Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il nuovo approccio nucleare della medicina mostra il potenziale per il trattamento di precisione dei tumori solidi

Un approccio nucleare novello della medicina sta mostrando la grande promessa per il trattamento di precisione dei tumori solidi in molti tipi di cancri--compresi il polmone, petto, pancreas ed ovarico in adulti e glioma, neuroblastoma e sarcoma in bambini. La ricerca è stata presentata oggi alla riunione annuale 2018, 23-26 giugno di SNMMI in Filadelfia.

Nel 2017, i ricercatori dal centro commemorativo del Cancro di Sloan Kettering hanno sviluppato un approccio novello a radioimmunotherapy pretargeted (DOTA-PRIT) che ha dimostrato preclinically, risposte complete, compreso le maturazioni, in parecchi tumore solido digita facendo uso del lutetium-177 d'emissione (177LU) - DOTA-aptene. Nella ricerca presentata oggi, i ricercatori hanno ampliato l'approccio a actinium-225 (CA225), un isotopo d'emissione di DOTA-PRIT.

“L'alfa radioterapia mirata a ha indicato la considerevole promessa per i pazienti, particolarmente per quelli con il carcinoma della prostata avanzato di castrazione-resistenza,„ ha detto Steven la m. Larson, MD e Sara M. Cheal, PhD, del programma in farmacologia molecolare e del dipartimento della radiologia al centro commemorativo del Cancro di Sloan Kettering in New York. “Combinando DOTA-PRIT con 225l'aptene del CA-proteus-DOTA, possiamo potenzialmente mirare ad una grande selezione dei tipi del cancro per cui abbiamo convalidato gli anticorpi bispecific di DOTA-PRIT (cancri di GD2-expressing, di HER2-expressing e di GPA33-expressing).„

DOTA-PRIT presenta un vantaggio importante sopra altri moduli di radioimmunotherapy a causa della sua molto alta capacità di consegnare la radiazione ai tumori mentre risparmia i tessuti normali, quali il rene ed il midollo osseo. Larson e Cheal spiegati, “creando un'alfa d'ottimizzazione radiohapten notevolmente amplia il potenziale per l'uccisione dei nidi piccoli delle celle e perfino di singole cellule tumorali, che è presto probabile essere importante nel corso della diffusione metastatica.„

I ricercatori hanno sintetizzato i proteus-DOTA, radioattivi con 225CA e condotto in vitro e in vivo gli studi di un mouse modellano con cancro colorettale per determinare se pretargeting il tumore con 225l'aptene del c-proteus-DOTA fosse fattibile. Uno studio sulla tossicità è stato svolto in mouse nudi athymic senza tumore normali con i livelli di dose varianti 225dei CA-proteus-DOTA dati come singola iniezione endovenosa. I mouse sono stati riflessi giornalmente per i 145 giorni post-iniezione ed hanno pesato fino a due volte settimanalmente per prova dalla della tossicità indotta da trattamento.

I ricercatori hanno trovato che il loro nuovo approccio, 225CA-proteus-DOTA, mimi il comportamento dell'approccio precedentemente sviluppato, 177LU-DOTA-aptene, con l'alto assorbimento del tumore, capitalizzazione minima in tessuto normale, buon spazio dell'intero-organismo, nessuna tossicità acuta e nessun danno da radiazione cronico (si veda la figura qui sotto). Inoltre, il nuovo approccio offre la maggior versatilità del trattamento per un'ampia varietà di tumori solidi e di situazioni cliniche.

Larson e Cheal hanno precisato, “quando i tumori solidi si sono sparsi oltre controllo chirurgico, essi sono i tumori più micidiali per i malati di cancro. Facendo uso dell'approccio di DOTA-PRIT, speriamo notevolmente di ampliare il potenziale di consegna del radioimmunotherapy di precisione ai tumori solidi umani.„