Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il nuovo tipo di sensore agisce come velcro per le celle di carcinoma della prostata

I ricercatori hanno sviluppato un nuovo tipo di sensore che agisce come velcro® per le celle di carcinoma della prostata, attaccante li ad una lastra di vetro glassato modificata, come quelli utilizzati nelle classi di scienza, di modo che possono essere identificati dai campioni di sangue. Il metodo a basso costo, riferito in ACS ha applicato i materiali & le interfacce, potrebbero aiutare meglio medici a diagnosticare e riflettere la malattia.

Negli uomini con carcinoma della prostata, alcune celle del tumore escono la ghiandola di prostata e circolano nel sangue. La rilevazione delle queste celle potrebbe permettere alla diagnosi in una fase precedente o medici di guida valutano se il trattamento è efficace. Tuttavia, perché facendo circolare il tumore le celle sono presenti nei numeri molto piccoli, trovarli possono essere una sfida. I sensori precedenti sono stati costosi e difficili fare. Così Shudong Zhang e Shutao Wang carente sviluppano un modo più semplice e più redditizio riflettere le celle di carcinoma della prostata nel sangue.

I ricercatori hanno basato la loro unità sulle diapositive del microscopio di vetro glassato, ordinarie nelle classi di scienza della High School. L'area glassata, che è usata per tenere e contrassegnare la diapositiva, è una superficie sabbiata con le depressioni minuscole. I ricercatori hanno aggiunto una soluzione alle diapositive glassate che hanno indotto i nanowires della silice a svilupparsi sulle loro superfici, quindi hanno ciondolato gli anticorpi che hanno riconosciuto le celle di carcinoma della prostata dai nanowires. Dopo avere ottenuto catturate dagli anticorpi, le celle di circolazione del tumore sono stato intrappolate nelle depressioni sulla diapositiva ed aggrovigliate su all'interno dei nanowires, simili alle superfici di collegamento di velcro®. Il gruppo potrebbe poi prevedere le cellule tumorali con microscopia e trovare che l'unità ha avuta un risparmio di temi di bloccaggio alla pari di altri approcci, dicono. Quando i ricercatori hanno provato i campioni di sangue dai pazienti di carcinoma della prostata, le unità hanno individuato soltanto 10 celle del tumore in 1 millilitro di sangue.