Lo studio mostra gli effetti vascolari positivi dell'assunzione del mango in donne postmenopausali

I nuovi studi intrapresi all'università di California, Davis hanno trovato che due tazze dei manghi un il giorno hanno avute effetti benefici su pressione sanguigna sistolica fra le donne postmenopausali in buona salute. Consumo del mango contribuito per rilassarsi i vasi sanguigni solo in due ore dopo assunzione. Ulteriormente, alcuni dei partecipanti hanno mostrato i cambiamenti favorevoli nella produzione del metano del respiro, un'indicazione dell'influenza potenziale su fermentazione dell'intestino.

“Questo è il primo studio per dimostrare gli effetti vascolari positivi dell'assunzione del mango in esseri umani,„ ha detto il ricercatore Robert Hackman del cavo, con il dipartimento di Uc Davis di nutrizione. Ha presentato oggi i risultati alla società americana per la riunione annuale di nutrizione, nutrizione 2018, a Boston. “La nostra configurazione di risultati sugli studi precedenti delle cellule e dell'animale che indicano i vantaggi potenziali dei manghi per promuovere la salubrità.„

I manghi contengono una miscela dei polifenoli, compreso il mangiferin, la quercetina, i gallotannins e l'acido gallico, che hanno stato il fuoco delle indagini precedenti che esplorano i beni salubrità-proteggenti di potenziale dei manghi. Li ed i colleghi credono che la concentrazione di questi composti bioactive in manghi possa essere responsabile della risposta favorevole.

Metodologia e risultati

Nello studio, 24 donne postmenopausali in buona salute hanno consumato 330 grammi (2 tazze) di mango quotidiane per i 14 giorni. Il mango del miele (anche citato come Ataulfo) è stato scelto per lo studio dovuto l'alta concentrazione di polifenoli in questa varietà popolare.

A seguito dei 14 giorni del consumo del mango, i partecipanti di studio hanno riattivato la loro dieta quotidiana di normale ma hanno eliminato l'assunzione del mango per i 13 giorni. Le misure sono state catturate durante l'ogni visita, compresi la frequenza cardiaca e pressione sanguigna, campioni di sangue e campioni del respiro, che sempre più sono utilizzati negli studi di nutrizione per valutare lo stato di salute dell'intestino.

All'inizio dello studio, la pressione sanguigna non era significativamente differente fra le visite di studio. Eppure una volta che il mango fosse consumato, la pressione sanguigna sistolica era significativamente più bassa due ore dopo che l'assunzione del mango ha confrontato ai valori basali. La pressione di impulso egualmente è stata diminuita significativamente due ore dopo il cibo del mango.

La pressione sanguigna sistolica (il numero superiore nei valori di pressione sanguigna) indica quanta pressione il vostro sangue sta esercitando contro le vostre pareti dell'arteria quando i battimenti di cuore. La pressione di impulso è la differenza fra sistolico e diastolico (numero inferiore) nei valori di pressione sanguigna. La pressione di impulso può essere usata come indicatore di salubrità del cuore.

I livelli del respiro di idrogeno e di metano sono stati misurati, che riflettono la quantità di questi gas che erano prodotto dovuto fermentazione microbica nel tratto intestinale. Alcuni partecipanti di studio hanno prodotto l'idrogeno, un certo metano prodotto ed altri non hanno prodotto entrambi i gas o nessuni loro. Sei dei 24 partecipanti ha prodotto il metano e di questi sei, tre indicati la riduzione significativa dopo il consumo del mango, che è considerato un risultato favorevole per salubrità dell'intestino.

I ricercatori concludono che i manghi possono essere una frutta cuore-sana che può contribuire a svolgere un ruolo nella diminuzione del rischio di malattia cardiovascolare. Gli studi più a lungo termine che fanno partecipare altri gruppi della popolazione sono autorizzati.