Il nuovo algoritmo può essere il tasto alla vigilanza d'ottimizzazione con caffeina

Secondo uno studio recente, un algoritmo di recente sviluppato può essere il tasto alla vigilanza d'ottimizzazione con caffeina.

La caffeina è lo stimolante il più ampiamente consumato per ricambiare gli effetti di perdita di sonno sulla prestazione neurobehavioral. Tuttavia, per essere sicura e la più efficace, deve essere consumata al momento giusto e nel giusto importo. Questo studio ha proposto un algoritmo di ottimizzazione automatizzato per identificare le strategie didosaggio sicure ed efficaci che massimizzano la vigilanza in tutta la circostanza di sonno-perdita.

“Abbiamo trovato che usando il nostro algoritmo, che determina quando e quanta caffeina un oggetto dovrebbe consumare, noi possiamo migliorare la vigilanza da fino a 64 per cento, mentre consumando la stessa somma totale di caffeina,„ ha detto il ricercatore principale e Jacques senior Reifman autore, PhD. “Alternativamente, un oggetto può diminuire il consumo della caffeina da fino a 65 per cento ed ancora raggiungere i miglioramenti equivalenti nella vigilanza.„

Reifman è un ricercatore e un Direttore senior dell'istituto di applicazioni di computer a alto rendimento di biotecnologia di DoD e del centro di ricerca di tecnologia avanzata e di telemedicina alla ricerca medica dell'esercito di Stati Uniti ed al comando del materiale nel piede Detrick, Maryland.

Lo studio ha usato un modello matematico convalidato, che predice gli effetti di perdita di sonno e di caffeina sulla prestazione psicomotoria di compito (PVT) di vigilanza e combinate con un algoritmo di ottimizzazione informaticamente efficiente per determinare quando e quanta caffeina da consumare per massimizzare sicuro vigilanza durante la perdita di sonno. L'algoritmo cattura utente-ha fornito il programma risveglio/di sonno ed il massimo ha permesso la caffeina come input e fornisce una strategia didosaggio come l'output.

L'algoritmo è stato valutato computando e confrontando le strategie di dosaggio per quattro studi sperimentali precedentemente pubblicati su perdita di sonno. Per ogni studio, due strategie di dosaggio sono state computate--uno che ha migliorato la prestazione preveduta di PVT facendo uso della stessa somma totale di caffeina di negli studi originali ed un altro che raggiungano un livello equivalente di prestazione come negli studi originali facendo uso di una quantità più bassa di caffeina.

Confrontato alle strategie di dosaggio originali utilizzate negli studi, l'algoritmo dell'esercito di Stati Uniti ha identificato le strategie che hanno migliorato la prestazione neurobehavioral da fino a 64 per cento, o ha diminuito il consumo della caffeina da fino a 65 per cento. Secondo gli autori, questi risultati indicano che l'algoritmo può adeguare alla sincronizzazione ed alla quantità di caffeina il programma particolare risveglio/di sonno di ogni stato di studio per massimizzare i sui vantaggi.

“Il nostro algoritmo è il primo strumento quantitativo che fornisce automatizzato, l'orientamento su misura per caffeina sicura ed efficace che dosa per massimizzare i tempi stati necessari della vigilanza al massimo durante la tutta la sonno-perdita condiziona,„ ha detto Reifman.