L'obesità si è associata con la progressione più rapida dell'inabilità nei pazienti di artrite reumatoide

In uno studio degli adulti con l'artrite reumatoide, coloro che era severamente obeso hanno avvertito l'inabilità più rapido di progressione che i pazienti che erano di peso eccessivo. Ciò non è stata spiegata dalle funzionalità della loro artrite, compreso la quantità di infiammazione nelle loro giunzioni. Nello studio di cura & di ricerca di artrite, perdita di peso dopo che l'iscrizione egualmente è stata associata con il peggioramento dell'inabilità, possibilmente come segno della debolezza.

Per esaminare col passare del tempo gli effetti dell'obesità in pazienti con l'artrite reumatoide, il panettiere di Joshua, il MD, MSCE, della scuola di medicina di Perelman all'università della Pennsylvania ed ai suoi colleghi ha esaminato le informazioni su 23.323 pazienti con l'artrite reumatoide dalla banca dati nazionale delle malattie reumatiche e 1697 dalla registrazione del RA di affari dei veterani.

L'obesità severa è stata associata con la progressione più rapida dell'inabilità. Lo studio egualmente ha trovato che i pazienti a che il peso perso ha teso a stare bene hanno reso non validi più rapidamente, particolarmente in coloro che era già sottile. “Crediamo che questo sia perché quando la gente ottiene più vecchia ed acquista le malattie, tendono a perdere il peso. Di conseguenza, la perdita di peso importante in questo studio è involontaria,„ ha detto il Dott. Baker. “Così, questo studio suggerisce che i pazienti con l'artrite reumatoide e l'obesità abbiano tratto giovamento da perdita di peso intenzionale con una strategia di gestione completa; tuttavia, quando vediamo che qualcuno è peso perdente senza provare, è probabilmente un segno prognostico difficile, particolarmente se sono già sottili.„

I risultati sono particolarmente pertinenti quando considera le tariffe stanti in rialzo dell'obesità negli ultimi anni. “Mentre i pazienti ed i reumatologi possono essere messi a fuoco principalmente su attività di malattia, dovremmo anche considerare questo stato comune, che può contribuire ai problemi che sono attribuiti solitamente all'artrite stessa,„ abbiamo detto il Dott. Baker. “Inoltre, la perdita di peso involontaria dovrebbe avvisarci che il paziente può diventare delicato ed è a rischio di sviluppare la nuova inabilità.„

Come le nuovi terapie e approcci a perdita di peso diventano disponibili, questi risultati contribuiranno a promuovere il loro uso in pazienti con l'artrite, contribuire ad impedire l'inabilità nel lungo termine. I risultati possono anche incoraggiare i fornitori di salubrità a riconoscere la perdita di peso involontaria come segno prognostico difficile ed a fare riferimento i pazienti affinchè addestramento di resistenza, terapia fisica ed altri interventi impediscano l'inabilità.

Sorgente: http://newsroom.wiley.com/press-release/arthritis-care-research/obesity-may-hasten-disability-patients-rheumatoid-arthritis