Rischio a lungo termine di aumenti di rimozione dell'adenoide e della tonsilla di respiratorio, di allergico e le malattie infettive

La rimozione dell'adenoide e della tonsilla connessa con i rischi a lungo termine di respiratorio, di allergico e le malattie infettive che eliminano le tonsille e le adenoidi nell'infanzia aumenta il rischio a lungo termine di respiratorio, di allergico e le malattie infettive, secondo i ricercatori che hanno esaminato - per la prima volta - gli effetti a lungo termine delle operazioni.

I ricercatori suggeriscono la valutazione rinnovata delle alternative a questi ambulatori pediatrici comuni che comprendono la rimozione delle tonsille (tonsillectomia) per trattare la tonsillite o le adenoidi cronica (adenoidectomia) per trattare le otiti medie ricorrenti.

Le adenoidi e le tonsille sono posizionate strategico rispettivamente nel radiatore anteriore e nella gola per fungere da prima linea di difesa, contribuente a riconoscere gli agenti patogeni dispersi nell'aria come i batteri ed i virus e cominciano la risposta immunitaria per rimuoverle dall'organismo.

Lo studio di collaborazione iniziato dal programma evolutivo della medicina di Copenhaghen ha esaminato gli effetti a lungo termine di eliminazione le tonsille e delle adenoidi nell'infanzia, rispetto ai bambini che non avevano subito gli ambulatori.

L'università di Dott. Sean Byars del ricercatore di Melbourne e di professor Jacobus Boomsma dall'università di Copenhaghen piombo la ricerca, con il professor Stephen Stearns dall'Yale University. La ricerca è pubblicata nel giornale dell'ambulatorio della testa e del collo dell'otorinolaringoiatria di American Medical Association.

Il gruppo ha analizzato un gruppo di dati dalla Danimarca di 1.189.061 bambino sopportato fra 1979 e 1999, riguardando almeno i primi 10 anni e fino a 30 anni di loro vita. Dei quasi 1,2 milione bambini, 17.460 hanno avuti adenoidectomies, 11.830 la tonsillectomia e 31, 377 hanno avuti adenotonsillectomies, in cui sia le tonsille che le adenoidi hanno eliminato. I bambini erano altrimenti in buona salute.

“Abbiamo calcolato i rischi di malattia secondo se le adenoidi, le tonsille o entrambe sono state eliminate durante i primi 9 anni di vita perché questa è quando questi tessuti sono la maggior parte del attivo nel sistema immunitario di sviluppo,„ il Dott. Byars ha detto.

L'analisi indicata:

  • La tonsillectomia è stata associata con un rischio relativo quasi triplicato - il rischio per coloro che ha fatto rispetto l'operazione a coloro che non ha fatto - per le malattie delle vie respiratorie superiori. Questi hanno compreso l'asma, influenza, polmonite e disordine polmonare ostruttivo cronico o COPD, il termine generico per le malattie quale la bronchite cronica ed enfisema.
  • Il rischio assoluto (che considera come il terreno comunale queste malattie è nella comunità) egualmente è stato aumentato sostanzialmente a 18,61 per cento.
  • L'adenoidectomia è stata trovata per essere collegata con un rischio relativo più di quanto raddoppiato di COPD e un rischio relativo quasi raddoppiato di malattie superiori e di congiuntivite delle vie respiratorie. Il rischio assoluto egualmente quasi è stato raddoppiato per le malattie respiratorie superiori ma è stato corrisposto ad un piccolo aumento per COPD, come questo è generalmente un termine più raro nella comunità.

“L'associazione della tonsillectomia con la malattia respiratoria più successivamente nella vita può quindi essere considerevole per coloro che ha avuto che l'operazione,„ prof. Boomsma ha detto.

Il gruppo ha ricercato più profondo nelle statistiche per rivelare quante operazioni state necessarie per essere eseguito affinchè una malattia accadessero ad una maggior tariffa che normale, noto come il numero ha dovuto trattare o NNT.

“Per la tonsillectomia, abbiamo trovato che soltanto cinque genti state necessarie per avere l'operazione per indurre una malattia respiratoria superiore extra a comparire in una di quella gente,„ prof. aggiunto Boomsma.

Il gruppo egualmente ha analizzato le circostanze che questi ambulatori direttamente hanno mirato a trattare e trovare i risultati misti:

  • L'adenoidectomia è stata associata con un rischio significativamente diminuito per i disordini di sonno e tutti gli ambulatori sono stati associati con il rischio significativamente diminuito per tonsillite e tonsillite cronica, poichè questi organi ora sono stati eliminati.
  • Tuttavia, non c'spettava cambiamento nella respirazione anormale all'età di 30 per tutta la chirurgia e nessun cambiamento in sinusite dopo la tonsillectomia o l'adenoidectomia.
  • A seguito di adenotonsillectomy il rischio relativo per coloro che ha avuto l'operazione è stato trovato per aumentare quattro o il quintuplo per l'otite media (infiammazione dell'orecchio medio) e sinusite egualmente ha mostrato un importante crescita.

Lo studio suggerisce che i più brevi vantaggi di termine di questi ambulatori non possano continuare fino all'età di 30 oltre al rischio diminuito per tonsillite (per tutti gli ambulatori) e disordini di sonno (per adenoidectomia).

Invece, i rischi più a lungo termine per la respirazione anormale, la sinusite e l'otite media erano significativamente più alti dopo chirurgia o non significativamente differenti.

I ricercatori notano che ci saranno sempre una necessità di eliminare le tonsille ed adenoidi quando quelle circostanze sono severe.

“Ma i nostri risultati osservati che la manifestazione ha aumentato i rischi per le malattie a lungo termine dopo il supporto della chirurgia che ritarda la rimozione dell'adenoide e della tonsilla se possibile, in grado di aiutare lo sviluppo di sistema immunitario normale nell'infanzia e diminuisce questi rischi possibili di malattia di tardi-vita, il Dott. Byars hanno detto.

“Poichè scopriamo più circa la funzione dei tessuti immuni e le conseguenze per tutta la vita della loro rimozione, particolarmente durante le età sensibili quando l'organismo sta sviluppandosi, questo eventualmente aiuterà i processi decisionali del trattamento della guida per i genitori e medici.„

Sorgente: https://www.unimelb.edu.au/

Advertisement