I ricercatori sviluppano la terra-rottura dell'approccio per il trattamento di polmonite

Una conversazione di probabilità fra i ricercatori all'università della regina Belfast piombo alla loro competenza combinata nello sviluppare un approccio dirottura per il trattamento di polmonite.

I risultati del gruppo di ricerca recentemente sono stati pubblicati nel giornale principale prestigioso della versione controllata.

La polmonite è uno stato infiammatorio serio dei polmoni, che è ogni anno responsabile più di 5% di tutte le morti nel Regno Unito, equivalente a più 3,2 milioni ed egualmente rimane la causa della morte contagiosa principale fra i bambini sotto cinque mondiali.

Una della maggior parte delle cause comuni di polmonite è infezione del polmone con i pneumoniae della klebsiella dei batteri, i batteri stessi che il professor Jose Bengoechea, Direttore del centro all'istituto di Wellcome-Wolfson per medicina sperimentale all'università della regina ha speso molto del suo studio di carriera della ricerca.

Era una conversazione di probabilità fra il professor Bengoechea, il professor Cliff Taggart, un ricercatore all'istituto di Wellcome-Wolfson per medicina sperimentale ed il loro professor Chris Scott del collega al centro per ricerca sul cancro e biologia cellulare che quello piombo alla scoperta di questo nuovo trattamento approfondito per polmonite.

Durante questa conversazione i ricercatori hanno rend contoere che il professor Scott di idea stava sviluppando per trattamento del cancro potrebbe anche essere usato per affrontare le infezioni micidiali della klebsiella.

Il professor Bengoechea spiega: “Questo microbo è un errore particolarmente difficile per trattare dovuto il numero aumentante degli isolati resistenti a virtualmente tutti gli antibiotici attualmente disponibili.

“Realmente si nasconde nel polmone rubacchiando dentro le celle immuni, rendente lo particolarmente duro accedere a con gli antibiotici. Questa infezione nascosta può poi riapparire e causare la polmonite in pazienti„.

Era la discussione sul lavoro di laboratorio del professor Scott facendo uso di nanotecnologia per mirare alla chemioterapia direttamente nelle cellule tumorali quando i ricercatori hanno rend contoere che lo stesso approccio mirato a potrebbe essere usato per ottenere gli antibiotici direttamente ai batteri micidiali che si appostano in celle immuni infettate.

Il professor Scott spiega: “Questo è un esempio perfetto di come pensando dalla casella e combinando la competenza molto differente, potete avere un momento di Eureka!

“Questi risultati emozionanti della ricerca sono molto in conformità con l'ethos della ricerca dell'università, che è concentrata sulle sfide globali.

“La polmonite rimane un'emergenza globale di salubrità. Sviluppando questo trattamento che è risultato affrontare questo sforzo micidiale dei batteri, la nostra associazione della ricerca potrebbe cambiare le vite della gente attraverso il mondo.„

Il gruppo della regina sta continuando ulteriore ricerca nei 5 anni futuri per raggiungere una migliore comprensione quanto del più bene curare i pazienti con polmonite con questa tecnologia specializzata.

Sorgente: http://www.qub.ac.uk/

Advertisement