Che la vita del `' voi ha firmato? Al ER, potrebbe essere aperta all'interpretazione.

“Non rianimi questo paziente; ha una vita,„ l'infermiere ha detto il Dott. Monica Williams-Murphy, passantele un documento.

Il Williams-Murphy ha esaminato la lamiera sottile che sopporta l'impronta dell'uomo di 78 anni incosciente, che era stato affrettato da una casa di cura al pronto soccorso. “Faccia tutto possibile,„ leggono, con un assegno che approva la rianimazione cardiopolmonare.

L'errore dell'infermiere è stato basato su una credenza disorientata che le volontà viventi includono automaticamente “non rianimano„ gli ordini (DNR). Lavorando rapidamente, il Williams-Murphy ha fatto rivivere il paziente, che ha avuto un'infezione di apparato urinario e recuperato dopo alcuni giorni nell'ospedale.

Purtroppo, i malintesi che comprendono i documenti destinati per guidare il processo decisionale di estremità-de-vita sono “sorprendente comuni,„ ha detto il Williams-Murphy, Direttore medico della pianificazione di avanzamento-cura e della formazione di estremità-de-vita per il sistema di salubrità dell'ospedale di Huntsville nell'Alabama.

Ma i sistemi di salubrità ed i regolatori di stato non tengono la carreggiata sistematicamente miscela-UPS di questo genere e ricevono poca attenzione in mezzo della spinta per incoraggiare gli adulti più anziani a documentare le loro preferenze di estremità-de-vita, esperti riconoscono. Di conseguenza, le informazioni sul potenziale per danno paziente sono insufficienti.

Un nuovo rapporto dalla Pensilvania, che ha il sistema più robusto della nazione per il video degli eventi pazienti della sicurezza, tratta miscela-UPS che comprende i documenti di estremità-de-vita come errori medici - un approccio novello. Ha trovato che nel 2016, strutture ospedaliere della Pensilvania ha riferito quasi 100 eventi per quanto riguarda “stato del codice„ dei pazienti - il loro desiderio da rianimare o non, se la loro battitura di arresto dei cuori e smettono di respirare. In 29 casi, i pazienti sono stati rianimati contro i loro desideri. In due casi, i pazienti non sono stati rianimati malgrado indicarli chiaramente hanno voluto questo accadere.

Il resto dei casi era “vicino ai problemi di mancanze„ - catturati prima che avessero una probabilità causare il danno permanente.

Molto probabilmente, questa è una sottovalutazione poiché riferire era volontaria, ha detto Regina Hoffman, direttore esecutivo dell'autorità di sicurezza paziente della Pensilvania, aggiungente che era ignara di simili dati da qualunque altro stato.

Ha chiesto di descrivere una mancanza vicina, Hoffman, co-author del rapporto, ha detto: “Forse sono un paziente che è venuto all'ospedale per ambulatorio elettivo ed ho un ordine di DNR (non rianimi) nel mio diagramma [medico]. Dopo chirurgia, sviluppo un'infezione seria e un residente [medico] trova il mio ordine di DNR. Presuppone questo significa che ho rifiutato tutti i tipi di trattamento, finché un collega non spieghi che questo non è il caso.„

Il problema, Hoffman ha spiegato, è che medici e gli infermieri ricevono piccolo, all'occorrenza, preparandosi nella comprensione e nell'interpretazione le volontà viventi, gli ordini di DNR e degli ordini del medico per i moduli Vita Sostenenti di trattamento (POLST), sul processo o a scuola di infermieristico o medica.

Le ripartizioni di comunicazione e un ambiente della pentola a pressione nei pronto soccorsi, in cui le decisioni di vita o morte devono essere prese spesso in pochi minuti, egualmente contribuiscono ai malintesi, altri esperti hanno detto.

La ricerca dal Dott. Ferdinando Mirarchi, Direttore medico del dipartimento della medicina di emergenza all'università di centro medico Hamot di Pittsburgh a Erie, PA., suggerisce che il potenziale per i documenti circostanti di estremità-de-vita di confusione sia diffuso. In vari studi, ha chiesto a fornitori medici come risponderebbero alle situazioni ipotetiche che fanno partecipare i pazienti con le malattie critiche e terminali.

In uno studio, per esempio, lui ha descritto una donna di 46 anni portata al ER con un attacco di cuore ed improvvisamente entra in arresto cardiaco. Sebbene sia altrimenti in buona salute, ha una vita rifiutando tutti gli potenzialmente interventi medici di salvataggio. Che cosa voi fa, lui ha chiesto a più di 700 medici in Internet esaminano?

Soltanto 43 per cento di quei medici hanno detto che sarebbero intervenuto per salvare il suo vita una figura di disturbo, Mirarchi ha detto. Poiché questo paziente non ha avuto uno stato terminale, la sua vita non si è applicata alla situazione attuale ed ogni medico dovrebbe essere disposto ad offrire il trattamento aggressivo, lui ha spiegato.

In un altro studio, Mirarchi ha descritto un uomo di 70 anni con il diabete e la malattia cardiaca che hanno avuti un modulo di POLST indicando che non ha voluto la rianimazione cardiopolmonare ma acconsentiree ad un insieme limitato di altri interventi medici, compreso la defibrillazione (che colpisce il suo cuore con una corrente elettrica). Eppure 75 per cento di 223 medici di emergenza esaminati hanno detto che non avrebbero perseguito la defibrillazione se il paziente avesse un arresto cardiaco.

