Scoperta degli anticorpi con la specificità universale

Thought LeadersProfessor Hedda WardemannHead of The Division of B-Cell ImmunologyThe German Cancer Research Center

Un'intervista con il professor Hedda Wardemann, PhD, condotto da Kate Anderton, BSc

Come gli anticorpi riconoscono gli agenti patogeni?

Gli anticorpi sono molecole a y che possono riconoscere gli agenti patogeni con le loro due armi. Le armi possono legare qualunque genere di molecola sulla superficie degli agenti patogeni. L'interazione con la molecola è limitata soltanto ad una piccola parte di. Gli immunologi chiamano questo sito specifico dell'anticorpo-associazione sulla molecola un epitopo. Se l'antigene è una proteina, l'epitopo è probabile comprendere soltanto alcuni amminoacidi.

Credito di immagine: ustas777777/Shutterstock

Che cosa è la comprensione corrente della specificità dell'anticorpo?

Gli anticorpi sono fatti costantemente nel nostro organismo. La conoscenza del manuale dice che ogni anticorpo recentemente generato è unico. Se siamo esposti ad un agente patogeno, il sistema dell'anticorpo conterrà i diversi anticorpi che riconoscono gli epitopi differenti e le molecole sulla sua superficie.

Con le interazioni con questi anticorpi, gli agenti patogeni possono eliminarsi dal sistema immunitario. Allo stesso tempo, l'interazione degli anticorpi con l'agente patogeno indurrà il sistema immunitario per produrre più di questi anticorpi e per migliorare la loro capacità di legare ai loro obiettivi specifici.

Questi migliori ed anticorpi altamente specifici aiutano rapido a chiaro l'agente patogeno, ma egualmente saranno memorizzati dal sistema immunitario per mediare la protezione immediata nel caso siamo esposti ancora allo stesso agente patogeno. La specificità dell'anticorpo è quindi altamente importante da mediare la protezione dagli agenti patogeni compreso i batteri patogeni.

Descriva prego la vostra specificità circostante dell'anticorpo di scoperta recente.

Le infezioni con gli agenti patogeni batterici possono essere pericolose, particolarmente perché sempre più diventato resistenti agli antibiotici. Un esempio è infezioni causate da polmonite della klebsiella. Gli anticorpi contribuiscono ad eliminare i batteri in persone infettate o a contribuire ad impedire l'infezione in persone a rischio, quali i pazienti immunocompromised.

Tuttavia, ci sono moduli dei pneumoniae della klebsiella che differiscono leggermente nella struttura delle molecole di superficie che sono riconosciute dagli anticorpi. Per impedire contro l'infezione i pneumoniae della klebsiella, uno dovrebbe trovare gli anticorpi che possono riconoscere ed eliminare tutti i moduli di queste molecole.

Nel nostro laboratorio, abbiamo precisato per determinare se tali anticorpi esistono in esseri umani ed in Tim Rollenske, uno studente di PhD, li abbiamo trovati. Tim egualmente ha mostrato come gli anticorpi riescono a legare i moduli differenti dei batteri della klebsiella. I nostri partner di collaborazione a Vienna poi hanno dimostrato che i mouse protetti degli anticorpi dalle infezioni con la klebsiella differente forma il suggerimento che gli stessi possono essere possibili in esseri umani.

Come possono gli anticorpi universali riconoscere gli agenti patogeni multipli?

Finora non potevamo vedere esattamente come gli anticorpi interagiscono con le loro strutture obiettivo, ma sappiamo dai dati pubblicati come i moduli della klebsiella differiscono l'uno dall'altro e sono simili.

Dall'esame delle similarità crediamo che gli anticorpi leghino gli epitopi molto minuscoli che sono divisi fra le molecole differenti della superficie della klebsiella che sono riconosciute dagli anticorpi. Gli anticorpi universali riconoscono queste strutture comuni. Abbiamo trovato che queste strutture esistono anche in altri batteri e perfino virus e lievito.

Credito di immagine: Kateryna Kon/Shutterstock

Che impatto ha potuto questa scoperta avere sulle infezioni microbiche in esseri umani?

Poiché i nostri dati indicano che gli anticorpi possono proteggere i mouse dalle infezioni con differenti moduli della klebsiella, crediamo che gli anticorpi possano essere sviluppati come droghe profilattiche per impedire le infezioni della klebsiella in persone al rischio o come terapeutica per curare i pazienti che sono stati infettati.

Che cosa sono i punti seguenti per la vostra ricerca?

Che cosa dobbiamo capire è se gli anticorpi possono essere sviluppati nelle droghe. Questo lavoro continua a Vienna alle scienze biologiche di Arsanis Gmbh.

Dove possono i lettori trovare più informazioni?

La divisione di immunologia del linfocita B al centro tedesco di ricerca sul cancro

Circa il professor Hedda Wardemann

Prof. Hedda Wardemann ha studiato la biologia all'università di Albert Ludwig a Friburgo, Germania ed ha eseguito la sua tesi di PhD al Max Planck Institute per il Immunobiology. Poi si è mossa verso la Rockefeller University in New York, U.S.A., per il suo addestramento postdottorale.

Nel 2005, ha ritornato in Germania per iniziare il suo proprio laboratorio come guida minore indipendente del gruppo di ricerca al Max Planck Institute per biologia di infezione, Berlino, dove ha messo a fuoco il suo lavoro sulla comprensione come il sistema immunitario umano genera la memoria.

Nel 2014, è diventato il direttore della divisione dell'immunologia del linfocita B al centro tedesco di ricerca sul cancro a Heidelberg. Il suo gruppo studia come le differenze nelle risposte immunitarie sono associate con immunità protettiva o non protettiva.