumenti in ormoni gonadici a pubertà.

“Che cosa abbiamo fatto qui è trovano un nuovo modo fare la domanda di come la pubertà svolge un ruolo nello sviluppo adolescente - un nuovo modo determinare quali cambiamenti inerenti allo sviluppo gli ormoni puberali avviano e quali cambiamenti non fanno.„

Nella conversazione, potremmo sentire la pubertà e l'adolescenza usate scambievolmente, eppure biologicamente, sono due trattamenti distinti.

La pubertà è il trattamento tramite cui le persone sviluppano la capacità di riprodurrsi. È avviata dall'attivazione dell'asse riproduttivo, che è responsabile dello sviluppo della capacità riproduttiva, dell'aspetto delle caratteristiche sessuali secondarie e dell'aumento in ormoni gonadici.

L'adolescenza è più vasta. Comprende la pubertà, ma egualmente comprende i cambiamenti conoscitivi, sociali ed emozionali che si presentano durante gli anni adolescenti.

Poiché la pubertà e l'adolescenza accadono simultaneamente, rispondere alla domanda fondamentale di se la pubertà causa i cambiamenti comportamentistici adolescenti non riproduttivi o soltanto coincide con loro ha confuso i ricercatori - finora.

Facendo uso delle specie stagionali di un allevamento, come i criceti siberiani, Paul può gestire la sincronizzazione della pubertà.

I criceti siberiani sopportati all'inizio dell'allevamento condiscono (quando i giorni sono lunghi) passano con pubertà rapidamente per crescere quell'anno. Quei sopportati tardi nell'esperienza di stagione di allevamento (quando i giorni sono più brevi) una mora nella pubertà per non dare alla luce verso la metà dell'inverno.

Gestendo la quantità di indicatore luminoso un criceto riceve in laboratorio l'arrivo di more di pubertà, che viene gli intorno 30 giorni dell'età per i criceti “a lungo giorni„ e gli intorno 100 giorni dell'età o di più successivamente per i criceti “breve giorni„.

Con due gruppi che passano con la pubertà ai tempi differenti, Paul può ora osservare i cambiamenti comportamentistici in ogni gruppo per determinare se questi cambiamenti sono sempre bloccati a pubertà. In questo studio, hanno esaminato la transizione da gioco-combattimento a dominanza sociale, che è un punto importante affinchè questi giovani animali potesse andare via di casa e trovare il loro proprio territorio (anche chiamato dispersione).

“Il gioco è un comportamento importante in molte specie, particolarmente mammiferi,„ dice Paul. “Evolutionarily è conservato, significante che non è stato perso da un antenato comune come le specie hanno interrotto l'uno dall'altro nell'albero evolutivo. Poiché il gioco è espresso in tante specie, è probabile servire una funzione importante, includente negli esseri umani. Egualmente suggerisce che che cosa impariamo dai nostri criceti probabilmente sia vero per molte altre specie.„

Se gli ormoni puberali fossero responsabili dello spostamento da gioco a dominanza, questa transizione si presenterebbe presto per i criceti a lungo giorni e tardi per i criceti breve giorni; sempre co-accadendo con la pubertà. Ma Paul ha trovato che la transizione si è presentata allo stesso tempo per entrambi i gruppi, indipendentemente da quando hanno passato con pubertà. Per i criceti breve giorni, la transizione è stata completata prima che la pubertà anche avesse cominciato.

“Questa è un'individuazione sorprendente, perché tendiamo a pensare che gli ormoni puberali siano responsabili dei cambiamenti che vediamo durante l'adolescenza. Ma la nostra ricerca suggerisce altrimenti.„ dice Paul. “Questi risultati sono egualmente importanti per la salute mentale adolescente - capire i meccanismi di fondo responsabili dello sviluppo adolescente fornirà la comprensione in perché tanti disordini di salute mentale sorgono durante questo tempo nella vita.„