Ascoltando la musica migliora l'effetto delle droghe ipotensive

Oltre al ricordo catturare il farmaco prescritto dai loro cardiologi ai momenti giusti ed a disturbarsi della fabbricazione dei cambiamenti sani di stile di vita, i pazienti con ipertensione (ipertensione) possono comprendere un'attività utile piacevole nel trattamento sistematico di grazie di malattia alla scoperta che ascoltare la musica migliora significativamente l'effetto delle droghe ipotensive.

Secondo gli studi intrapresi dai ricercatori sulla città universitaria di Marília di São Paulo State University (UNESP) nel Brasile, in collaborazione con i colleghi a Juazeiro faccia l'istituto universitario di Norte (FJN) e la facoltà di medicina di ABC (FMABC), anche nel Brasile e l'Oxford Brookes University nel Regno Unito, musica intensifica gli effetti benefici del farmaco un periodo ridotto dopo che è catturato ad ipertensione di controllo.

I risultati dello studio, che fa parte di un progetto hanno supportato tramite la ricerca Foundaiton di São Paulo - FAPESP, sono stati pubblicati nei rapporti scientifici.

“Abbiamo osservato che la musica ha migliorato la frequenza cardiaca ed ha migliorato l'effetto degli ipotensivo per circa un'ora dopo che sono stati amministrati,„ ha detto Vitor Engrácia Valenti, un professore nell'instituto di patologia di linguaggio di discorso del banco di UNESP Marília di filosofia & di scienze (FFC) e del coordinatore dello studio.

Alcuni anni fa, i ricercatori a UNESP Marília hanno cominciato a studiare gli effetti di musica sul cuore negli stati dello sforzo. Uno dei loro risultati è che la musica classica tende ad abbassare la frequenza cardiaca.

“Abbiamo osservato la musica classica attivare il sistema nervoso parasimpatico e diminuendo attività comprensiva,„ ha detto il ricercatore principale al del progetto fondato FAPESP. I sistemi nervosi comprensivi e parasimpatici costituiscono il sistema nervoso autonomo, che mantiene l'omeostasi. Il sistema nervoso simpatico accelera la frequenza cardiaca, restringe i vasi sanguigni e solleva la pressione sanguigna. I comandi di sistema nervoso parasimpatici l'organismo a riposo, rallentando il cuore, abbassando pressione sanguigna e stabilizzando zucchero di sangue ed adrenalina.

I ricercatori hanno continuato questo che trovano misurando l'effetto di stimolo musicale sulla variabilità di frequenza cardiaca nelle situazioni ordinarie quale il trattamento per ipertensione, in cui la musicoterapia è stata studiata come intervento complementare.

“La ricerca precedente ha mostrato la musicoterapia che ha un effetto positivo significativo su pressione sanguigna in pazienti ipertesi,„ Valenti ha detto. “Ma non era chiaro se la musica potesse influenzare gli effetti del farmaco sulla variabilità di frequenza cardiaca e su pressione sanguigna sistolica e diastolica.„

Sinergia

I ricercatori hanno eseguito un esperimento per misurare gli effetti dello stimolo uditivo musicale connesso con il farmaco dell'ipotensivo sulla frequenza cardiaca e sulla pressione sanguigna in 37 pazienti con ad ipertensione controllata ben. Gli oggetti stavano subendo il trattamento dell'ipotensivo per fra sei mesi e un anno. Le misure sono state catturate due giorni casuali con uno spazio di 48 ore.

Un giorno, dopo la cattura del loro farmaco orale usuale dell'ipotensivo, i pazienti hanno ascoltato musica strumentale tramite cuffie 60 minuti allo stesso volume. Poichè il controllo, l'altro giorno, essi ha subito lo stesso protocollo della ricerca, ma le cuffie non sono stati accesi.

La variabilità di frequenza cardiaca è stata misurata a riposo e a 20, 40 e 60 minuti dopo il farmaco orale. Parecchie tecniche statistiche e matematiche sono state usate per individuare le differenze fra le frequenze cardiache ai tempi differenti, con alta precisione e la sensibilità.

L'analisi dei dati ha mostrato la frequenza cardiaca che diminuisce significativamente 60 minuti dopo il farmaco quando i pazienti hanno quotato a musica nel periodo. La frequenza cardiaca non è caduto come significativamente quando non hanno ascoltato musica.

La pressione sanguigna egualmente ha risposto più forte al farmaco quando hanno ascoltato musica.

“Abbiamo trovato che l'effetto del farmaco di anti-ipertensione sulla frequenza cardiaca è stato migliorato ascoltando la musica,„ Valenti abbiamo detto.

Una delle ipotesi sollevate dei ricercatori è che la musica stimola il sistema nervoso parasimpatico, aumenta l'attività gastrointestinale ed accelera l'assorbimento del farmaco dell'ipotensivo, intensificante i sui effetti sulla frequenza cardiaca.

Sorgente: http://agencia.fapesp.br/music_intensifies_effects_of_antihypertensive_medication/27588/

Advertisement