Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I chirurghi di Penn eseguono l'ambulatorio spinale complesso robot-assistito mai visto per rimozione rara del tumore

Noè Pernikoff è di nuovo alla sua vita in New York dopo essere diventato il primo paziente nel mondo per subire un ambulatorio in tre parti e robot-assistito complesso. Le armi robot hanno permesso per il gruppo pluridisciplinare a Penn di eliminare con successo un tumore raro dal collo di Noè, in cui il cranio incontra la spina dorsale. L'ambulatorio di rottura al suolo è stato completato da un gruppo del multi-chirurgo, piombo dal Dott. Neil Malhotra, all'ospedale dell'università della Pennsylvania nell'agosto 2017 sopra una portata dei due giorni e di più di 20 ore.

Chordoma è un tipo raro di cancro che si presenta nelle ossa della base e della spina dorsale del cranio. Un tumore di chordoma si sviluppa solitamente lentamente ed è spesso asintomatico per anni. Nel caso di Noè di 27 anni Pernikoff, un incidente stradale 2016 ha rivelato la sua diagnosi sorprendente.

Fra le sue lesioni dall'incidente, Noè--chi stava lavorando in New York per una ditta di contratto commerciale--ha strappato il suo polsino di rotatore ed ha avuto parecchie ernie del disco. Più importante, tuttavia, era il suo dolore al collo fastidioso successivo all'incidente, che piombo ai raggi x che hanno rivelato la a riguardo alla lesione nel suo collo, sulla sua spina dorsale cervicale. La lesione era chiaramente indipendente dall'incidente e molto più riguardo a che le lesioni non gravi che aveva resistito a. Dopo la fabbricazione del ripristino dall'incidente, il padre di Pernikoff, un medico, ha incoraggiato suo figlio a vedere un neurochirurgo per la valutazione della lesione. Il neurochirurgo che Pernikoff ha veduto infine ha raccomandato una biopsia del punto, che ha provocato una diagnosi del chordoma.

“Sono fortunato perché hanno catturato presto miei. Per molta gente, se non è trovato presto e non trattato, è letale,„ Pernikoff ha detto. “Il medico ha detto se non lo avessi scoperto con l'incidente stradale che probabilmente avrebbe continuato crescere finché non venisse ad un punto sul mio midollo spinale in cui ha causato la paralisi o la morte. Ritengo molto fortunato in questo senso.„ Purtroppo, il neurochirurgo ha spiegato a Pernikoff, mentre l'ambulatorio è conosciuto per essere la migliore opzione per il chordoma, Pernikoff sarebbe troppo difficile da resecare e dovrebbe provare la seconda opzione, radiazione con la terapia del protone.

Chordoma è estremamente raro; pregiudica ogni anno soltanto uno in 1 milione di persone. Il tipo specifico di Pernikoff di chordoma, situato sulle sue vertebre C2, è ancora più raro, rendendo al trattamento una sfida. Il neurochirurgo di Pernikoff immediatamente lo ha fatto riferimento a Penn, in cui un gruppo pluridisciplinare ha esaminato il suo caso ed alle sue opzioni ed ha cominciato a perfezionamento una pianificazione del trattamento--non attraverso radiazione, ma un ambulatorio complesso che non era stato eseguito mai già.

Neil Malhotra, MD, un assistente universitario di neurochirurgia e ortopedia e la presidenza vice delle operazioni nel dipartimento di neurochirurgia, ha riunito un gruppo pluridisciplinare dei medici per trattare il chordoma di Pernikoff. Malhotra pianificazione eliminare il tumore con un approccio spinale raro e complesso della chirurgia. Jr. di Bert W.O'Malley, MD, un professore e presidente del dipartimento di otorinolaringoiatria: Chirurgia del collo e del capo, pianificazione per aiutare l'approccio di Malhotra e per migliorare il ripristino di Pernikoff usando un approccio robot (TORS) trans-orale per la seconda parte dell'ambulatorio. I TOR è il primo gruppo del mondo di tecniche robot come minimo dilaganti della chirurgia, inventato a Penn, per eliminare i tumori benigni e maligni della bocca e della gola.

“Questo sarebbe un uso mai visto di un robot in questo modo--un approccio raro ad un caso già raro e complesso,„ Malhotra ha detto. “Il nostro gruppo ha dovuto ricostruire l'area eliminata della spina dorsale di Pernikoff facendo uso dell'osso e dei coni retinici e quello era soltanto l'inizio.„

I pali erano alti. A causa del collocamento del tumore, Malhotra ha detto che la rimozione potrebbe compromettere l'integrità strutturale della spina dorsale di Pernikoff, causante paralisi permanente. C'era egualmente un rischio di complicazioni quali l'osso e ripartizione del tessuto, perdita di odorato, emissioni fini di abilità motoria e paralisi completa. E, disse, “se non potessimo eliminare l'intero tumore, probabilmente si svilupperebbe indietro, forse più aggressiva di prima.„

L'ambulatorio è stato eseguito in tre parti. In primo luogo, i neurochirurghi hanno passato tramite la parte posteriore del collo di Pernikoff ed hanno tagliato la spina dorsale intorno al tumore per preparare per la seconda tappa, eliminando il tumore attraverso la sua bocca. Il tasto a questa fase sarebbe di fare i tagli ultrasonici dell'osso--eliminazione del frammento di ossa--intorno al tumore senza toccarlo e senza danneggiare il midollo spinale che stende fra il neurochirurgo ed il tumore/colonna vertebrale. Con successo di fase uno, O'Malley e un gruppo di tre chirurghi del collo e della testa hanno utilizzato il robot chirurgico per rimuovere un percorso in modo da Malhotra potrebbe eliminare il tumore e la parte della colonna vertebrale, nella sua totalità attraverso la bocca. Per concludere, il gruppo ha ricostruito la colonna vertebrale di Pernikoff, che ora stava mancando un osso importante nel suo collo, facendo uso di alcuno del proprio osso di Pernikoffs dal suoi cinorrodo e coni retinici per finire la stabilizzazione della parte recentemente sviluppata di sua spina dorsale.

“La capacità di questi tecnologia e procedura è rivoluzionaria,„ O'Malley ha detto. “Questo ambulatorio era approfondito ed è un esempio meraviglioso di come i TOR versatili è per i tumori nella testa, nel collo ed ora nella spina dorsale.„

Ora, nove mesi dopo l'ambulatorio, Pernikoff è già di nuovo a lavoro in annuncio pubblicitario che si contrae e che dice che è per sempre riconoscente per l'incidente stradale che ha rivelato la sua diagnosi e la cura di salvataggio che ha ricevuto alla medicina di Penn.