Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il cervello combatte le malattie neurodegenerative spostando le risorse

Il cervello continua a mettere su una lotta proprio mentre le malattie neurodegenerative gradiscono aree e funzioni di danno di demenza le determinate. Infatti, i risultati recenti in un'Baycrest-Università di studio dell'Arizona suggeriscono che un metodo che il cervello usa per ricambiare queste malattie sia riassegnare delle mansioni alle regioni differenti.

Pazienti diagnosticati con afasia progressiva primaria (PPA), un modulo raro di demenza che ruba una persona della capacità di comunicare, attinto una regione differente del cervello per elaborare il significato delle parole, secondo un articolo pubblicato nel giornale Neuroimage: Clinico. La gente conta tipicamente sul lato sinistro del cervello per comprendere le parole che leggiamo o sente, ma i pazienti di PPA hanno mostrato più attività di cervello a destra. Questi risultati hanno potuto essere usati per contribuire a sviluppare i trattamenti mirati a per conservare la funzione del cervello.

Gli studi precedenti hanno indicato che questa tattica di conservazione è usata dopo che la lesione cerebrale, quali il trauma cranico o il colpo traumatico, ma questa è uno dei primi studi per dimostrare il fenomeno in una malattia neurodegenerative.

“Questi risultati offrono la speranza poiché dimostra che malgrado la degenerazione del cervello durante il PPA, si adatta naturalmente per provare e conservare la funzione,„ dice il Dott. Jed Meltzer, l'autore senior, uno scienziato all'istituto di ricerca del Rotman di Baycrest (RRI) e presidenza della ricerca del Canada in neuroscienza conoscitiva Interventional. “Questa compensazione suggerisce che ci siano opportunità di intervenire ed offrire il trattamento mirato a a quelle aree.„

Lo studio ha catturato la rappresentazione di cervello di 28 adulti fra le età di 58 e di 83, 13 di chi sono stati diagnosticati con PPA. Mentre facevano i loro scandire cervelli, partecipanti della ricerca sono stati chiesti di leggere le frasi che sono comparso sullo schermo, alcuno di cui ha avuto gli errori grammaticali o parole mal adattate.

Quando un adulto in buona salute elabora le frasi con gli errori, c'è una punta nell'attività di cervello poiché il cervello deve lavorare più duro per avere significato di, dice il Dott. Meltzer, che è egualmente un assistente universitario nei dipartimenti di patologia di linguaggio di discorso e della psicologia all'università di Toronto. La gente con PPA ha incontrata maggior difficoltà individuare gli errori ed ha dimostrato una punta più lenta e più piccola nell'attività di cervello quando prende sulle parole sbagliate, in grado di significare che non stavano elaborandole come completamente, dice il Dott. Meltzer. Quelli con PPA che ha eseguito hanno mostrato meglio una più grande risposta nel lato opposto del cervello, la destra, confrontata agli adulti in buona salute.

“Potevamo identificare le regioni del cervello che ha permesso che i pazienti compensassero la morte dei neuroni nel cervello,„ diciamo il Dott. Aneta Kielar, assistente universitario di discorso, linguaggio e scienze di udito e di scienze cognitive all'università dell'Arizona, che ha fatto il lavoro come parte di un'amicizia postdottorale al RRI. Ha detto conoscere quali aree della gente del cervello con uso di PPA capire il linguaggio può aiutare nei trattamenti di sviluppo.

Le risposte più lente del cervello potrebbero anche essere usate da medici per valutare la severità della malattia e piombo ai trattamenti che sono iniziati ancora più presto, aggiunge il Dott. Meltzer. Come punti seguenti, gli scienziati stanno usando questi dati di attività di cervello per contribuire a curare i pazienti di PPA con stimolo mirato a del cervello. Il loro lavoro egualmente esplorerà gli effetti a breve e a lungo termine di questo intervento.