Studi per esaminare se il cannabidiol fornisce al vantaggio terapeutico ai bambini autismo

I ricercatori alla scuola di medicina di San Diego dell'università di California stanno preparando un primo de suo gentile, ricerca pluridisciplinare per determinare se e come il cannabidiol (CBD), un composto non psicoattivo trovato nell'impianto della cannabis, fornisce al vantaggio terapeutico ai bambini i sintomi severi di disordine di spettro di autismo (ASD).

Lo studio, preveduto lanciare durante circa un anno, è costituito un fondo per da un regalo $4,7 milioni dalla razza e dalle fondamenta di Noorda del legame, in società con le fondamenta della ricerca e di formazione di Wholistic. Rappresenta il regalo privato più più conosciuto fin qui per la ricerca medicinale della cannabis negli Stati Uniti.

Basato al banco di Uc San Diego del centro della medicina per la ricerca medicinale della cannabis (CMCR), lo studio farà partecipare un gruppo dei medici e scienziati che impiegano le valutazioni cliniche, coppia con la ricerca di base e di traduzione, attraverso un gruppo dei pazienti, per capire meglio come CBD interagisce con o altera l'attività neurale e se efficacemente ed allevia sicuro alcuni dei sintomi più problematici di ASD, quali i comportamenti aggressivi, comportamenti ripetitivi o auto-pregiudizievoli, l'iperattività e deficit sociali e comunicativi.

“Abbiamo bisogno chiaramente di più opzioni per i bambini con il moderato ad autismo severo, coloro del trattamento che soffre il più grande impatto e che hanno bisogno della maggior parte della guida,„ abbiamo detto Igor Grant, Direttore di CMCR, di MD e la presidenza del dipartimento della psichiatria alla scuola di medicina di Uc San Diego. “Sta diventando più evidente che CBD ha una serie di effetti sul sistema nervoso centrale che può essere pertinente ad autismo e ci sono rapporti aneddotici che suggeriscono che i trattamenti di CBD possa migliorare il funzionamento in un bambino di ASD.

“Studiare gli effetti del cannabidiol su autismo è stato uno scopo a lungo termine per CMCR. Siamo eccitati per cominciare questo test clinico e per aprire alla la conoscenza supplementare e basata a prova di come la cannabis ed i cannabinoidi possono essere usati come medicine, non solo per autismo, ma in futuro per altri disordini neurodevelopmental e neuropsichiatrici.„

ASD pregiudica stimato in 68 bambini negli Stati Uniti, soprattutto ragazzi. Il disordine neurodevelopmental è complesso, con il multiplo conosciuto o ha sospettato le cause, dalle mutazioni genetiche ereditate alle condizioni ambientali a disfunzione metabolica. Una conseguenza importante è lo sviluppo e funzionamento anormali della connettività e delle comunicazioni fra le cellule cerebrali e fra le reti neurali, con conseguente molti dei danni sociali e conoscitivi osservati in persone con ASD.

“La parte più emozionante di questo studio novello è che i risultati potrebbero avere implicazioni tremende per non appena i bambini con autismo, ma per i bambini con altri tipi di inabilità neurodevelopmental,„ ha detto Doris Trauner, il MD, professore distinto delle neuroscienze e della pediatria alla scuola di medicina di Uc San Diego e ad un neurologo pediatrico di partecipazione al Ospedale-San Diego dei bambini di Rady con competenza speciale nelle inabilità neurodevelopmental. Come ricercatore principale, Trauner sorveglierà la progettazione e l'esecuzione del test clinico.

CBD è un composto chimico importante trovato in cannabis. Non produce gli effetti della sensibilità “livello,„ che siano causati dal tetrahydrocannabinol o THC (l'ingrediente psicoattivo in marijuana), ma come una di più di 100 cannabinoidi in cannabis, CBD interagisce con il sistema del endocannabinoid dell'organismo, una rete dei neurotrasmettitori che regolamentano i diversi processi e risposta fisiologici e conoscitivi allo sforzo. CBD può influenzare ulteriormente altre vie neurali di segnalazione. Alcuni dati suggeriscono che CBD possa essere efficace nel controllo di attacco e potrebbero diminuire il pensiero disordinato nei sintomi di ansia e della schizofrenia in parecchi termini, compreso disordine post - traumatico di sforzo.

