Il nuovo test clinico della droga del ms sarà primo per riconoscere i bisogni degli utenti di sedia a rotelle

Un nuovo test clinico che prova una droga dimodificazione a sclerosi a placche (MS) sarà il primo nel mondo per riconoscere l'importanza degli utenti di sedia a rotelle che conservano l'uso delle loro mani.

Il gruppo dall'università di Londra di Queen Mary, dalla fiducia di NHS di salubrità di Barts e dalla ditta farmaceutica Roche, spera che lo studio faccia i cambiamenti duranti in un campo che ha esaminato precedentemente soltanto l'abilità di camminata di un paziente quando valutare il potenziale del ms droga.

Il ms è una malattia degenerante del sistema nervoso centrale che pregiudica approssimativamente 120,000 persone nel Regno Unito e 700,000 persone in Europa, di cui intorno 96.000 hanno il modulo progressivo primario altamente rendente non valido.

Finora, i test clinici che fanno partecipare la gente con il ms hanno messo a fuoco sopra indipendentemente da fatto che le droghe che sono prerogativa provata la capacità di camminare, piuttosto dell'uso delle loro mani. Per esempio, se la persona conta su una sedia a rotelle, si sono esclusi dalla partecipazione alle prove nel passato.

Ulteriormente, NHS nel trattamento BRITANNICO di arresti con le terapie dimodificazione per la gente che perde la funzione dell'arto inferiore e conta su una sedia a rotelle e l'Agenzia europea per i medicinali egualmente è stato un ostacolo a quei pazienti dalla partecipazione a questo tipo di ricerca nel passato. Ciò è malgrado prova crescente che il trattamento continuo può ritardare il peggioramento della loro funzione del braccio e della mano, in grado di migliorare drammaticamente la qualità di vita.

Piombo il professor Gavin Giovannoni del ricercatore dall'università di Londra di Queen Mary e la fiducia di NHS di salubrità di Barts ha detto: “Rispondere ai bisogni della gente con il ms del progressivo, che di più è avanzata tipicamente nel loro corso di malattia, è una delle frontiere principali nella ricerca del ms. Intorno ad un terzo della gente vivere con il ms del progressivo può già essere limitato ad una sedia a rotelle, in modo dalla funzione di mantenimento del braccio e della mano è essenziale affinchè loro resti le vite dell'attivo del cavo e dell'indipendente.„

Il nuovo studio internazionale, cominciante da ora alla fine del 2018, valuterà la sicurezza e l'efficacia a lungo termine del ocrelizumab della droga iscrivendo approssimativamente 1,000 persone con il ms primario del progressivo attraverso i paesi multipli. Ciò includerà la gente con l'inabilità più avanzata e coloro che ha bisogno di una sedia a rotelle, in cui l'uso delle mani e delle armi è critico.

Per la prima volta mai, la prova della parità del Nove-Foro -- una misura del braccio, la manopola e la mano funzionano -- sarà usato come il risultato principale da misurare nella prova. Nella prova, i partecipanti catturano le parità da un contenitore ed uno per uno, collochile in nove fori su un quadro, il più rapidamente possibile. Poi eliminano le parità dai fori, uno per uno e li sostituiscono nuovamente dentro il contenitore.

Confrontando come i pazienti che sono dati il ocrelizumab della droga eseguono in questa prova, a quei pazienti che sono dati un placebo, la speranza del gruppo di potere valutare se il ocrelizumab può offrire la speranza ai pazienti permettendoli di conservare la loro funzione superiore dell'arto.

Patrick Burke, un paziente con il ms avanzato ha detto: “La capacità di usare le mie mani e le armi ora è molto importante per un gran numero di ragioni. Senza di loro non potrei utilizzare un rollator, un camminatore o un motorino di mobilità.„

Il professor Giovannoni ha aggiunto: “Per una serie di anni, con la nostra campagna del #ThinkHand, stiamo invitando l'industria per intraprendere gli studi che esaminano la funzione superiore dell'arto nella gente con sig.ra avanzata. Siamo piacevoli che in collaborazione con Roche, condurremo un test clinico che usa per la prima volta la funzione della mano come risultato primario.„

Sorgente: https://www.qmul.ac.uk/media/news/2018/smd/first-clinical-trial-to-recognize-the-needs-of-severely-disabled-ms-patients.html