I ricercatori sudoccidentali di UT identificano 170 obiettivi terapeutici potenziali per il cancro polmonare

Dopo le prove dei più di 200.000 composti chimici, i ricercatori sudoccidentali del centro del Cancro di UT Simmons hanno identificato 170 prodotti chimici che sono candidati potenziali per lo sviluppo nelle terapie farmacologiche per il cancro polmonare.

Il progetto di cinque anni ha precisato per identificare i nuovi obiettivi terapeutici per le non piccole droghe del cancro polmonare come pure di potenziale delle cellule per questi obiettivi - un passo avanti significativo verso la personalizzazione della cura del cancro.

“Per la grande maggioranza dei composti, abbiamo identificato un biomarcatore premonitore - una funzionalità che permette lo sviluppo “della medicina di precisione, “o il trattamento individualizzato per ogni paziente, che è uno scopo importante del centro del Cancro di Simmons,„ ha detto il Dott. John Minna, Direttore del centro di Hamon per ricerca terapeutica nell'oncologia al centro medico sudoccidentale di UT.

Il cancro polmonare è la maggior parte della causa comune delle morti del cancro negli Stati Uniti per sia gli uomini che le donne, secondo l'istituto nazionale contro il cancro. il Non piccolo cancro polmonare delle cellule, il tipo di cancro studiato in questa ricerca, comprende circa 85 per cento tutti i cancri polmonari. Nel 2017, il cancro polmonare ha causato 26 per cento di tutte le morti del cancro.

Facendo uso della libreria unica sudoccidentale della cellula tumorale del polmone di UT che ora è il mondo più grande, i ricercatori hanno cercato i composti che avrebbero ucciso le cellule tumorali ma non nuocere alle celle normali del polmone.

“Abbiamo cominciato un progetto ambizioso con lo scopo dell'identificazione “delle triadi terapeutiche„: prodotti chimici che uccidono le cellule tumorali, biomarcatori che predicono chi risponderebbe e gli obiettivi terapeutici su cui quei prodotti chimici attivi funzionano,„ ha detto il Dott. Minna, professore di medicina interna e di farmacologia che tiene Sara M. e la presidenza di Charles E. Seay Distinguished nella ricerca sul cancro e la presidenza massima di L. Thomas Distinguished in oncologia polmonare molecolare.

La continuazione scoprire il meccanismo di atto per la maggior parte dei 170 prodotti chimici sarà un fuoco chiave della ricerca futura. Il lavoro di seguito egualmente comprenderà saggiare i prodotti chimici su altri tipi di cancri. Il lavoro preliminare mostra che alcuni dei composti sono probabilmente efficaci contro determinato petto e cancri ovarici pure.

I risultati di questo progetto complesso, piombo dal Dott. Michael White, ex professore di biologia cellulare ed ora del vicepresidente per lo sviluppo della droga dell'oncologia a Pfizer Inc., i membri implicati del centro del Cancro di Harold C. Simmons Comprehensive ed i dipartimenti di biologia cellulare, della biochimica, della farmacologia e della medicina interna e compaiono nella cella del giornale.

Il Dott. Minna, con il suo Dott. Adi Gazdar, professore del partner della ricerca di patologia e con il centro di Hamon per l'oncologia terapeutica, con attenzione ha sviluppato e curated una collezione di linee cellulari del cancro polmonare dagli anni 70 che ora è riconosciuta come il mondo più grande - e sopra cui questa ricerca è stata basata. Il Dott. Minna è stato nominato “un gigante di cura del cancro„ nel 2015 nel rispetto delle linee cellulari di sviluppo di questo del lavoro cancro polmonare.

Che cosa ha fatto questo lavoro insolito era che hanno cominciato con i composti chimici.

“Quasi tutta la ricerca sul cancro è gene-prima, o obiettivo-prima. Abbiamo cominciato con le droghe potenziali,„ ha detto il Dott. Michael Roth, professore della biochimica e un membro del centro del Cancro di Simmons.

Facendo uso della funzione sudoccidentale di memoria della selezione di Alto-Capacità di lavorazione di UT, il gruppo degli scienziati ha cominciato saggiando 200.000 prodotti chimici contro 12 linee cellulari del cancro polmonare.

“Lo schermo iniziale ci ha dato 15.000 “colpi chimici,„ troppi a lavoro con dettagliatamente, ma con la prova di ripetizione finalmente abbiamo limitato il numero giù a 170. Abbiamo chiamato questo il UT “insieme sudoccidentale della sonda dell'oncologia di precisione, “o SCHIOCCHI,„ ha detto il Dott. Bruce Posner, professore della biochimica e Direttore del centro di Alto-Capacità di lavorazione.

L'insieme di 170 composti chimici poi è stato provato attraverso 100 righe del cancro polmonare.

Allo stesso tempo, i ricercatori hanno condotto le analisi molecolari approfondite delle righe del cancro polmonare, compreso l'identificazione delle mutazioni del genoma e dell'espressione della proteina. Questi informazioni, accoppiate con indipendentemente da fatto che una linea cellulare determinata del cancro era sensibile ad un prodotto chimico particolare, permesso i ricercatori per sviluppare un insieme dei biomarcatori - indicatori che potrebbero essere usati per determinare se un cancro particolare risponderà ad uno dei 170 composti chimici.

La tappa finale dello studio stava determinando come le droghe agisce sul cancro. “Abbiamo raschiato la conoscenza attuale e potevamo fornire l'obiettivo per parecchi esempi completare il terzo cosciotto della triade,„ ha detto il Dott. Roth, che tiene Diane e la presidenza distinta Brierley di Hal nella ricerca biomedica a UT sudoccidentale, che sta riconoscendo il suo anniversarioth 75 questo anno.

Sorgente: http://www.utsouthwestern.edu/newsroom/articles/year-2018/170-lung-cancer-drugs.html