PMDA approva l'uso LYNPARZA in pazienti con cancro al seno BRCA-mutato

AstraZeneca e Merck, conosciuti come MSD fuori degli Stati Uniti e del Canada, oggi hanno annunciato che l'agenzia dei prodotti farmaceutici e degli apparecchi medici del Giappone (PMDA) ha approvato le compresse® di LYNPARZA (olaparib) per uso in pazienti con BRCA-mutato unresectable o ricorrente (BRCAm), recettore del fattore di crescita dell'epidermide umano 2 (HER2) - cancro al seno negativo che ha ricevuto la chemioterapia priore. I pazienti sono selezionati per la terapia basata su un sistema diagnostico approvato del tambuccio.

Dave Fredrickson, vice presidente esecutivo, testa della divisione di affari dell'oncologia a AstraZeneca, ha detto, “all'inizio di quest'anno, LYNPARZA si è trasformato nel primo inibitore di PARP disponibile nel Giappone per cancro ovarico avanzato. Ora i pazienti nel Giappone con cancro al seno BRCA-mutato e metastatico egualmente avranno l'opportunità di trarre giovamento da LYNPARZA. Questa ultima approvazione sottolinea i nostri sforzi in corso per mettere a disposizione LYNPARZA attraverso i cancri multipli il più rapidamente possibile ai pazienti intorno al mondo.„

Il Dott. Roy Baynes, vice presidente senior e la testa dello sviluppo clinico globale, capo ispettore sanitario, laboratori di ricerca di Merck, hanno detto, “il cancro al seno metastatico è una malattia complessa con bisogno medico insoddisfatto restante. Questa approvazione è significativa per i pazienti di cancro al seno poichè la valutazione delle mutazioni di BRCA, oltre al recettore ormonale ed allo stato HER2, ora si trasforma in in un punto importante nella gestione della malattia.„

L'approvazione è basata sui dati dalla ripartita le probabilità da, il aperto contrassegno, fase una prova di 3 olimpiadi, che ha provato LYNPARZA contro la chemioterapia. I pazienti sono stati selezionati per la terapia basata sopra una mutazione confermata di BRCA. Nella prova, LYNPARZA ha prolungato significativamente la sopravvivenza senza progressione (PFS) rispetto alla chemioterapia, diminuente il rischio di progressione o di morte di malattia da 42 per cento (HR=0.58 [ci di 95%, 0.43-0.80]; p=0.0009). PFS mediano era di 7,0 mesi con LYNPARZA contro 4,2 mesi con la chemioterapia.

LYNPARZA era generalmente tollerata buona, con la maggior parte degli eventi avversi (AEs) riferiti come delicato al moderato con un più a tariffa ridotta del grado ≥3 AEs rispetto alla chemioterapia (36,6% contro 50,5%). Il AEs più comune era nausea (50,2%), l'anemia (32,2%) e fatica (22,4%).

LYNPARZA egualmente è approvato nel Giappone come trattamento di mantenimento per le donne con a cancro ovarico ricaduto platino sensibile, indipendentemente da stato di mutazione di BRCA. Nel Giappone, la co-promozione di LYNPARZA da entrambe le società ha cominciato il 1° luglio 2018.

Informazioni di sicurezza importanti

Controindicazioni

Non ci sono controindicazioni per LYNPARZA.

Avvisi e precauzioni

Sindrome di Myelodysplastic/leucemia mieloide acuta (MDS/AML): Accaduto in <1.5% dei pazienti ha esposto a monoterapia di LYNPARZA e la maggior parte degli eventi ha avuta un risultato interno. La durata della terapia in pazienti che hanno sviluppato MDS/AML secondario ha variato a partire dai mesi <6 agli anni >2. Tutti questi pazienti hanno avuti chemioterapia precedente con gli agenti del platino e/o altri agenti DNA-offensivi, compreso la radioterapia ed alcuni egualmente hanno avuti una cronologia di più di una malignità primaria o di displasia del midollo osseo.

Non inizi LYNPARZA finché i pazienti non abbiano recuperato dalla tossicità ematologica causata dalla chemioterapia precedente (≤Grade 1). Rifletta l'emocromo per il cytopenia al riferimento e mensilmente da allora in poi per i cambiamenti clinicamente significativi durante il trattamento. Per le tossicità ematologiche prolungate, interrompa LYNPARZA e rifletta il settimanale di conteggio dei globuli fino al ripristino.

Se i livelli non hanno recuperato per classificare 1 o di meno dopo 4 settimane, faccia riferimento il paziente ad un ematologo per le indagini successive, compreso l'analisi del midollo osseo ed il campione di sangue per la citogenetica. Interrompa LYNPARZA se MDS/AML è confermato.

Polmonite: Accaduto in <1% dei pazienti ha esposto a LYNPARZA ed alcuni casi erano interni. Se i pazienti presenti con i nuovi o sintomi respiratori di peggioramenti quali la dispnea, tosse e febbre, o un'anomalia radiologica accade, interrompa il trattamento di LYNPARZA ed inizi la ricerca rapida. Interrompa LYNPARZA se la polmonite è confermata e curi il paziente giustamente.

