Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I ricercatori sviluppano l'approccio novello a combattere il cancro ovarico

I ricercatori all'istituto universitario di Baylor di medicina e del centro del Cancro di Anderson di MD dell'università del Texas hanno scoperto una via cellulare che regolamenta selettivamente una proteina mutante collegata alla crescita di cancro ovarico.

Credito: Chinnapong/Shutterstock.com

Egualmente hanno identificato un regolatore chiave della via e suggeriscono che le droghe destinate per mirare a questo regolatore potrebbero piombo ai modi migliori di gestire la crescita del cancro ovarico.

Corrente, il cancro ovarico è trattato con chirurgia e la chemioterapia. Le droghe della chemioterapia agiscono su tutte le celle rapido di divisione, compreso le celle in buona salute e questa ha effetti secondari.

“Se possiamo sviluppare i trattamenti che mirano soltanto alle cellule tumorali, quindi potremmo potere minimizzare gli effetti secondari,„ dice il primo autore dello studio Achuth Padmanabhan.

Gli studi precedenti hanno indicato che i moduli mutanti delle proteine p53 possono svolgere un ruolo nella crescita del cancro ovarico. Le mutazioni nel gene p53 sono state indicate per essere contributori chiave a produzione del tumore ed allo sviluppo di farmacoresistenza.

La proteina normale p53 funziona come soppressore del tumore, ma Padmanabhan ed i colleghi hanno studiato un modulo mutato chiamato p53-R175H che promuove la crescita del tumore.

Padmanabhan dice che il problema con i mutanti p53 quale p53-R175H è che non sono celle in buona salute interne suddivise ed invece forma i cluster stabili della proteina che promuovono la crescita e la farmacoresistenza del cancro:

“Se eliminiamo il mutante p53 si forma dalle cellule tumorali, le celle entreranno in un percorso verso la morte delle cellule e diventeranno più sensibili alla chemioterapia. Ciò è molto utile dal punto di vista clinico.„

Il gruppo quindi ha voluto trovare un modo selettivamente di eliminazione dei cluster di p53-R175H, senza pregiudicare le proteine normali p53. Non hanno saputo fare questo finché non trovassero una via unica che potesse regolamentare soltanto il mutante p53-R175H.

Padmanabhan precedentemente aveva studiato una piccola molecola che potrebbe diminuire rapido i livelli di mutante p53, ma p53 non normale, in un modello del mouse di cancro ovarico. Nello studio corrente, i ricercatori hanno provato a capire come trattare il cancro ovarico con la molecola provoca questa diminuzione.

Come riportato nelle comunicazioni della natura, hanno trovato che la molecola direttamente non fa diminuire i livelli di proteina mutante di p53-R175H, ma diminuiscono i livelli di altra proteina chiamata USP15. Questa proteina elimina un tag dal mutante che gli renderebbe un obiettivo per degradazione.

Avendo meno molecole di USP15, provoca la proteina più mutante di p53-R175H etichettata per degradazione nella cella. Di conseguenza, il bilanciamento fornisce di punta verso l'eliminazione delle proteine mutanti di p53-R175H, che provoca più morte di cellula tumorale.„

Achuth Padmanabhan, primo autore

L'autore senior dello studio, Joanne Richards, dice l'offerta di risultati una nuova opportunità per il mutante di regolamentazione p53-R175H sviluppando le droghe che inibiscono USP15.

Sally Robertson

Written by

Sally Robertson

Sally has a Bachelor's Degree in Biomedical Sciences (B.Sc.). She is a specialist in reviewing and summarising the latest findings across all areas of medicine covered in major, high-impact, world-leading international medical journals, international press conferences and bulletins from governmental agencies and regulatory bodies. At News-Medical, Sally generates daily news features, life science articles and interview coverage.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Robertson, Sally. (2019, June 20). I ricercatori sviluppano l'approccio novello a combattere il cancro ovarico. News-Medical. Retrieved on August 13, 2020 from https://www.news-medical.net/news/20180329/Researchers-develop-novel-approach-to-fighting-ovarian-cancer.aspx.

  • MLA

    Robertson, Sally. "I ricercatori sviluppano l'approccio novello a combattere il cancro ovarico". News-Medical. 13 August 2020. <https://www.news-medical.net/news/20180329/Researchers-develop-novel-approach-to-fighting-ovarian-cancer.aspx>.

  • Chicago

    Robertson, Sally. "I ricercatori sviluppano l'approccio novello a combattere il cancro ovarico". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20180329/Researchers-develop-novel-approach-to-fighting-ovarian-cancer.aspx. (accessed August 13, 2020).

  • Harvard

    Robertson, Sally. 2019. I ricercatori sviluppano l'approccio novello a combattere il cancro ovarico. News-Medical, viewed 13 August 2020, https://www.news-medical.net/news/20180329/Researchers-develop-novel-approach-to-fighting-ovarian-cancer.aspx.