Lo studio esamina le tendenze delle infezioni resistenti agli antibiotici di baumannii del A. in bambini

Nel primo studio nazionale sulla prevalenza delle infezioni resistenti agli antibiotici di baumannii dell'acinetobatterio in bambini attraverso gli Stati Uniti, i ricercatori dal centro per la dinamica di malattia, l'economia, & la polizza (CDDEP) in Washington, in DC ed in Rush University in Chicago, IL hanno esaminato le tendenze nazionali e regionali di resistenza a antibiotici negli esemplari clinici sugli anni 13. Mentre c'era un aumento globale fra 1999 e 2012 nel rapporto degli isolati del baumannii del A. che erano resistenti alla cefalosporina ed al carbapenemico, gli autori hanno notato un leggero declino dopo un picco nel 2008. La diminuzione può essere attribuibile ad una combinazione di linee guida antibiotiche di amministrazione ha rilasciato nel 2007 e l'orientamento di controllo di infezione specificamente ha progettato per combattere il baumannii resistente della multi-droga A. nelle impostazioni di sanità.

Le infezioni causate dal baumannii droga suscettibile del A. sono difficili da trattare e l'emergenza della resistenza ha fatto il trattamento che sfida. Le infezioni altamente resistenti di baumannii del A. sempre più stanno riferende universalmente.

Lo studio ha trovato che la proporzione grezza di baumannii cefalosporina-resistente del A. è aumentato nel 2012 da 13,2% nel 1999 a 23,4%, mentre la proporzione di baumannii carbapenemico-resistente del A. è aumentato nel 2012 da 0,6% nel 1999 a 6,1%. Dal 1999 al 2012, la proporzione di baumannii cefalosporina-resistente e carbapenemico-resistente del A. è aumentato ogni anno di 3% e di 8%, rispettivamente; tuttavia, dopo del 2008, una tendenza verso il basso è stata osservata, ma la resistenza è rimanere più superiore a è stato osservato nel 1999.

“L'acinetobatterio è batteri conosciuti per causare le infezioni serie che sono notoriamente difficili da trattare a causa di resistenza a antibiotici crescente,„ secondo il Dott. Latania il K. Logan del centro medico di Rush University. “I batteri sopravvivono a per i lungi periodi nell'ambiente. Ulteriori studi sono necessari valutare le strategie di prevenzione più efficaci in bambini, che sono particolarmente vulnerabili al baumannii del A.„

“È incoraggiante vedere una tendenza al ribasso dopo del 2008, ma dobbiamo continuare a riflettere le tendenze della resistenza,„ ha detto il Dott. Sumanth Gandra del co-author di studio di CDDEP. “La mancanza di nuove droghe per trattare l'acinetobatterio rimane una preoccupazione,„ ha detto.

Sorgente: https://cddep.org/