L'errore nella maggior parte del metodo ampiamente usato in epigenetics può causare i risultati ingannevoli

Un errore in uno dei metodi più ampiamente usati in epigenetics, Immersione-seguente, può causare i risultati ingannevoli, ricercatori all'università di Linköping, Svezia, ha indicato. Ciò può avere significato principale nel campo della ricerca, in cui “i grandi dati„ ed i metodi avanzati di analisi del DNA sono usati per studiare i grandi importi dei dati epigenetici. L'errore può essere corretto nei dati Immersione-seguenti precedentemente raccolti, che possono piombo alle nuove scoperte dagli studi precedenti del epigenetics umano. I risultati sono stati pubblicati nei metodi della natura del giornale.

In linea di principio, ogni cella nel nostro organismo ha la stessa sequenza del DNA. Tuttavia, i tipi differenti delle cellule usano i gruppi di geni molto differenti. Ciò significa che i segnali supplementari sono richiesti gestire quali geni sono utilizzati in ogni tipo determinato delle cellule. Un tipo di tale segnale consiste dei gruppi chimici direttamente fissati alla sequenza del DNA. Queste modifiche chimiche della sequenza del DNA fanno parte di che cosa comunemente è chiamato “il codice epigenetico„. Il regolamento epigenetico dei geni svolge un ruolo importante nello sviluppo umano normale ma egualmente è associato con molte malattie, quale cancro.

I ricercatori all'università di Linköping ora hanno scoperto una debolezza in uno il più delle volte dei metodi usati nella ricerca epigenetica, ordinamento di immunoprecipitazione del DNA (Immersione-seguente). Messo semplicemente, questo metodo è basato sulla selezione delle parti del DNA che portano un segnale epigenetico particolare. Per questo, i ricercatori usano i vari anticorpi che riconoscono una struttura chimica e una legatura specifiche a. Gli anticorpi successivamente sono ordinati e le sequenze del DNA a cui hanno limitato sono risolute. Il gruppo di Nestor ha notato che determinati segni epigenetici si sono presentati sempre nello stesso luogo, anche in DNA che non dovrebbe contenere quei segni epigenetici affatto.

“La nostra scoperta evidenzia l'importanza della convalida sperimentale quando utilizza le tecnologie di alto-capacità di lavorazione nella ricerca. Senza tale sperimentale rigore, gli errori dominanti possono nascondersi nella vista normale, celata dalla loro “consistenza„ attraverso gli studi„ dice Colm Nestor, assistente universitario al dipartimento di medicina e del principale inquirente clinici e sperimentali dello studio.

Analizzando il gruppo di più di 125 Nestor attuali di gruppi di dati ha rivelato che sequenze comunemente individuate Immersione-seguenti del DNA che non hanno avute alcuni segni epigenetici. Questi falsi positivi costituiscono 50-90% delle regioni individuate del DNA e la grandezza dell'effetto differisce fra i gruppi di dati differenti. “Ora che sappiamo circa questo errore, è estremamente semplice da sottrarrlo via. Correggere questi errori permetterà che le scoperte novelle siano fatte dalla ricchezza dei dati di epigenetics già nel pubblico dominio„ dice Colm Nestor.

I ricercatori precisano che la vasta maggioranza dei risultati dagli studi precedenti è corretta.

“Dovremmo continuare ad usare questi metodi ma correggere questi errori usando la progettazione sperimentale appropriata„ dice Colm Nestor.