Il nuovo innesto del cervello può contribuire a trattare la malattia del Parkinson

Lo stimolo profondo del cervello è stato usato per trattare i sintomi della malattia del Parkinson per 25 anni, ma le limitazioni piombo i ricercatori cercare i modi migliorare la tecnica. Questo studio descrive il primo sistema completamente impiantato di DBS che usa il feedback dal cervello stesso per regolare la sua segnalazione. Lo studio è stato supportato dagli istituti nazionali della ricerca del cervello della salubrità through avanzando l'iniziativa innovatrice delle tecnologie (CERVELLO) e l'istituto nazionale dei disordini neurologici e colpo (NINDS).

“L'approccio novello contenuto questo studio di fattibilità su scala ridotta può essere un primo punto importante nello sviluppare raffinato o il modo personale affinchè medici diminuisca i pazienti di problemi con la malattia del Parkinson affronta ogni giorno,„ ha detto Nick B. Langhals, Ph.D., direttore del programma a NINDS e cavo del gruppo per l'iniziativa del CERVELLO.

Lo stimolo profondo del cervello è un metodo di gestione dei sintomi della malattia del Parkinson chirurgicamente impiantando un elettrodo, un collegare sottile, nel cervello. Lo stimolo profondo tradizionale del cervello consegna lo stimolo costante ad una parte del cervello chiamato i gangli basali per contribuire a trattare i sintomi di Parkinson. Tuttavia, questo approccio può piombo agli effetti secondari indesiderati, richiedenti riprogrammare da un clinico formato. Il nuovo metodo descritto in questo studio è adattabile, di modo che lo stimolo consegnato è rispondente in tempo reale ai segnali ricevuti dal cervello del paziente.

“Questo è la prima volta un'unità completamente impiantata è stata utilizzata per il circuito chiuso, stimolo profondo adattabile del cervello nei pazienti umani della malattia del Parkinson,„ ha detto Philip Starr, M.D., il Ph.D., professore di ambulatorio neurologico, dell'università di California, di San Francisco e dell'autore senior dello studio, che è stato pubblicato nel giornale di assistenza tecnica neurale.

In una prova a breve termine di possibilità, due pazienti con Parkinson ricevuto un'unità profonda completamente impiantata e adattabile di stimolo del cervello. L'unità differisce da quelle tradizionali in quanto può sia riflettere che modulare l'attività di cervello. In questo lavoro, percepente è stato fatto da un elettrodo impiantato sopra la corteccia di motore primaria, una parte del cervello critico per movimento normale. I segnali da questo elettrodo poi sono inseriti in un programma informatico incluso nell'unità, che determina se stimolare il cervello. Per questo studio i ricercatori hanno insegnato al programma per riconoscere un reticolo di attività di cervello connesso con discinesia, o movimenti incontrollati che sono un effetto secondario di stimolo profondo del cervello nella malattia del Parkinson, come guida a stimolo del sarto. Lo stimolo è stato diminuito quando ha identificato l'attività di cervello in relazione con la discinesia ed è aumentato quando la percezione del cervello non ha indicato discinesia per minimizzare gli effetti secondari in relazione con lo stimolo del cervello profondo.

I risultati degli studi iniziali e a breve termine hanno puntato su dimostrare la possibilità e l'efficacia di usando lo stimolo profondo adattabile del cervello per sormontare l'impedimento a movimento di Parkinson suggerito che questo approccio adattabile fosse ugualmente efficace ai sintomi gestenti come stimolo profondo tradizionale del cervello. Medici hanno veduto ed i pazienti non hanno notato differenze nel miglioramento nel movimento nell'ambito di stimolo adattabile contro stimolo del ciclo costante e aperto fissato manualmente dai ricercatori. Poiché lo stimolo profondo adattabile del cervello non ha stimolato continuamente il cervello, il sistema ha salvato circa 40 per cento dell'energia della batteria dell'unità usata durante lo stimolo tradizionale. I periodi di periodo ridotto sopra cui il movimento è stato valutato non la hanno permessa il confronto all'dell'incidenza relativa di due del cervello paradigmi profondi di stimolo di discinesia, ma è sperato che lo stimolo variabile egualmente traducesse in riduzione degli effetti contrari una volta provato per i periodi di tempo più lunghi.

“Altre progettazioni profonde adattabili di stimolo del cervello registrano l'attività di cervello da un'area adiacente a dove lo stimolo si presenta, nei gangli basali, che è suscettibile di interferenza da stimolo corrente„ ha detto il Dott. Starr. “Invece, la nostra unità riceve il feedback dalla corteccia di motore, lontano dalla sorgente di stimolo, fornente un segnale più affidabile.„

Molti pazienti con la malattia del Parkinson che trarrebbe giovamento da stimolo profondo del cervello sono difficili da trattare perché troppo stimolo può causare la discinesia. Quindi, trovare il livello corretto di stimolo è come la prova di colpire costantemente un bersaglio mobile. Un sistema adattabile come quello che è provato qui potrebbe offrire un'efficace alternativa e può anche limitare gli effetti contrari di stimolo profondo tradizionale del cervello, ma la considerevole prova resta fare.

“Qui abbiamo dimostrato la fattibilità di stimolo profondo adattabile del cervello,„ ha detto il Dott. Starr. “Ora pianificazione prove più grandi e più a lungo termine determinare quanto efficace questo sistema è nella gestione dei sintomi dei pazienti con la malattia del Parkinson.„