La qualità difficile di sonno può essere fattore di rischio importante per la fibrillazione atriale

La qualità difficile di sonno sembra essere un fattore di rischio importante per la fibrillazione atriale, scienziati di rapporto nel primo studio sul suo genere per dimostrare una relazione fra l'indipendente povero di qualità di sonno da apnea nel sonno e un elevato rischio della fibrillazione atriale (AF). I loro risultati sono pubblicati in HeartRhythm.

Il AF è un irregolare, frequenza cardiaca rapida che può causare i sintomi quali le palpitazioni cardiache, la fatica e la dispnea. Può diminuire sostanzialmente la qualità di vita ed è associato con i rischi intensificati di colpo, di demenza, di attacco di cuore, di malattia renale e di morte. L'apnea nel sonno ostruttiva è stata stabilita come fattore di rischio per il AF, ma il meccanismo è poco chiaro. Mentre gli episodi di respirazione anormalmente lenta o bassa (hypopnea) e di apnea possono causare lo sforzo cardiopolmonare, indurre l'infiammazione e contribuire alla malattia cardiovascolare, l'apnea nel sonno ostruttiva egualmente provoca il sonno difficile. Gli aspetti di sonno difficile quali la durata, il risparmio di temi e l'architettura alterati di sonno sono stati collegati ad altre malattie cardiovascolari.

“Mentre una relazione fra apnea nel sonno ed il AF precedentemente è stata dimostrata, l'effetto di sonno stesso sul rischio di AF è rimanere sconosciuto,„ principale inquirente spiegato Gregory M. Marcus, il MD, il MAS, la sezione dell'elettrofisiologia, divisione della cardiologia, dipartimento di medicina, l'università di California, San Francisco, il CA, U.S.A. “Le strategie per migliorare la qualità di sonno sono differenti da quelle che mettono a fuoco sull'alleviamento dell'ostruzione delle vie respiratorie, in modo da è importante capire la relazione fra sonno stessa ed il AF.„

I ricercatori hanno attinto quattro studi differenti per determinare se il sonno difficile stesso è un fattore di rischio per il AF. In primo luogo, hanno usato allo lo studio globale e basato a Internet del eHeart di salubrità ed hanno determinato che le persone con i risvegli più frequenti di notte mentre provavano a dormire hanno portato più spesso una diagnosi del AF. Poi hanno convalidato questi risultati usando allo lo studio cardiovascolare fondato NIH di salubrità, uno studio di gruppo futuro, in cui hanno trovato che le persone che hanno riferito risvegli più frequenti di notte al riferimento hanno esibito un elevato rischio di sviluppare il AF entrambi prima e dopo adeguamento per i confounders potenziali.

All'interno di un sottoinsieme di queste persone che avevano subito il sonno convenzionale studia, essi ha trovato che meno sonno di rem in particolare ha predetto il futuro AF. Per concludere, per vedere se questi risultati fossero prontamente traducibili ai pazienti già veduti nelle impostazioni di sanità e riconosciuti dai loro fornitori come incontrando difficoltà di sonno, hanno attinto il costo di sanità della California ed il progetto di utilizzazione (HCUP), un insieme dei database delle cartelle sanitarie di tutti i residenti della California invecchiati 21 o più vecchio chi ha ricevuto la cura in un'unità della chirurgia della California, in un pronto soccorso, o in un reparto ospedaliero ambulatorio del ricoverato fra gennaio 2005 e dicembre 2009. Fra parecchio milione di persone, i dati di HCUP hanno confermato che una diagnosi di insonnia ha predetto una diagnosi del AF entrambe prima e dopo adeguamento per gli effetti di confusione di potenziale.

Questi risultati forniscono più prova che dormono qualità sono importanti a salubrità cardiovascolare e specificamente al AF. I ricercatori hanno determinato che non c'era prova che dormono la durata di per sé erano un fattore di rischio per il AF. Invece, hanno trovato coerente la rottura di sonno per essere un fattore di rischio importante. Mentre i meccanismi di fondo sono ancora sconosciuti, questi risultati possono motivare i modi novelli pensare circa e quindi la ricerca futura in, fattori che influenzano il rischio di AF.

Ciò è il primo studio per dimostrare una relazione fra l'indipendente peggiore di qualità di sonno da apnea nel sonno e un elevato rischio del AF. “Questi dati forniscono la prova coercitiva che dormono qualità stessa, anche indipendente da apnea nel sonno, sono un determinante importante del rischio di AF,„ il Dott. celebre Marcus. “Mentre ci sono parecchi trattamenti disponibili per il AF, la prevenzione della malattia sarebbe ideale. Le buone notizie sono che la qualità di sonno può essere modificabile e sono qualcosa che almeno ad un certo grado sia sotto il controllo della persona. È possibile che migliorare l'igiene di sonno, come esercitarsi regolare, ottenendo di inserire ad un'ora ragionevole in maniera regolare ed evitando gli schermi prima del letto come pure della caffeina nel corso della giornata, potrebbe contribuire ad evitare il AF.„

Sorgente: https://www.elsevier.com/