Lo studio trova le alte tariffe di rifiuto di assicurazione per le droghe di epatite virale C di salvataggio negli Stati Uniti.

Il numero dei rifiuti di assicurazione per epatite virale C di salvataggio droga fra i pazienti con sia privato che gli assicuratori pubblici rimane alti attraverso gli Stati Uniti, ricercatori dalla scuola di medicina di Perelman all'università della Pennsylvania riferita in un nuovo studio pubblicato nel giornale aprono le malattie infettive del forum. Gli assicuratori privati hanno avuti le più alte tariffe di rifiuto, con 52,4 per cento dei pazienti negati la copertura, mentre Medicaid ha negato 34,5 per cento dei pazienti ed Assistenza sanitaria statale ha negato 14,7 per cento.

I dati sono stati rivelati con un'analisi futura oltre di 9.000 prescrizioni presentate ad una farmacia nazionale di specialità fra gennaio 2016 e aprile 2017.

Droghe antivirali ad azione diretta (DAA) - una volta al giorno pillole che in primo luogo sono diventato nel 2014 disponibili negli Stati Uniti - sia altamente efficace, con una tariffa della maturazione di 95 per cento e pochi effetti secondari per i pazienti con epatite virale C cronica, ma costoso. Poiché possono costare fra $40.000 e $100.000, sia privato che gli assicuratori pubblici hanno limitato l'accesso ai farmaci, approvanti le droghe soltanto per i pazienti con prova di fibrosi e/o di astinenza avanzate del fegato da uso della droga illecita o dell'alcool, per esempio.

Più recentemente, alcune di quelle restrizioni erano state rilassate a causa dei consegnatari e guide vocali, azioni collettive e maggior concorrenza dei prezzi della droga che gli esperti creduti aiuterebbero per aumentare le approvazioni globali dagli assicuratori. Tuttavia, l'analisi dei dati suggerisce altrimenti.

“Malgrado la disponibilità di questi più nuovi droghe e cambiamenti nelle restrizioni in alcune aree, gli assicuratori continuano a negare la copertura in modo allarmante ai tassi alti, specialmente nel settore privato,„ ha detto lo studio Vincent senior Lo autore con riferimento a III, il MD, MSCE, un professore associato della malattia infettiva e l'epidemiologia. “Autorizza l'attenzione continuata da un punto di vista di salute pubblica per avere più trasparenza circa i criteri per il risarcimento di queste droghe e delle meno restrizioni, specialmente nell'assicurazione privata e certamente per continuare l'inserire l'assicurazione pubblica, se vogliamo migliorare l'accesso della droga di epatite virale C attraverso tutti gli stati.„

La ragione per la tariffa più superiore prevista di rifiuto è poco chiara, gli autori hanno detto, ma possono essere dovuto le restrizioni varianti sui risarcimenti che esistono fra gli stati. È probabile là era più tentativi di curare i pazienti che hanno meno fibrosi avanzata del fegato, non hanno incontrato le restrizioni di sobrietà, o non hanno avuti consultazione con uno specialista, essi ha scritto.

Il gruppo ha analizzato le prescrizioni da 9.025 pazienti fra gennaio 2016 e aprile 2017 presentate a Diplomat Pharmacy Inc. in tutto 45 stati. Fra quei pazienti, 4.702 sono stati coperti da Medicaid; 1.821 da Assistenza sanitaria statale; e 2.502 da assicurazione commerciale. In tutto, 3.200 (35,5 per cento) sono stati negati il trattamento.

Le tariffe di rifiuto sembrano aumentare, pure. L'incidenza globale dei rifiuti attraverso tutti i tipi di assicurazione aumentati durante il periodo di studio da 27,7 per cento nel primo trimestre a 43,8 per cento nell'ultimo trimestre. Inoltre, uno studio di Penn dal 2015 ha trovato quello appena cinque per cento che hanno avuti Assistenza sanitaria statale ricevuta un rifiuto, mentre 10 per cento che hanno avuti privato assicurazione hanno fatto.

Che lo stesso studio egualmente ha trovato che 46 per cento dei pazienti di Medicaid sono stati negati la copertura, confrontata ai 35,7 per cento dello studio corrente. Un'istruzione dal centri per il controllo e la prevenzione delle malattie nel 2015 che indica che le restrizioni hanno violato la legge federale ha richiesto le azioni collettive e l'azione legale contro Medicaid, che probabilmente hanno contribuito all'assicuratore pubblico che facilita i sui criteri attraverso alcuni stati ed hanno migliorato le tariffe di approvazione, gli autori ha detto. Eppure, i rifiuti di Medicaid sono aumentato durante il periodo di studio.

“Da un punto di vista clinico, pazienti con epatite virale C cronica che sono negati la terapia può continuare la progressione della loro fibrosi del fegato e rimanere a rischio dello sviluppo delle complicazioni del fegato, come cirrosi, scompenso epatico ed il cancro di fegato,„ Lo Re ha detto. “Inoltre, l'epatite virale C cronica promuove non solo l'infiammazione del fegato, ma l'infiammazione sistematica, che può piombo alle conseguenze avverse sui sistemi dell'organo fuori del fegato, quale l'osso, cardiovascolare e la malattia renale. Più ulteriormente, i pazienti non trattati possono continuare a trasmettere l'infezione ad altre.„

Un rapporto recente dalle Accademie delle Scienze, dall'assistenza tecnica e dalla medicina nazionali ha determinato che almeno 260.000 pazienti epatite-infettati cronici devono essere curati annualmente per raggiungere l'eliminazione del virus negli Stati Uniti da ora al 2030. Per raggiungere quello scopo, hanno raccomandato che gli assicuratori pubblici e privati eliminassero le restrizioni alle droghe di epatite virale C che non sono indicate medicamente ed offrissero il trattamento a tutti i pazienti C-infettati epatite cronica. Quelle raccomandazioni sono egualmente coerenti con le linee guida dall'associazione americana per lo studio sulla società di affezioni epatiche e delle malattie infettive dell'America.

“Eliminare l'epatite virale C negli Stati Uniti è uno scopo fattibile,„ Lo Re ha detto, “ma quello sta andando essere duro da raggiungere se i debitori non stanno rimborsando per il trattamento.„

Sorgente: http://www.uphs.upenn.edu/