I farmacisti possono svolgere il ruolo chiave nei problemi in relazione con il trattamento di risoluzione fra la gente immeritata

il servizio domestico Farmacista-consegnato di esame della gestione del farmaco efficacemente risolve i problemi in relazione con il trattamento in pazienti spostati dalla crisi umanitaria, secondo un nuovo studio pubblicato nella ricerca in farmacia sociale ed amministrativa

Mentre i conflitti politici globali continuano ad aumentare, sempre più i rifugiati stanno affrontando le sfide urgenti quale l'indisponibilità di assistenza medica adeguata. Molti dei rifugiati siriani ora che vivono in Giordania (l'intero gruppo rappresenta un decimo della popolazione di quel paese) stanno lottando con almeno una malattia cronica, collocante lo sforzo tremendo sulla salubrità attuale e sulle risorse umanitarie di conseguenza. Un nuovo studio pubblicato nella ricerca in farmacia sociale ed amministrativa dimostra che i farmacisti possono svolgere un ruolo vitale nelle lacune di chiusura del trattamento per la gestione degli stati di salute cronici fra questa popolazione underserved.

“I rifugiati intorno al mondo soffrono le emissioni di salubrità multiple e complesse mentre l'accesso di salubrità è limitato. Questo studio fornisce le informazioni importanti non solo per quanto riguarda la salubrità dei rifugiati, ma considerando il ruolo vitale che può essere svolto dai farmacisti in questo campo di emergenza,„ ha commentato il principale inquirente dello studio, Iman A. Basheti, dipartimento della farmacia clinica e della terapeutica, facoltà della farmacia, università privata di scienza applicata, Amman, la Giordania e facoltà di farmacia (professore onorario), l'università di Sydney, Australia.

Lo studio ha identificato il tipo e la frequenza di problemi in relazione con il trattamento (TRPs) per questa popolazione ed ha esplorato l'impatto di un servizio domestico farmacista-consegnato di esame della gestione (HMMR) del farmaco sulla risoluzione del TRPs identificato. Le differenze significative fra l'intervento ed i gruppi di controllo sono state trovate per quanto riguarda i risultati di TRPs a seguito. La percentuale di TRPs risolta/migliore nel gruppo di intervento era 66,8 per cento confrontati a 1,5 per cento nel gruppo di controllo. Ancora, la percentuale “di nessun cambiamento„ nel TRPs è stata trovata per essere 19,7 per cento nel gruppo di intervento confrontato a 94,1 per cento nel gruppo di controllo.

Ciò unico ha accecato lo studio clinico controllato ripartito con scelta casuale è stata condotta fra maggio e ottobre 2016 in tre città principali in Giordania (Amman, Mafraq e Zarqa), dove la maggior parte dei rifugiati siriani risiede. I 109 pazienti che hanno partecipato allo studio sono stati reclutati dalle cliniche dei medici assegnate per i rifugiati, hanno avuti almeno uno stato cronico (più della metà ha avuto l'ipertensione e diabete; molti hanno avuti dislipidemia, malattie cardiache ed asma) e/o hanno catturato cinque o più farmaci con almeno 12 dosi quotidiane. I partecipanti si sono divisi uniformemente nei gruppi di controllo e di intervento. Tutti sono stati intervistati durante le visite domestiche e quando i membri del gruppo di intervento hanno riferito TRPs, i farmacisti le hanno consigliate circa le loro malattie, farmaci ed aderenza al trattamento. Le raccomandazioni del trattamento dei farmacisti sono state consegnate ai medici per approvazione, modifica, o rifiuto. I farmacisti hanno trasportato i cambiamenti approvati ai pazienti, che poi hanno visualizzato i loro medici per la conferma e la valutazione. Le circostanze, il TRPs, le raccomandazioni del trattamento ed i risultati sono stati classificati e valutato stati per misurare il successo degli interventi. Questo protocollo è stato basato su un modello australiano di HMMR.

Una grande maggioranza dei pazienti e dei medici coinvolgere ha indicato la soddisfazione con il servizio di HMMR fornito con questo studio. Quasi 80 per cento dei pazienti hanno espresso le reazioni positive all'amicizia/cortesia dei farmacisti, chiarezza di informazioni fornita, livellata di conoscenza e di qualità di consiglio/formazione che hanno ricevuto e del lasso di tempo richiesto per il trattamento. Tutti medici hanno ritenuto che il servizio di HMMR fosse utile, tre quarti loro hanno detto hanno creduto che fosse fattibile e 62,5 per cento erano soddisfatti della chiarezza delle raccomandazioni dei farmacisti.

“Lo studio conferma che il servizio di HMMR può essere tradotto ed applicato per questa popolazione speciale del gruppo in Giordania, un paese in via di sviluppo situato in una regione di guerra e di conflitti,„ il Dott. celebre Basheti, che ha precisato che 75 per cento dei medici partecipanti hanno creduto che tale entrata in vigore sia stata possibile, con l'avvertimento che la retribuzione professionale è fornita. Ciò viene in conformità con le raccomandazioni del WHO che supportano l'entrata in vigore del rapporto recentemente pubblicato tramite la Commissione ad alto livello su occupazione di salubrità e lo sviluppo economico, stabilita dal segretario delle nazioni unite nel marzo 2016 e chiamanti affinchè “le soluzioni ambiziose si assicuri che il mondo abbia il diritto il numero dei processi per gli ufficiali sanitari con le giuste abilità e nei giusti posti consegnare l'assistenza sanitaria universale.„ Preparando in una mano d'opera globale esperta di salubrità che può prestare i servizi di sanità nelle crisi e nelle impostazioni umanitarie egualmente è stato specificato.