Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

“Le forbici molecolari hanno potuto svolgere il ruolo fondamentale nelle malattie di combattimento compreso infezione HIV

Un modo combattere le malattie compreso infezione HIV ed i disordini autoimmuni potrebbe comprendere cambiare come un enzima naturale ha chiamato gli impianti SAMHD1 per influenzare il sistema immunitario, la nuova ricerca suggerisce.

Lo studio, piombo dai ricercatori dall'Ohio State University, dettagli come l'enzima influenza le proteine che stimolano la risposta immunitaria.

SAMHD1 non è “un bravo ragazzo„ molecolare o “ragazzo cattivo„ di per sé, ma ci sono casi in quali didascalia la sua attività potrebbe contrastare la progressione di malattia, hanno detto Li Wu, l'autore senior dello studio e un professore delle scienze biologiche veterinarie ed infezione ed immunità microbiche nel centro dello stato dell'Ohio per la ricerca del retrovirus.

La ricerca, condotta in celle immuni del mouse e dell'essere umano, compare online negli atti del giornale dell'Accademia nazionale delle scienze.

“Mancare di questo enzima dovuto le mutazioni genetiche SAMHD1 può attivare il sistema immunitario umano ed aumentare l'infiammazione ed ora capiamo meglio il trattamento biologico fondamentale dietro il quel,„ Wu ha detto.

“In un mondo perfetto, SAMHD1 è responsabile del regolamento equilibrato della risposta immunitaria, ma anche potrebbe limitare il HIV o altre infezioni virali ed alterare la progressione ed il trattamento di determinati cancri. Abbiamo bisogno di buone risposte immunitarie, ovviamente, ma non vogliamo l'attivazione immune in modo schiacciante.„

Prima che questo studio, sia poco chiaro se e come SAMHD1 ha regolamentato le risposte immunitarie, Wu ha detto. Gli scienziati hanno identificato il gene umano per questo enzima nel 2000 e da allora è stato collegato alle malattie umane compreso i disordini, l'infezione HIV ed i cancri autoimmuni.

Aprire il modo preciso in cui influenza la progressione di malattia è uno degli scopi del laboratorio di Wu. La ricerca precedente aveva stabilito SAMHD1 come attore chiave nell'inibizione della replica del HIV in celle immuni umane, piquing il suo interesse.

Il nuovo studio ha illuminato il modo in cui SAMHD1 interagisce con parecchie proteine cellulari che svolgono un ruolo critico nella regolamentazione delle risposte immunitarie innate. D'importanza, l'enzima può fungere da inibitore delle risposte potenzialmente nocive durante l'infezione virale.

“Il processo degli enzimi è di suddividere una particella elementare del DNA in nostre celle per fungere da “forbici molecolari, “„ Wu ha detto.

“Troppa di questa particella elementare dovuto la carenza SAMHD1 causata dalle mutazioni genetiche può piombo alle malattie autoimmuni ed i tumori cancerogeni di guida si sviluppano. Se possiamo trovare un modo tagliare o diminuire l'offerta, la malattia non potrebbe essere possibile - come un'automobile senza gas.„

Questo studio potrebbe aprire la possibilità di individuazione dei modi girare questa attività in funzione e a riposo, fantesi strada per i nuovi approcci terapeutici per le malattie difficili da trattare, Wu ha detto.

“Poiché le vie infiammatorie influenzano quasi tutte le malattie in esseri umani ed in animali, compreso infezione HIV e cancri, identificazione di SAMHD1 mentre un inibitore di immunità può avere implicazioni ampie nella ricerca biomedica,„ ha detto.