Un'emissione qui: I medici hanno supposto che la defibrillazione fa parte della rianimazione cardiopolmonare. Quello è un errore: Sono interventi separati. Un'altra questione: I medici sono spesso incerti che pazienti realmente vogliono quando una parte di un modulo di POLST dice “non faccia niente„ (CPR diminuente) e un'altra parte dice che “faccia qualcosa„ (permettendo altri interventi).

Il lavoro di Mirarchi comprende i hypotheticals, situazioni non in vivo. Ma evidenzia la confusione pratica significativa circa i documenti di estremità-de-vita, ha detto il Dott. Scott Halpern, Direttore del palliativo ed ha avanzato il centro di ricerca di malattia all'università di scuola di medicina del Perelman di Pensilvania.

L'attenzione a questi problemi è importante, ma non dovrebbe essere il Dott. esagerato e avvertenza Arthur Derse, Direttore del centro per bioetica e degli studi umanistici medici all'istituto universitario medico di Wisconsin. “Sono ci errori del malinteso o del miscommunication? Sì. Ma siete più probabile fare i vostri seguire desideri con uno di questi documenti che senza uno,„ ha detto.

Sevi assicuri per avere discussioni in corso circa le vostre preferenze di estremità-de-vita con il vostri medico, decisore sostitutivo, se avete uno e famiglia, particolarmente quando il vostro stato di salute cambia, Derse ha consigliato. Senza queste conversazioni, i documenti possono essere difficili da interpretare.

Qui sono alcune basi circa i documenti di estremità-de-vita:

Volontà viventi. Una volontà di vita esprime le vostre preferenze per cura di estremità-de-vita ma non è un ordine medico obbligatorio. Invece, il personale medico la interpreterà ha basato sulla situazione attuale, con il contributo della vostra famiglia e del vostro decisore sostitutivo.

Le volontà viventi sono attivate soltanto quando una persona è malato terminale ed incosciente o in uno stato vegetativo permanente. Una malattia terminale è una da cui una persona non si pensa che recuperi, neppure con il trattamento - per esempio, cancro metastatico avanzato.

I periodi della malattia che possono essere trattati - quale un'esacerbazione di infarto - sono non malattia “terminale„ “critica„ e non dovrebbero attivare una vita. Per essere attivato, uno o due medico deve certificare che la vostra vita dovrebbe entrare in effetto, secondo lo stato in cui vivete.

DNRs. Fare-non-rianimi gli ordini stanno legando gli ordini medici, firmati da un medico. Un ordine di DNR si applica specificamente alla rianimazione cardiopolmonare (CPR) e dirige il personale medico non amministrare le compressioni del torace, accompagnate solitamente da respirazione bocca a bocca, se qualcuno smette di respirare o il loro cuore smette di battere.

La sezione di una vita specificando che non volete il CPR siete un'istruzione di una preferenza, non un ordine di DNR.

Un ordine di DNR si applica soltanto ad una persona che è entrato in arresto cardiaco. Non significa che questa persona ha rifiutato altri tipi di assistenze mediche, quali ventilazione meccanica, la defibrillazione dopo il CPR, l'intubazione (l'inserzione di un tubo di respirazione giù la gola di un paziente), i test medicali o gli antibiotici endovenosi, tra altre misure.

Nondimeno, gli ordini di DNR spesso sono uguagliati scorrettamente con “non trattano„ affatto, secondo un esame 2011 nel giornale di medicina interna generale.

Moduli di POLST. Un modulo di POLST è un insieme degli ordini medici per un paziente preveduto di morire in un anno, firmati da un medico, da un assistente del medico o da un professionista dell'infermiere.

Questi formulari, che variano dallo stato, sono destinati per essere preparati dopo una conversazione dettagliata circa la prognosi di un paziente, scopi ed i valori ed i vantaggi potenziali e nuoce a di varie opzioni del trattamento.

I problemi sono emerso con l'uso aumentato di POLST. Alcune case di cura stanno chiedendo a tutti i pazienti di firmare i moduli di POLST, anche quelli ammessi per ripristino a breve termine o di cui la speranza di vita probabile supera un anno, secondo un articolo recente creato da Charlie Sabatino, Direttore della Commissione americana dell'associazione degli avvocati su legge e su invecchiamento. Inoltre, le conversazioni dei fornitori medici con i pazienti possono essere rapide, non complete ed i moduli non sono spesso aggiornati quando la condizione medica di un paziente cambia, come raccomandato.

“Il modulo di POLST è ancora relativamente nuovo e c'è formazione che deve essere fatta,„ ha detto Amy Vandenbroucke, direttore esecutivo del paradigma nazionale di POLST, un'organizzazione che promuove l'uso dei moduli di POLST attraverso gli Stati Uniti. In una dichiarazione politica ha pubblicato l'anno scorso ed ha aggiornato ad aprile, ha specificato che il completamento dei moduli di POLST dovrebbe sempre essere volontario, fatto con un paziente o una conoscenza e un consenso del decisore sostitutivo ed offerto soltanto alla gente non preveduta di vivere oltre un anno.

La copertura di KHN di questi argomenti è supportata dalle fondamenta di John il A. Hartford, dalle fondamenta di Betty e di Gordon Moore e dalle fondamenta di SCANSIONE

Notizie di salubrità di KaiserQuesto articolo è stato ristampato da khn.org con l'autorizzazione delle fondamenta di Henry J. Kaiser Family. Le notizie di salubrità di Kaiser, un servizio di notizie editorialmente indipendente, sono un programma delle fondamenta della famiglia di Kaiser, un organismo di ricerca indipendente di polizza di sanità unaffiliated con Kaiser Permanente.