La cattura del bus è un gran quantità più sicura del catturando l'automobile, studio di manifestazioni

La cattura del bus è un gran quantità più sicura di catturarlo l'automobilistico ed è egualmente più sicuro per i ciclisti ed i pedoni che catturano gli stessi itinerari, secondo un nuovo studio piombo dall'istituto di ricerca di salute pubblica di Université de Montréal (IRSPUM).

Pubblicato nel giornale di salubrità urbana, lo studio ha guardato col rischio della lesione lungo i 10 itinerari di bus più occupati sull'isola di Montreal ed ha indicato che il rischio è quattro volte maggior per gli occupanti dell'automobile che per gli occupanti del bus.

Oltre ad esaminare gli itinerari specifici, lo studio è il primo per confrontare l'effetto di uso del bus e dell'automobile sulla sicurezza dei pedoni e dei ciclisti. Per chilometro hanno viaggiato, gli scatti dell'automobile sono stati associati con un maggior numero delle lesioni pedonali (quattro volte più), delle lesioni del ciclista (cinque volte più) e delle lesioni interne e severe (cinque volte più) confrontate agli scatti del bus.

C'era 28 genti più seriamente danneggiate di volte in automobili (278 in 10 anni, compreso 19 morti) che gli occupanti del bus (10 danneggiati seriamente, nessun morti). Quarantadue pedoni e tre ciclisti sono stati uccisi in macchina, contro quattro pedoni ed i ciclisti zero in bus.

Guidato dai pro

Perché è il viaggio del bus più sicuro? Per uno, i driver sono preparati professionale. In secondo luogo, guidano più lentamente delle automobili. In terzo luogo, i bus viaggiano lungo gli itinerari designati ed il bastone usuale alla corsia giusta, che li rendono più prevedibili nel traffico. In quarto luogo, ben meno bus che le automobili sono necessari trasportare lo stesso numero della gente.

A Montreal, uno spostamento verso transito pubblico contribuirà a diminuire il numero delle lesioni, lo studio discute. Per il periodo studiato, 2001 - 2010, stima che il viaggio del bus lungo questi 10 itinerari abbia salvato 1.805 occupanti del veicolo, 156 ciclisti e 476 pedoni dalla lesione.

“Il punto fondamentale è che i pedoni, i ciclisti e gli occupanti del veicolo a motore principalmente sono feriti dove le velocità sono più alte e dove c'è la maggior parte dei veicoli, sulle arterie principali,„ ha detto l'autore principale Patrick Morency.

“La soluzione? Struttura permanente per diminuire le velocità e transito pubblico, 'ha detto Morency, un professore clinico di aiuto a IRSPUM che lavora al dipartimento di salute pubblica di Montreal.

4 volte più traffico di automobile

Aiutato dai colleghi là e con altri al métropolitain del trasporto di Réseau de (RTM) ed al trasporto de Montréal (STM) di Sociéte de, Morency ha esaminato la collisione di giorno della settimana ed i dati di lesione compilati nei rapporti della polizia ad assicurazione di automobile della Quebec imbarcano, il SAAQ, fra 2001 e 2010. Durante quel periodo, il viaggio di automobile sui 10 itinerari ha rappresentato annualmente quattro volte altrettanti passeggeri-chilometro che il viaggio del bus: 1,3 miliardo contro 257 milioni.

(Il viaggio di automobile era realmente molto più alto, poiché i dati includono tutti i veicoli e non differenziano le automobili dai camion pesanti e dai bus.)

Gli itinerari più occupati di bus e dell'automobile erano lungo il boulevard di Henri-Bourassa., la st di Sherbrooke ed il boulevard di Côte Vertu. e st di Sauvé. Ma quelli non erano gli itinerari più pericolosi; le più alte tariffe di lesione in automobili sono state vedute lungo la st di Jarry, boulevard della Jean-Matrice. e st di Beaubien. Le più alte tariffe di lesione del ciclista connesse con il viaggio di automobile erano Beaubien, Jarry e Sherbrooke; per i pedoni, Beaubien, Jarry e la Jean-Matrice. Boulevard di Lacordaire. e (facendo partecipare i pedoni) boulevard del Grafico a torta-IX. erano egualmente nei 3 principali per gli incidenti del bus.

Sebbene i più nuovi dati di lesione, fino a 2016, siano disponibili, i dati precisi di traffico per gli itinerari studiati non erano ed in modo dalla ricerca corrente ha dovuto essere limitata a 2001-2010, Morency ha detto. Ora sta lavorando con Jillian Strauss e Catherine Morency (Polytechnique Montréal) sulle figure di compilazione non solo per i 10 itinerari più occupati ma anche per l'area metropolitana di Montreal. Nel frattempo, ha presentato suo l'ultimo studio ai funzionari di transito di Montreal ed a speranze che utilizzeranno l'analisi nelle campagne di informazione pubblica che sollecitano non appena il risparmio ma anche la sicurezza del viaggio in bus.