La ricerca mostra la transizione postnatale programmata nel cuore neonato

Nel feto, il vaso sanguigno conosciuto come il arteriosus di ductus o il sangue di esclusioni di Botalli di ductus dall'arteria del polmone all'aorta. Un gruppo di ricerca di MedUni Vienna ora ha indicato che questo vaso sanguigno rimane aperto durante i giorni primissimi di vita aumentare la forza di pompaggio del ventricolo sinistro (quale più di meno è sfidata prima della nascita). Questa imbarcazione poi si chiude, raggiungendo il suo scopo.

Poiché la respirazione del polmone ancora non è stabilita nel bambino futuro e l'ossigeno è fornito dalla placenta, il ventricolo destro pompa soltanto un massimo di 20% del suo sangue del ossigeno-povero nell'arteria del polmone, il resto passa via il ductus Botalli nell'aorta discendente ed all'organismo più basso, circa 30% di questo sangue è inviato alla placenta via le arterie ombelicali. Del il sangue ricco d'ossigeno dalla placenta raggiunge l'atrio giusto tramite filone ombelicale. La maggior parte scorre via il ovale aperto dell'orifizio nell'atrio sinistro, il ventricolo sinistro e definitivo nell'aorta ascendente e nelle imbarcazioni della testa e delle armi, quindi fornendo sia alle imbarcazioni coronarie che al cervello del bambino l'ossigeno.

Con l'inizio di respirazione dopo la nascita, il ventricolo destro pompa il suo sangue del ossigeno-povero nelle imbarcazioni del polmone. Lo scambio di ossigeno ha luogo nei polmoni gonfiati, dovuto una riduzione della pressione del polmone, l'itinerario del flusso sanguigno negli inversi di Botalli di ductus ed ora va dall'aorta all'arteria del polmone. Questi cambiamenti circolatori - la transizione da prenatale a circolazione postnatale - fa parte di un trattamento molto complesso, che ha luogo in un modo “programmato„. Il arteriosus di ductus si restringe e si chiude, solitamente solo dopo i giorni primissimi di vita.

Effetto complementare in infanti prematuri chiaramente misurabili
Poiché i polmoni di un infante prematuro sono spesso acerbi, la transizione descritta è ritardata spesso e così, il ductus Botalli può rimanere più lungo aperto. Il ventricolo sinistro acerbo, che soprattutto ha pompato il sangue nell'organismo superiore prima della nascita, ora affronta la sfida per pompare il suo sangue nel corpo intero. In infanti prematuri, in cui il ductus Botalli si è restretto come “ha programmato„, un miglioramento nella prestazione di pompaggio del ventricolo sinistro acerbo potrebbe essere dimostrato. L'errore della chiusura “programmata„ del ductus tuttavia piombo ad una forza di pompaggio coerente più bassa.
Ciò piombo gli autori concludere che il arteriosus Botalli di ductus, da aperto restante nei giorni che seguono la nascita, “facilita„ la transizione del ventricolo sinistro. Ciò si presenta dall'itinerario invertito del flusso sanguigno nell'arteria del polmone e così, un maggior “preload„ cardiaco, che, via il cosiddetto meccanismo di Frank Starling, provoca una forza di pompaggio cardiaca migliorata. Infatti, il arteriosus di ductus non solo prepara il ventricolo sinistro ma egualmente supporta la circolazione del polmone dopo la nascita. “Gli studi intrapresi da Sigrid che Baumgartner ci ha indicati perché il ductus Botalli rimane aperto durante i primi giorni di vita,„ spiegano il principale inquirente Ulrike Salzer-Muhar dalla divisione della cardiologia pediatrica del dipartimento della pediatria e della medicina adolescente, “la transizione circolatoria programmata dopo che la nascita è intesa per assicurare che abbiamo un buon inizio nella vita.„

Uso di ecocardiografia funzionale
Il dipartimento della pediatria e della medicina adolescente di MedUni Vienna/policlinico di Vienna (divisione della neonatologia, della medicina di terapia intensiva e di Neuropediatrics) usa l'ecocardiografia per riflettere la funzione cardiovascolare in bambini prematuri. Questo programma cardiaco di ultrasuono è stato installato da Ulrike Salzer-Muhar nel 2009. Questo gruppo di lavoro di neonatologia-cardiologia recentemente utilizzato un modello della pompa per analizzare la funzione della pompa del ventricolo sinistro in infanti prematuri durante le loro prime quattro settimane di vita.

L'autore principale di questa pubblicazione, Sigrid Baumgartner, che lavora come consulente in materia di neonatologia, ha estratto “il premio della migliore di scienza presentazione originale della piattaforma„ al simposio 2018 di NeoHemodynamics a Toronto per i suoi risultati della ricerca.

Sorgente: https://www.meduniwien.ac.at/web/en/about-us/news/detailsite/2018/news-im-juni-2018/the-heart-of-a-newborn-infant-undergoes-programmed-postnatal-transition/

Advertisement