I ricercatori trovano il nuovo metodo per trattare l'asma severa

I ricercatori dalla McMaster University e l'istituto del Firestone per funzione respiratoria alla sanità Hamilton di St Joseph, insieme ai colleghi ad altre istituzioni partnering, hanno messo a punto un nuovo metodo per trattare l'asma severa. In uno studio oltre di 200 partecipanti con asma severa, il nuovo trattamento è stato indicato per avere i sintomi di asma e funzione polmonare migliori, mentre diminuiva l'esigenza dei corticosteroidi da fino a 70%.

Secondo le statistiche Canada, 8% dei canadesi ha invecchiato 12 o più vecchio - circa 2,4 milione di persone - sono stati diagnosticati con asma. Di quello, circa 25% sono considerati come casi severi di asma.

I trattamenti correnti per asma severa comprendono spesso le dosi elevate dei corticosteroidi, quale prednisone, per gestire le esacerbazioni. La diminuzione dell'esigenza dei corticosteroidi con i trattamenti alternativi è preferibile, poiché questi farmaci sono associati con gli effetti secondari seri da uso prolungato - compreso le tossicità e l'immunosoppressione dell'multi-organo.

Il Dott. Parameswaran Nair, il respirologist del personale alla sanità Hamilton di St Joseph e professore di medicina alla McMaster University, con un gruppo dei ricercatori hanno trovato che un anticorpo chiamato dupilumab è efficace nel trattamento dell'asma severa invece delle dosi elevate di prednisone. I risultati sono stati pubblicati in New England Journal di medicina, una delle pubblicazioni mediche più influenti del mondo.

I ricercatori hanno cercato i partecipanti che stavano usando i corticosteroidi orali (prednisone) per trattare l'asma severa per almeno sei mesi prima dello studio. Oltre al loro regime standard dei corticosteroidi, i pazienti hanno ricevuto il dupilumab o un placebo durante le 24 prove di settimana. La dose del corticosteroide è stata diminuita gradualmente durante le settimane quattro - 20 ed è stata mantenuta ad un a basso livello per le quattro settimane definitive.

“La capacità di dupilumab di aumentare la funzione polmonare contrassegnato come ha fatto in questo studio, anche di fronte a ritiro [del corticosteroide], indica che sembra inibire i driver chiave di infiammazione del polmone,„ i ricercatori celebri.

Dupilumab funziona per trattare l'asma bloccando due proteine specifiche (chiamate interleukin-4 e interleukin-13) che sono associate con infiammazione delle gallerie di ventilazione.

Questa tecnica è stata basata sul lavoro precedente del Dott. Nair pubblicato in New England Journal di medicina nel 2009 e nel 2017. Quegli studi hanno trovato quella didascalia un'altra proteina, interleukin-5, conceduto i pazienti con i livelli elevati dell'eosinofilo nel loro sangue e gallerie di ventilazione per diminuire la loro dose del corticosteroide. Gli eosinofilo sono un tipo di globulo bianco in questione con la produzione delle interleuchine. I livelli elevati dell'eosinofilo direttamente sono collegati ad un rischio aumentato di asma severa.

A differenza degli studi precedenti, il dupilumab è stato indicato per essere efficace indipendentemente dai livelli dell'eosinofilo dei pazienti. Malgrado la dose diminuita del prednisone, i pazienti in questo studiano non solo hanno avvertito una diminuzione nelle esacerbazioni di asma, ma la loro funzione polmonare egualmente è migliorato significativamente.

“Infine, il nostro scopo è di trovare le nuove vie del trattamento che permettono che noi aggiriamo l'uso dei corticosteroidi,„ ha detto il Dott. Nair. “Poiché il dupilumab ha mostrato che un miglioramento significativo su controllo di asma indipendentemente dall'eosinofilo livella, noi può potere applicare questa terapia per una più vasta gamma di pazienti che precedentemente abbiamo pensato possibile. Ciò potrebbe essere dovuto i vasti effetti su infiammazione nell'asma delle due proteine che potevamo bloccare con dupilumab. Il trattamento non è stato associato con alcuni effetti secondari seri.„

Il Dott. Nair ed il suo gruppo ha presentato ai dettagli del loro studio alla conferenza internazionale della società toracica americana a San Diego questa settimana passata. Là, i ricercatori ed i clinici intorno al mondo si sono riuniti per discutere le malattie respiratorie e le ultime innovazioni nel trattamento.

“Questo lavoro evidenzia l'eccellenza della ricerca e clinica nelle malattie polmonari che esiste a St Joseph ed all'istituto del Firestone,„ il Dott. spiegato Jack Gauldie, vice presidente (ricerca) alla sanità Hamilton di St Joseph e un professore emerito della McMaster University.

“Il Dott. Nair è uno di migliori clinici del mondo nel campo di asma severa ed i suoi studi su modifica del regolamento immune, mirante a due fattori immuni importanti, portano un impatto immenso direttamente dal laboratorio al paziente nella gestione del questo modulo difficile e pericoloso di asma. Siamo immenso fieri di questi avanzamenti nella medicina polmonare.„

Sorgente: http://www.mcmaster.ca/