Grant ha detto raccogliendo la prova suggerisce che il sistema del endocannabinoid fosse associato con quattro funzionalità fenotipiche conosciute per essere atipico in ASD: responsivity sociale della ricompensa, sviluppo neurale, ritmo circadiano e sintomi in relazione con l'ansia. “Che rende al sistema del endocannabinoid una regione principale per l'individuazione e le prove nuove, composti potenzialmente terapeutici, quale CBD.„

Gli scopi dello studio sono tripli: per determinare se CBD è sicuro e tollerabile e se allevia i sintomi avversi di ASD; per scoprire se e come CBD altera l'attività delle onde cerebrali, i neurotrasmettitori e/o la connettività di rete del cervello; e per scoprire se i biomarcatori di neuro-infiammazione (anche probabilmente connessa con ASD) sono alterati da CBD.

Il test clinico consisterà di 30 bambini, le età otto - 12 anni, con autismo ed i sintomi severi. Tutti riceveranno la prova comportamentistica, le scansioni di MRI e gli elettroencefalogrammi. Nella prima fase dello studio, la metà dei bambini riceverà CBD ed il mezzo placebo. Nella seconda fase, i gruppi saranno passati e la metà che originalmente ha ricevuto CBD riceverà il placebo, mentre il gruppo iniziale del placebo riceverà CBD. I ricercatori saranno accecati a cui i bambini stanno ricevendo a cui trattamento fino dopo che tutta prova è completata alla conclusione dello studio.

CBD è un controllato, programma 1 droga, come definito tramite la DEA. La disponibilità per la ricerca è limitata rigorosamente. Il CBD per questo studio sarà fornito da INSYS Therapeutics, Inc., ad una società basata a Arizona in questione nello sviluppo, nella fabbricazione e nella commercializzazione dei cannabinoidi farmaceutici, con i prodotti destinati per indirizzare i vari disordini neurologici e neurodevelopmental.

Per capire i meccanismi di tutto il vantaggio clinico potenziale da CBD, il regalo di Noorda supporterà due studi molto attentamente collegati di scienza di base.

In primo luogo, facendo uso delle cellule epiteliali catturate dai partecipanti di prova, da un gruppo di ricerca intestato da Alysson Muotri, dal PhD, da professore nei servizi di scuola di medicina di Uc San Diego della pediatria e della medicina cellulare e molecolare, da Direttore del programma della cellula staminale di Uc San Diego e da un membro del consorzio di Sanford per medicina a ricupero, userà le cellule staminali pluripotent incitate per creare i modelli in vitro dei neuroni e dei organoids dei partecipanti -; le installazioni semplici ma organizzate, funzionali, tridimensionali delle cellule a volte hanno chiamato “i mini-cervelli.„ Muotri ed i colleghi hanno creato nel 2010 il primo modello cellulare umano di autismo, che può essere usato come strumento per le prove, la diagnosi e la selezione della droga.

In secondo luogo, Gabriel A. Silva, il PhD, professore della bioingegneria e delle neuroscienze e Direttore del centro per intelligenza naturale costruita al banco di Uc San Diego Jacobs di assistenza tecnica ed i colleghi useranno i modelli elaborati dal calcolatore di recente sviluppato per tenere la carreggiata ed analizzare la segnalazione fra i neuroni e le reti in vitro.

La razza e le fondamenta di Noorda del legame è basata nell'Utah e sottolinea la filantropia messa a fuoco sul miglioramento la salubrità e dell'accesso educativo. Il suo regalo che supporta lo studio di CBD è stato dato in società con ed è stato basato sulle raccomandazioni dalle fondamenta della ricerca e di formazione di Wholistic, situate a La Jolla, la California.

“Siamo entusiasmati per partner con gli scienziati rinomati e ricercatori a Uc San Diego su così studio approfondito,„ ha detto Pelin Thorogood, Presidente e co-fondatore per la ricerca di Wholistic e le fondamenta di formazione. “I risultati hanno il potenziale di fornire le opzioni del trattamento per i capretti innumerevoli i neurodisabilities e possono essere fondamentali per il campo di emergenza della terapia di cannabinoido.„