Gli esperti in Organo permanente per la salute e sicurezza suggeriscono il nuovo modo di esame dell'infantilismo

Le visualizzazioni sull'età umana devono essere rivisitate. Il valore dell'età adulta come periodo di certezza è diminuito per molti, in modo da significa che questo periodo sta ritardando. I trattamenti dello sviluppo di personalità variano e gli adulti stanno conservando i segni di infantilismo. Gli esperti nell'università di Organo permanente per la salute e sicurezza, Elena Sabelnikova e Natalia Khmeleva, suggeriscono un nuovo modo di esame del fenomeno di infantilismo nel loro infantilismo di carta: Costruzione e operazionismo teorici che evita un approccio “di giudizio„.

La periodizzazione tradizionale di vita dall'età “giovane bambino - l'adulto„ non è oggi abbastanza pertinente. Troppe cose sono cambiato: il passo di vita, approcci a formazione, ruoli ed istituzioni sociali, matrimonio ed identità professionale. I corsi della vita della gente sono diventato meno prevedibili. L'inizio della vita adulta è cambiato. Per concludere, il valore dell'età adulta sta mettendo in discussione e l'infantilismo sta trasformandosi in in un fenomeno comune.

Auto-identità in ritardo

Da una prospettiva psicologica, l'età adulta implica l'autoregolazione, la scadenza emozionale (razionalità, autocontrollo, mancanza di impulsivity, ecc.), la responsabilità, la capacità auto-riflettere e la necessità di lavorare ed avere relazioni stabili. Gli adulti tentano d'ottenere successo nelle loro professioni e vita in famiglia. Alcuni psicologi sottolineano l'importanza dei motivi di affiliazione e del risultato. Per una persona è importante definire la suoi posizione, stile di vita, ecc. civili e sociali.

Secondo Sabelnikova e Khmeleva, la personalità infantile, al contrario, è caratterizzata dalle sensibilità acerbe ("„ reazioni puerili, mancanza di forza di volontà, mancanza di fiducia), dal luogo esterno di controllo (l'altra gente è incolpata di), dal auto-concetto gonfiato, dalle esigenze di minimo nei confronti dell'auto (accompagnato da molta richiesta sulla società) e dall'egocentrismo. “Ricerche infantili di una persona per sfuggire alla necessità di valutare adeguatamente realtà sociale obiettiva„, gli autori del documento aggiunti.

Cioè la scadenza è associata con la riuscita padronanza dei ruoli sociali chiave: professionale, nuziale e parentale. Ma sempre più la gente sta ritardando questa scelta e sta stimandola diversamente. La gente sta spendendo più tempo alla ricerca di se stessi e sta catturando più lungamente per ottenere una formazione e per scegliere un partner. Di conseguenza, il trattamento dell'identificazione professionale e personale sta catturando più lungamente.

I limiti dell'età sono relativi

I dati demografici indicano che l'età della separazione dalla famiglia dei genitori si è spostata da 18-20 nelle più vecchie generazioni (per esempio, fra i Russi sopportati negli anni 50) a 23-25 per quei nati durante il baby-boom degli anni 80.

Quasi un terzo della generazione sopportata fra 1980 e 1986 crede che si siano precipitati troppo presto in indipendenza. “Da un lato, possiamo supporre che 70% di più giovani dichiaranti aveva preso di pensiero una decisione buona fuori poiché sono sicure che hanno cominciato da sè al momento giusto per loro„, ha detto gli esperti demografici Alina Dolgova e Ekaterina Mitrofanova. “Tuttavia, una proporzione equo grande e crescente aveva preso apparentemente leggermente la decisione e successivamente se la era rammaricata„.

La periodizzazione delle età ha variato negli studi differenti. L'età adulta ha nomi differenti: scadenza, fase personale dell'agenzia, medio evo, ecc. Alcuni ricercatori, compreso la tolleranza americana Craig e Don Baucum degli psicologi, suggeriscono di parlare “dell'età adulta iniziale„ fra 18 e 40. Altri studiosi, quale lo psicologo americano la Virginia Quinn, definiscono lo stesso periodo “di giovane età„. Secondo Sabelnikova e Khmeleva, questo è il periodo principale di auto-realizzazione.

Fattori di infantilismo

Il ritardo dell'età adulta è una risposta alla nuova realtà, molti studiosi crede. Tutto sta cambiando, dall'insieme delle competenze e dei processi (alcuni di loro stanno scomparendo mentre gli altri stanno evolvendo), alle relazioni.

Vari nuovi “modi vivere„ sono stati scoperti. I modelli alternativi dell'età adulta si sono evoluti. I corsi della vita della gente sono diventato imprevedibili. Per esempio, la gente utile un grado, lavoro e poi studia ancora e cambia la loro professione. La gente può lasciare i loro genitori domestici, ma d'altra parte ritorna ed estende la loro “infanzia„. Nel frattempo, l'intervallo delle opportunità di vita è troppo ampio, che possono disorientarla e rendere difficile operare una scelta.

Le scelte educative hanno “una data di scadenza sconosciuta„ (dovuto il futuro poco chiaro delle professioni) e, secondo lo psicologo Alexandra Bochaver, causano la mancanza di fiducia. Di conseguenza, i giovani tendono a diventare evaso e ritardare le decisioni importanti. Invece di scelta della strategia, si limitano alle soluzioni tattiche in varie sfere di vita e ritardano le loro scelte (" adulte ") definitive.

