Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Le nuove linee guida dal ACR e da SBI richiedono i cambi principali al processo di vagliatura del cancro al seno

Il nuovo istituto universitario americano della radiologia (ACR) e la società delle linee guida della selezione di cancro al seno della rappresentazione del petto (SBI) sono il primo per riconoscere che le donne afroamericane sono ad ad alto rischio per la malattia e dovrebbero essere schermate come tale. I ACR e gli SBI ora richiedono tutte le donne per avere una valutazione del rischio all'età 30 per vedere se schermare più presto dell'età 40 è necessaria. Le società egualmente neo-raccomandano che le donne precedentemente diagnosticate con cancro al seno siano schermate con imaging a risonanza magnetica (MRI).

I ACR e gli SBI continuano a raccomandare che le donne al rischio di cancro al seno medio comincino a schermare all'età 40.

“L'ultima prova scientifica in modo schiacciante supporta una raccomandazione generale continuata di iniziare la selezione annuale all'età 40. Egualmente supporta la selezione aumentata e più in anticipo per molte donne. Questi aggiornamenti contribuiranno a salvare più vite,„ ha detto Debra Monticciolo, il MD, FACR, presidenza dell'istituto universitario americano della Commissione della rappresentazione del petto della radiologia.

Secondo i dati di sorveglianza 2015, dell'epidemiologia e di risultati finali dell'istituto nazionale contro il cancro (SGOMBRO), poiché la mammografia è stato diffusa negli anni 80, il tasso di mortalità del cancro al seno degli Stati Uniti in donne, immutate per i 50 anni precedenti, ha caduto 43 per cento. Le morti del cancro al seno negli uomini, che hanno lo stesso trattamento delle donne ma non sono schermate, non sono diminuito.

I fattori che hanno contribuito alla ristrutturazione di ACR/SBI delle donne afroamericane includono quello:

  • Le donne afroamericane sono 42 per cento più probabili da morire da cancro al seno che le donne bianche del non Latino-americano malgrado le tariffe di incidenza approssimativamente uguali
  • Le donne afroamericane hanno un elevato rischio doppiamente di aggressivo -; “triplo-negativo„ -; tumori del petto
  • Le donne afroamericane sono meno probabili essere diagnosticate con il cancro al seno della fase I, ma probabilmente morire due volte dei cancri al seno in anticipo
  • Le donne afroamericane hanno un elevato rischio delle mutazioni genetiche BRCA1 e BRCA2 che quelli dell'ascendenza d'Europa occidentale. Questi portafili sono all'elevato rischio molto per cancro al seno.

“Dal 1990, i tassi di mortalità del cancro al seno hanno caduto 23 per cento in donne afroamericane -; approssimativamente metà quello nei bianchi. Abbiamo cambiato il nostro approccio per contribuire a salvare le donne più afroamericane ed altri all'elevato rischio da questa malattia micidiale,„ ha detto Wendy B. DeMartini, il MD, FSBI.