Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I ricercatori scoprono la cascata dei trattamenti immuni collegati ai risultati difficili nel cancro al seno aggressivo

I ricercatori hanno scoperto il trattamento che permette che le celle immuni del soppressore si sviluppino, suggerente un nuovo modo potenziale sostenere il trattamento di immunoterapia

Il Cancro è astuto. Per sopravvivere a e prosperare, i tumori trovano un modo di contrastare i sistemi naturali del nostro organismo.

Esaminando questi sistemi, i ricercatori al centro del Cancro di Rogel dell'università del Michigan hanno scoperto che le celle del tumore riprogrammano le vie metaboliche per guadagnare il controllo sopra un tipo di cella immune che permette la crescita del cancro.

le celle Mieloide-derivate del soppressore vivono nel microenvironment del tumore e lavorano per bloccare l'immunità del cancro. Egualmente incoraggiano una crescita del tipo di cella del gambo che è collegata a cancro più aggressivo. I pazienti con molte queste celle del soppressore hanno tipicamente risultati peggiori. Essenzialmente, il loro sistema immunitario non è abbastanza forte combattere contro il tumore.

Più ulteriormente, quando ci sono tantissime celle mieloide-derivate del soppressore, i trattamenti di immunoterapia tendono ad essere inefficaci perché le cellule T immuni sono soppresse.

Esaminando le celle di cancro al seno triplo-negative, i ricercatori hanno trovato che il trattamento metabolico tramite cui le celle ripartono il glucosio egualmente regolamenta l'espressione di un'isoforma specifica di C/EBP-beta che a loro volta induce più celle del soppressore a svilupparsi. Il sistema immunitario non può montare abbastanza di un assalto sulle celle del tumore, che traduce ai risultati difficili nei pazienti di cancro al seno triplo-negativi.

“Non abbiamo molte opzioni del trattamento per cancro al seno triplo-negativo. Una delle ragioni immunologiche può essere che questi tumori hanno tantissime celle mieloidi del soppressore. Ciò ha potuto essere un'emissione. Speriamo che capendo la biologia meglio, può piombo ai nuovi modi aiutare questi pazienti,„ diciamo Weiping Zou, M.D., Ph.D., il Charles B. de Nancrede professore di chirurgia, di patologia, di immunologia e di biologia all'università del Michigan.

Essenzialmente, è una cascata: La glicolisi trattata inizia le cose. Mira ad un meccanismo molecolare chiamato RIVESTIMENTO, un'isoforma specifica di C/EBP-beta, che poi gestisce l'espressione di G-CSF e di GM-CSF, piccole proteine fatte dalle celle del tumore, che supportano le celle ed il risultato mieloidi del soppressore nell'immunosoppressione.

I ricercatori hanno esaminato questa relazione nelle linee cellulari triplo-negative del cancro al seno e nei modelli del mouse. Poi hanno esaminato i campioni pazienti del tumore per valutare come la via metabolica, il numero delle celle del soppressore ed impronte immuni collegate con la sopravvivenza paziente. Stavano esaminando i campioni da 250 pazienti di cancro al seno triplo-negativi, hanno trovato che quando la via metabolica per glicolisi è stata arricchita, così le celle immuni del soppressore - e questa collegata con la sopravvivenza globale peggiore. Al contrario, i tumori con un'alta impronta a cellula T hanno esibito meno di queste celle del soppressore ed i pazienti hanno avuti migliori risultati.

I ricercatori esamineranno i meccanismi potenziali per mirare a questa cascata. Lo studio è pubblicato nel metabolismo delle cellule.