Il nuovo approccio ha potuto fornire l'obiettivo e facile--ottenere la misura di aderenza dietetica

Un'analisi di piccole molecole chiamate “metaboliti„ in un campione di sangue può essere usata per determinare se una persona sta seguendo una dieta prescritta, scienziati a Johns Hopkins il banco di Bloomberg che della salute pubblica ha indicato.

I test clinici delle diete e dei loro impatti di salubrità sono contagiati spesso dall'aderenza difficile dei partecipanti alle diete definite, che possono renderla difficile o persino impossible individuare gli effetti veri di quelle diete. Il nuovo approccio, descritto in un documento nel giornale americano di nutrizione clinica pubblicato il 18 giugno, ha potuto fornire un obiettivo e facile--ottenere relativamente la misura di aderenza dietetica, potenzialmente notevolmente diminuente l'incertezza dei preventivi dell'ingestione dietetica.

Bloomberg istruisce gli scienziati ha dimostrato il loro approccio indicando che i livelli di dozzine di metaboliti nel sangue hanno differito significativamente fra il trattamento e gruppi di controllo iscritti ad un test clinico del UN POCO d'abbassamento di sangue (approcci dietetici per fermare ipertensione) è a dieta. La dieta del UN POCO sottolinea le frutta e le verdure e limita la carne rossa, il sodio ed i dolci.

“Possiamo ora considerare questi metaboliti mentre i biomarcatori del candidato per la valutazione dell'aderenza alla dieta del UN POCO nella ricerca futura in nutrizione studia ed i clinici dall'un giorno potrebbero usare questi indicatori per riflettere che cosa i loro pazienti mangiano,„ dice l'autore principale Casey M. Rebholz, il PhD, un assistente universitario di studio nel dipartimento dell'epidemiologia al banco di Bloomberg.

L'aderenza dietetica nei test clinici e perfino nella pratica clinica ordinaria è stata valutata tradizionalmente chiedendo ai partecipanti di tenersi al corrente di che cosa mangiano. La natura umana che è che cosa è, tali auto-rapporti non è sempre accurata.

Alcuni ricercatori hanno cercato una misura obiettiva di aderenza dietetica provando i campioni di urina dai partecipanti, ma il requisito di ogni partecipante raccogliere i campioni durante uno o più giorni per le prove è coperchi di urina ed e pesante dell'analisi un insieme delle sostanze nutrienti molto limitato.

Rebholz ed i colleghi hanno deciso di valutare ad un metodo potenzialmente più informativo e adatto a paziente basato sui campioni di sangue. Hanno dimostrato il loro approccio facendo uso dei campioni di sangue memorizzati congelati che erano stati tirati dai partecipanti durante lo studio del punto di riferimento 1997 sulla dieta del UN POCO. Quello studio ha trovato che la dieta del UN POCO, confrontata ad una dieta di controllo riflettente di cui l'americano medio mangia, pressione sanguigna significativamente diminuita. La progettazione di prova, in cui i partecipanti sono stati provveduti di tutti i pasti di studio, ha assicurato che l'aderenza dietetica fosse misurata esattamente; significando che i dati di prova potrebbero essere usati più successivamente per verificare le nuove misure quali i metabolita del sangue.

Bloomberg istruisce i campioni di sangue analizzati scienziati da 329 partecipanti di prova del UN POCO per i livelli di metaboliti; lipidi, amminoacidi ed altri sottoprodotti della piccolo-molecola dell'attività biochimica dell'organismo che esistono in ognuno sangue e riflettono il consumo alimentare. Facendo uso “di un approccio avanzato di metabolomics untargeted„, in cui hanno esaminato tutti i metaboliti conosciuti, i ricercatori hanno trovato 97 metaboliti di cui i livelli hanno differito significativamente fra il UN POCO dieta-definito i partecipanti ed il gruppo di controllo.

“C'era una chiara differenziazione nei profili del metabolita fra la dieta del UN POCO e la dieta di controllo,„ Rebholz dice.

I ricercatori egualmente hanno identificato 67 metaboliti di cui i livelli medii hanno differito significativamente fra il gruppo di dieta del UN POCO e un terzo braccio di studio, “il gruppo delle verdure e delle frutta„. L'ultimo è stato definito per mangiare una dieta più ricca della media in frutta ed in verdure ma ricca di latteria a bassa percentuale di grassi quanto la dieta del UN POCO.

Rebholz ed i colleghi hanno trovato la prova che per ogni confronto dietetico un insieme di 10 metaboliti con le differenze in relazione con la dieta più nette era sufficiente collettivamente per distinguere i due gruppi. “Non pensiamo che un singolo metabolita sia abbastanza per individuare un reticolo dietetico,„ Rebholz dice. “Realmente deve essere una combinazione di metaboliti.„

Per il UN POCO contro il confronto di controllo, i 10 metaboliti principali del discriminatore erano N-methylproline, stachydrine, betaina del triptofano, teobromina, methylurate 7, chiro-inositolo, methylxanthine 3, glucopyranoside metilico, β-criptoxantina e methylxanthine 7.

In linea di principio, secondo Rebholz ed i colleghi, un comitato che consiste di questi metaboliti ha potuto essere utilizzato negli studi futuri e perfino in una regolazione clinica ordinaria per valutare l'aderenza dei pazienti alla dieta del UN POCO. E la stessa strategia di base di metabolomics ha potuto applicarsi per differenziare le diete del non UN POCO. “Questo approccio certamente potrebbe adattarsi per altri reticoli dietetici e spero che sia,„ dice.

Sorgente: https://www.jhsph.edu/news/news-releases/2018/are-you-sticking-to-your-diet-scientists-may-be-able-to-tell-from-a-blood-sample.html