Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La caffeina può aiutare i neonati al rischio aumentato di lesione acuta del rene

I neonati prematuri che sono esposti a caffeina all'interno del prima i sette giorni dopo che la nascita ha diminuito l'incidenza e la severità delle lesioni acute del rene che i neonati che non hanno fatto, secondo i risultati dalla valutazione di collaborazione del rene neonatale dell'epidemiologia acuta mondiale di lesione del rene in neonati studiano, pubblicato nella pediatria di JAMA. David Askenazi, M.D., professore nell'università di Alabama al dipartimento di Birmingham della pediatria e Direttore del UAB ed i bambini dell'Alabama pediatrici e centro infantile per la nefrologia acuta, era il co-author dello studio ed è la presidenza del rene neonatale di collaborazione.

“Abbiamo trovato che la lesione acuta neonatale del rene si presenta in uno di ogni quattro neonati prematuri ed ha un'associazione con le degenze in ospedale aumentate, spese, morbosità e mortalità mediche,„ Askenazi abbiamo detto. “Questa ricerca fornisce la speranza quella interventi -; in questo caso, amministrazione della caffeina -; può aiutare i neonati con chi sono ad un rischio aumentato di lesione acuta del rene.„

Il multiplo-centro, studio di gruppo ha valutato 675 neonati prematuri sopportati alla gestazione di meno di 33 settimane ed ha trovato quello 11,2 per cento dei neonati che hanno ricevuto la lesione acuta del rene sviluppata caffeina contro 31,6 per cento di coloro che non ha ottenuto la caffeina.

In unità di cure intensive neonatali attraverso il paese, i neonati sono dati la caffeina per stimolarle e permettere che i loro polmoni e cervelli sottosviluppati continuino a respirare; la caffeina è stata usata per anni per impedire gli episodi di ipossia intermittente dell'apnea e per avere bisogno di per intubazione. Questo studio suggerisce che la caffeina possa anche aiutare i reni.

“I risultati dello studio certamente hanno potenziale di cambiare il trattamento clinico e la sincronizzazione della disposizione della caffeina, che può infine diminuire la morbosità e la mortalità connesse con lo sviluppo e la malattia neonatali del rene,„ Askenazi ha detto.