Gli immigrati soffrono da più disturbi del sonno che gli non immigrati

I dati preliminari dagli alti livelli recenti di una manifestazione di studio di emergenza emozionale hanno potuto indurre gli immigrati ad avere più sintomi di disordine di sonno che gli non immigrati.

La migrazione può essere un'esperienza stressante e può piombo a salubrità difficile ed a cambiamenti comportamentistici. La popolazione immigrata in Svizzera è caricata sproporzionatamente da parecchi risultati negativi di salubrità, specialmente emissioni di salute mentale.

Lo scopo dello studio era di studiare se i disturbi del sonno sono più prevalenti fra gli immigrati confrontati agli non immigrati e se l'emergenza emozionale potrebbe spiegare le differenze di sonno fra gli immigrati e gli non immigrati.

“Questi risultati contrappongono altri autori che hanno postulato l'opposto in popolazioni ispane che migrano negli Stati Uniti, conosciuti come “il paradosso ispano, “„ ha detto il ricercatore co-principale Azizi Seixas, il PhD, un assistente universitario di salubrità della popolazione e la psichiatria alla scuola di medicina di NYU in New York. “È probabile che l'immigrazione è un fattore di sforzo significativo che può pregiudicare e compromette una persona dalla ricezione del sonno ristoratore e sano.„

Lo studio è stato basato sul gruppo di dati svizzero 2012 di indagine di salubrità ed ha analizzato i dati di 17,968 persone, da cui 3.406 dichiaranti erano immigrati. Ha esaminato le variabili compreso sonno di disturbo, i dati clinici e sociodemografici emozionali di emergenza, facendo uso dei modelli lineari non regolati e regolato generalizzati.

Confrontato agli non immigrati, gli immigrati soffrono più spesso da difficoltà che cade sonno addormentato e interrotto e risvegli di primo mattino. Gli immigrati egualmente hanno firmato i livelli elevati di emergenza emozionale. Gli più alti valori di emergenza emozionale sono collegati con più sintomi dei disordini di sonno. Nei modelli non regolati, gli immigrati erano 21 per cento più probabili da riferire i disturbi del sonno confrontati agli non immigrati.

Nei modelli di regressione di regolato, un immigrato con emergenza emozionale era al rischio significativo per i disturbi del sonno. Fra i maschi, l'interazione fra stato immigrato ed emergenza emozionale è stata collegata al rischio aumentato di sintomi di disordine di sonno. Tuttavia, questa interazione non era significativa fra le femmine.

Le disparità di disturbo del sonno fra gli immigrati e gli non immigrati possono essere influenzate da emergenza emozionale. Secondo gli autori di studio, la sanità di migrazione dovrebbe indirizzare l'emergenza emozionale, un fattore più prossimale e più modificabile, come una causa possibile di sonno di disturbo in immigrati.

“dovuto la situazione politica globale corrente, c'è un'immigrazione continua ad Europa e specifico in Svizzera. Ricercatore co-principale detto Andres Schneeberger, MD, uno psichiatra ai servizi psichiatrici Grigioni in Chur, Svizzera. “La ricerca correlata con la salute per i questi popolazione vulnerabile è cruciale.„

Sorgente: https://aasm.org/