Lo studio trova l'incidenza delle fratture in 15% dei pazienti di osteoporosi che richiedono “le feste della droga„

I pazienti che catturano tipicamente le droghe di osteoporosi per i lungi periodi si consigliano temporaneamente di interrompere le droghe per impedire gli effetti secondari rari ma seri alla mascella ed alle coscie.

Uno studio della medicina di Loyola ha trovato quello 15,4 per cento dei pazienti che richiedono le cosiddette “feste della droga„ dalle droghe di osteoporosi chiamate fratture sperimentate bifosfonati. Durante il periodo di sei anni di seguito, l'incidenza annuale delle fratture ha variato da 3,7 per cento a 9,9 per cento, con la maggior parte delle fratture che accadono durante i quarti e quinti anni.

Lo studio da Pauline senior Camacho autore, MD e colleghi è stato pubblicato nella pratica della ghiandola endocrina del giornale.

I pazienti ad ad alto rischio della frattura che richiedono le feste della droga dovrebbero essere seguiti molto attentamente, particolarmente poichè la festa della droga allunga, ricercatori hanno scritto.

I bifosfonati sono i farmaci più comuni prescritti per osteoporosi. Le droghe rallentano il guasto alle ossa, contribuendo a mantenere la densità ossea e diminuire il rischio di fratture.

I bifosfonati sono stati collegati all'osteonecrosi della mascella (ONJ) e della frattura atipica del femore. ONJ accade quando la mandibola è esposta, in genere seguente una procedura dentaria e comincia a indebolirsi e morire. Una frattura atipica del femore è una frattura insolita dell'osso della coscia che può accadere anche con il cuscinetto normale del peso.

Per diminuire il rischio di questi effetti secondari, l'associazione americana degli endocrinologi clinici e l'istituto universitario americano dell'endocrinologia raccomandano che le donne al rischio moderato per osteoporosi richiedano una festa della droga dopo cinque anni di orale e tre anni di trattamento endovenoso di bifosfonato. Le donne all'elevato rischio per osteoporosi dovrebbero richiedere una festa della droga dopo 10 anni di orale e sei anni di trattamento endovenoso di bifosfonato.

Tuttavia, ci sono dati minimi su quanto tempo feste della droga durare. Lo studio di Loyola è stato destinato più ulteriormente per caratterizzare il rischio aumentato di frattura in pazienti che richiedono le feste della droga. Lo studio retrospettivo ha esaminato le registrazioni di 371 donna e di 30 uomini con osteoporosi o il osteopenia che hanno cominciato le feste della droga. (Pazienti con il osteopenia hanno le ossa deboli, ma non ancora osteoporosi.) I pazienti avevano catturato i bifosfonati per una media di 6,3 anni prima dell'inizio feste della droga. I due il più delle volte bifosfonati prescritti erano alendronate (Fosamax®), catturato da 62 per cento dei pazienti e risedronate (Actonel®), catturato da 34 per cento dei pazienti.

Sessantadue pazienti (15,4 per cento) hanno sperimentato le fratture dopo essere andato sulle feste della droga. I siti più comuni erano la manopola, il piede, le nervature e la spina dorsale. (Le fratture del piede corrente non sono considerate fratture osteoporotic.) Quelli molto probabilmente per sperimentare le fratture erano più vecchi ed hanno avuti densità minerale ossea più bassa all'inizio dello studio. A seguito delle fratture, i pazienti sono stati rimessi sui bifosfonati.

Le feste della droga hanno bisogno di ulteriore valutazione, il Dott. Camacho ed i colleghi hanno scritto. “I pazienti che cominciano feste della droga ad ad alto rischio per la frattura hanno basato su densità minerale ossea, sull'età o sull'altro seguito clinico di fine della cedola di fattori di rischio durante la festa, particolarmente come la sua durata allunga. Il rischio di frattura deve essere valutato regolarmente durante la festa ed il trattamento della droga riattivati di conseguenza.„

Sorgente: https://www.loyolamedicine.org/