Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

L'IDF lancia l'iniziativa per migliorare i servizi sanitari per gli sfollati con il diabete

La federazione internazionale del diabete annuncia l'iniziativa per migliorare la cura del diabete nelle impostazioni umanitarie.

La federazione internazionale del diabete (IDF) stima che quattro milione di persone che vivono con il diabete siano spostati con forza come conseguenza di artificiale e dei disastri naturali. In queste circostanze difficili, la gente con il diabete spesso lotta per gestire il loro stato ed è al rischio aumentato di inabilità e di morte prematura. Per sollevare la consapevolezza delle sfide del diabete d'impedimento e di gestione nelle impostazioni umanitarie, l'IDF ha lanciato un'iniziativa del multi-consegnatario per incoraggiare l'atto, migliora i servizi sanitari ed assicura l'accesso alle medicine essenziali per gli sfollati con il diabete.

Il diabete di gestione non è sempre facile. Può causare la sofferenza inutile per le persone e le loro famiglie e collocare un carico significativo sulle risorse di sanità. Preoccupandosi per il diabete diventa particolarmente difficile quando la gente è costretta a fuggire.

Il diabete Undiagnosed e male controllato può piombo alle complicazioni acute e pericolose quali cecità, l'amputazione, l'insufficienza renale, gli eventi cardiovascolari e la morte prematura. Universalmente, l'IDF stima che uno in due genti sia undiagnosed. La gente nelle impostazioni umanitarie affronta un rischio ancora maggior di sotto-diagnosi.

Secondo l'alto commissario di nazioni unite per i rifugiati (UNHCR), ci sono 65 milione di persone spostati come conseguenza dei conflitti da solo. I conflitti ed i disastri provocano i movimenti delle popolazioni su grande scala. Il loro arrivo nelle posizioni non preparate esercita la pressione severa sulle risorse di sanità e posa una sfida significativa. I sistemi di salubrità lottano per rispondere all'emergenza e per fornire la sanità per i nuovi arrivi e la loro popolazione attuale.

La ricerca limitata è stata condotta per valutare il carico del diabete fra gli sfollati. Dove gli studi sono stati intrapresi, suggeriscono le più alte tariffe di prevalenza del diabete che nella popolazione in genere.

Con forza gli sfollati con il diabete non possono potere accedere alle medicine ed alle offerte che hanno bisogno di ed il personale di sanità di emergenza non è formato sempre per occuparsi della circostanza. Questa situazione è composta tramite rottura ad alimento, all'acqua ed alle utilità.

Commentando dietro la nuova iniziativa, Presidente il professor Nam H. Cho dell'IDF ha dichiarato:

La gente che vive con il diabete deve potere accedere alle medicine essenziali e preoccuparsi devono gestire la circostanza ed evitare le sue complicazioni debilitanti. Per alcuno, questo è un aspetto di vita o della morte. L'assicurazione dell'accesso immediato alle medicine essenziali è una priorità quando la gente con il diabete è costretta a fuggire le loro case. L'offerta deve essere ininterrotta e se al nessun o al basso costo molto in moda da non fissare il prezzo le medicine dalle mani di coloro che le ha bisogno di più. Troppo spesso, la cura per la gente con il diabete è trascurata nella risposta ad una crisi umanitaria. Stiamo richiedendo azione concordata per assicurarci che i bisogni di sanità della gente con il diabete non siano non presi in considerazione quando il disastro direzione.

L'IDF chiama sui governi nazionali, le organizzazioni del donatore e dell'internazionale, società civile ed il settore privato a:

  • L'accesso ininterrotto di garanzia al farmaco del diabete e la cura per tutta la gente impetuoso-spostata con il diabete ed integrano la cura del diabete come componente chiave della risposta umanitaria
  • Aumenti il finanziamento per rinforzare i sistemi di salubrità nelle aree con un alto carico delle popolazioni spostate
  • Conduca la ricerca per valutare con forza il carico esatto del diabete fra gli sfollati

La campagna del multi-consegnatario comprende i rappresentanti del comitato internazionale della Croce Rossa (CICR), agenzia di sollievo di nazioni unite e degli impianti per i rifugiati di Palestina nel Vicino Oriente (UNRWA) e l'organizzazione mondiale della sanità (WHO). È supportata da una concessione dalle fondamenta del diabete del mondo (WDF).

“WDF è supporto contentissimo questo sforzo per migliorare la cura del diabete nelle impostazioni umanitarie. La nostra visione è di alleviare il carico del diabete fra la gente che è la più vulnerabile alla malattia. La diminuzione della sofferenza causata dal diabete durante le crisi è centrale a quella visione - e una priorità per WDF, data il numero crescente degli sfollati universalmente,„ ha detto il bradipo Madsen, Program Manager, WDF di Jakob.

Sorgente: https://www.idf.org/