I bioengineers di BWH sviluppano l'idrogel chiarore-rispondente all'artrite dell'ossequio

L'artrite si svasa - il peggioramento imprevedibile e spesso improvviso dei sintomi di artrite -- può essere debilitante. Questi episodi possono fare la gestione dell'artrite infiammatoria, che comprende l'artrite reumatoide e l'artrite psoriatica, sfidando per i pazienti ed i medici. Ma i ricercatori a Brigham ed all'ospedale delle donne hanno trovato che i chiarori possono anche rappresentare un'opportunità importante per il miglioramento delle opzioni del trattamento per i pazienti. Negli esperimenti effettuati in laboratorio, i bioengineers di BWH hanno sviluppato un idrogel -- un materiale molle e flessibile che può essere caricato con l'artrite droga ed iniettato localmente in una giunzione infiammata. Invece di consegna della droga continuamente ad una tariffa costante, l'idrogel è destinato per rispondere ad attività aumentata di malattia durante i chiarori, rilascianti la droga quando i sintomi peggiorano. Ai i risultati basati a laboratorio del gruppo sono pubblicati questa settimana nelle comunicazioni della natura ed i ricercatori stanno lavorando ai punti seguenti per portare la loro tecnologia più vicino alla clinica.

“L'artrite rappresenta un bisogno clinico insoddisfatto enorme,„ ha detto Jeff co-senior Karp autore, PhD, un bioengineer e ricercatore principale a BWH. “Sebbene la nuova terapeutica sia stata sviluppata, molte hanno avute effetti sistematici e tossici. Abbiamo voluto progettare un delivery system che potrebbe essere efficiente, consegnare le droghe localmente e rilasciare le droghe in risposta ad infiammazione.„

L'idrogel chiarore-rispondente di recente creazione è fatto dal monostearato di triglycerol (TG-18), un composto dalla lista di Food and Drug Administration “riconosciuta generalmente come dei composti di cassaforte„. TG-18 è una molecola capace di auto-montaggio, significando che può formare una struttura del tipo di gel che comprende le fibre. Questa struttura può essere iniettata facilmente mentre una sospensione in questo studio, l'idrogel TG-18 è stata caricata con il triamcinolone acetonide (TA) usato qui come droga di modello, ma potrebbe potenzialmente essere caricata con molti altri generi di composti antinfiammatori.

“L'idrogel è progettato in modo che la versione della droga sia avviata dall'attività degli enzimi specifici e in relazione con l'artrite che sono aumentati durante i chiarori. per provare l'idrogel TG-18, abbiamo esposto il gel a vari generi di ambienti che imitano i termini in giunzioni artritiche,„ ha detto Nitin Joshi, co-primo autore sul lavoro un istruttore di medicina a BWH.

Quando il gel è stato incubato in liquido sinoviale da una giunzione umana sana, la versione della droga era minima, ma una volta incubata in liquido sinoviale da un paziente con l'artrite reumatoide, la droga prontamente è stata rilasciata dall'idrogel. D'importanza, l'offerta della droga non è stata esaurita in una punta di liquido sinoviale -- invece, potrebbe essere rilasciata col passare del tempo in risposta alle punte multiple. Il gruppo egualmente ha verificato gli effetti dell'idrogel sulle celle da cartilagine e dalle giunzioni, trovanti che è sembrato essere sicura.

Il gruppo ulteriore ha verificato l'efficacia clinica dell'idrogel TG-18 in un modello del mouse dell'artrite infiammatoria. Scelgono un modello, il modello di trasferimento del siero di K/BxN, in cui la severità di malattia può essere precisamente controllata, che li ha permessi di provare l'idrogel in animali con differenti gradi di severità di artrite. Hanno trovato che quando l'artrite era più severa, l'idrogel localmente iniettato ha degradato più rapido la corrispondenza alla versione aumentata della droga. Il gonfiamento e la severità dell'artrite hanno diminuito in risposta all'idrogel droga caricato.

Uno dei vantaggi dell'idrogel è che offre la promessa di trattamento dell'artrite specificamente nelle giunzioni in cui la malattia sta svasandosi, piuttosto che consegnando una droga in tutto l'organismo.

“La terapia locale potrebbe essere un'opzione possibile del trattamento per i pazienti con soltanto uno o alcune giunzioni infiammate, hanno detto Joerg co-corrispondente Ermann autore, MD, un reumatologo nella divisione di BWH della reumatologia, l'immunologia ed allergia. “Inoltre, se un paziente è già su una droga sistematica ma sta sperimentando un chiarore in un numero limitato delle giunzioni, potremmo specificamente trattare queste giunzioni piuttosto che la terapia sistematica di commutazione o l'aggiunta deun'altra droga sistematica. Avere questa opzione aumenterebbe sostanzialmente la nostra capacità di gestire con successo i chiarori di artrite nella clinica.„

Il gruppo continuerà a provare l'idrogel nei modelli preclinici più ulteriormente per convalidarlo e continua ad avanzare verso i test clinici umani. La tecnologia è stata conceduta una licenza a da terapeutica di Alivio, che sta sviluppando le terapie per trattare i disordini infiammatori via il immunomodulation mirato a di malattia.

Sorgente: https://www.brighamandwomens.org/