I termini per la socializzazione sono cambiato. La comunicazione in gran parte è andato online ed è mediata da tecnologia digitale e dalle unità: aggeggi, apps mobili, media sociali, messaggeri, ecc. Ma tali contatti sono superficiali, Sabelnikova e Khmeleva crede. Alcuni studi hanno indicato che quando la comunicazione in tensione è sostituita con la comunicazione digitale, diminuzioni di empatia e “il comportamento del tipo di autistica„ si sviluppa (auto-assorbimento, realtà d'evasione). Ciò piombo ad immaturità emozionale.

L'ambiente socioculturale egualmente è cambiato ed i ruoli tradizionali stanno svalutandi. “Lo scopo “da essere felice che„ sta sostituendo con lo scopo “per riuscire„„, Sabelnikova e Khmeleva scrive. “Molti valori stanno ottenendo “non„ un prefisso: per non sposarsi, non avere bambini, poiché i vecchi valori patriarcali saranno un ostacolo per i giovani contemporanei che sono disposti a diventare riusciti con tutti i mezzi„.

Con tutti questi cambiamenti potenti dell'ambiente, il infantilization assomiglia ad un fenomeno logico.

Inoltre, alcuni tipi di attività egualmente urtano il trattamento di maggiore età. Per esempio, secondo la Virginia Quinn, formazione permanente di studi (lastra, di laurea,) lunga rallenti piuttosto il trattamento di crescere. Tale gente spesso vive con i loro genitori e non è disposta ad ottenere un processo ed ad utile un reddito.

Peter Pan, principe, ragazzo eterno

Gli psicologi hanno studiato i segni di infantilismo dalle varie prospettive. Jeffrey Arnett, autore della teoria emergente di età adulta (2000), ha descritto un periodo speciale dell'età da 18 a 25. I giovani di questa età non sono più adolescenti, ma non sono adulti ancora. Sono soltanto parzialmente indipendenti, poiché vivono solitamente con i genitori. Tali giovani hanno molte opportunità e poche responsabilità. Prima della scelta un partner o della vocazione, possono provare le opzioni differenti parecchie volte.

Carl Gustav Jung ha fornito un'analisi psicanalitica di questo fenomeno. Parlando “dell'archetipo del ragazzo eterno„ (aeternus del puer), ha significato la gente che evita la responsabilità adulta.

Il pari Marie-Louise von Franz di Jung ha sviluppato queste idee in ragazzo eterno di suo libro “. Puer Aeternus„. Ha esaminato un modulo particolare di nevrosi in tale gente: “una vita provvisoria„.

Un uomo che soffre questa nevrosi ritiene che non esista ancora in realtà. Nella sua ricerca di un partner, di un processo, o di una vocazione che ritiene costantemente che questo non sia che cosa vuole. Lo stato “di vita provvisoria„ può durare: “un ragazzo eterno„ comincia evitare vivere nel presente. Di conseguenza, può acquistare le dipendenze, gli attacchi di rabbia e le fobie.

Un simile fenomeno è kidults (kid+adult), un termine che in primo luogo è comparso in New York Times in un articolo dal giornalista Peter Martin durante il burst di popolarità del commputer della galleria. Kidults è la gente che conserva i loro likings adolescenti (dai video giochi, anime e fantasia, ad uno stile di vita senza responsabilità) finché non siano 30-35 e più vecchio. Gli psicologi illustrano questo tipo con tali caratteri come Peter Pan ed il piccolo principe.

Legittimazione di infantilismo

Alcuni studiosi sostengono che l'età adulta non è più un valore incondizionato. Per esempio, uno studio sugli atteggiamenti fra i quinto-selezionatori oggi ha rivelato che non sono disposte a crescere. Associano l'età adulta non solo con indipendenza, ma anche con molte responsabilità. I giovani adulti sono in una simile situazione. “L'immagine contraddittoria del futuro… spaventa un giovane e le incoraggia a restare “nell'infanzia„, dove non c'erano problemi e la vita era stabile e sicura„, Sabelnikova e Khmeleva scrive. Risulta che l'infantilismo in questo caso è quasi una scelta cosciente.

I ricercatori ritengono che l'infantilismo non dovrebbe essere giudicato. Fino ad un certo punto, può essere considerato un segno di diversità di tempo nello sviluppo personale. Lev Vygotsky usato per scrivere circa i simili trattamenti.

“Il percorso della personalità a scadenza non è omogeneo da tipo„, non dice Sabelnikov e Khmeleva. dovuto diversità di tempo, in gente infantile, l'area di forza di volontà ed emozionale “cade dietro le tariffe generali dello sviluppo e l'intelligenza e la cognizione si sviluppano più velocemente della media in questo periodo„.

“La legittimazione„ di infantilismo può anche essere collegata con la sua valutazione come meccanismo protettivo, un modo superare le difficoltà nella vita. Nancy McWilliams, uno psicanalista dagli Stati Uniti, sottolineati che il termine “personalità infantile„ sta scomparendo dal listino ufficiale, che è logico; nei termini moderni, è appena un corso alternativo di vita.

Sorgente: https://iq.hse.ru/en/news/219491658.html