Tossicità Embrione-Fetale: Sulla base del suo meccanismo di atto e dei risultati in animali,

LYNPARZA può causare il danno fetale. Un test di gravidanza è raccomandato per le femmine di potenziale riproduttivo prima dell'inizio del trattamento.

Femmine

Consigli le femmine di potenziale riproduttivo del rischio potenziale ad un feto ed all'efficace contraccezione di uso durante il trattamento e per 6 mesi che seguono l'ultima dose.

Maschi

Consigli i pazienti maschii con i partner femminili di potenziale riproduttivo o chi sono incinti usare l'efficace contraccezione durante il trattamento e per 3 mesi che seguono l'ultima dose di LYNPARZA e non donare lo sperma durante questo tempo.

Regolazione avversa di Reazione-Manutenzione

La maggior parte dei effetti collaterali negativi comuni (gradi 1-4) in ≥20% dei pazienti nei test clinici di LYNPARZA nella regolazione di manutenzione per SOLO-2: la nausea (76%), fatica (astenia compresa) (66%), l'anemia (44%), vomitante (37%), rinofaringite/infezione superiore delle vie respiratorie (URI) /influenza (36%), diarrea (33%), artralgia/mialgia (30%), disgeusia (27%), emicrania (26%), ha fatto diminuire l'appetito (22%) e la stomatite (20%).

Studio 19: nausea (71%), fatica (astenia compresa) (63%), vomitare (35%), diarrea (28%), anemia (23%), infezione delle vie respiratorie (22%), costipazione (22%), emicrania (21%) ed appetito in diminuzione (21%).

La maggior parte delle anomalie comuni del laboratorio (gradi 1-4) in ≥25% dei pazienti nei test clinici di LYNPARZA nella regolazione di manutenzione (SOLO-2/Study 19) erano: aumenti di volume corpuscolare medio (89%/82%), diminuisca in emoglobina (83%/82%), diminuisca in leucociti (69%/58%), diminuisca in linfociti (67%/52%), diminuisca nel conteggio assoluto del neutrofilo (51%/47%), aumenti in creatinina del siero (44%/45%) e diminuisca in piastrine (42%/36%).

Cancro ovarico del gBRCAm Reazione-Avanzato avverso

La maggior parte dei effetti collaterali negativi comuni (gradi 1-4) in ≥20% dei pazienti nei test clinici di

LYNPARZA per il cancro ovarico del gBRCAm avanzato dopo 3 o più righe di chemioterapia (riunita da 6 studi) erano: affatichi (astenia compresa) (66%), nausea (64%), vomitare (43%), l'anemia (34%), diarrea (31%), rinofaringite/infezione superiore delle vie respiratorie (URI) (26%), la dispepsia (25%), mialgia (22%), appetito in diminuzione (22%) ed artralgia/dolore osteomuscolare (21%).

La maggior parte delle anomalie comuni del laboratorio (gradi 1-4) in ≥25% dei pazienti nei test clinici di LYNPARZA per il cancro ovarico del gBRCAm avanzato (riunito da 6 studi) erano: diminuisca in emoglobina (90%), aumenti di volume corpuscolare medio (57%), diminuisca in linfociti (56%), aumenti in creatinina del siero (30%), diminuisca in piastrine (30%) e diminuisca nel conteggio assoluto del neutrofilo (25%).

Reazioni-gBRCAm avverse, cancro al seno di HER2-Negative

La maggior parte dei effetti collaterali negativi comuni (gradi 1-4) in ≥20% dei pazienti nell'olimpiade erano: nausea (58%), anemia (40%), fatica (astenia compresa) (37%), vomitare (30%), neutropenia (27%), infezione delle vie respiratorie (27%), leucopenia (25%), diarrea (21%) ed emicrania (20%).

La maggior parte delle anomalie comuni del laboratorio (gradi 1-4) in ≥25% dei pazienti nell'olimpiade erano: diminuisca in emoglobina (82%), diminuisca in linfociti (73%), diminuisca in leucociti (71%), aumenti di volume corpuscolare medio (71%), diminuisca nel conteggio assoluto del neutrofilo (46%) e diminuisca in piastrine (33%).

Interazioni della droga

Agenti anticancro: Gli studi clinici di LYNPARZA congiuntamente ad altri agenti anticancro myelosuppressive, compreso gli agenti DNA-offensivi, indicano un potenziamento e un prolungamento della tossicità myelosuppressive.

Inibitori di CYP3A: Eviti l'uso concomitante di forti o inibitori moderati di CYP3A. Se un forte o inibitore moderato di CYP3A deve co-essere amministrato, diminuisca la dose di LYNPARZA. Consigli i pazienti di evitare il pompelmo, il succo di pompelmo, le arance amare E succo dell'arancia amara Durante il trattamento di LYNPARZA.

Induttori di CYP3A: Eviti l'uso concomitante di forti o induttori moderati di CYP3A quando usando LYNPARZA. Se un induttore moderato non può essere evitato, c'è un potenziale per efficacia in diminuzione di LYNPARZA.

Uso in popolazioni specifiche

Lattazione: Non ci sono dati disponibili considerando la presenza di olaparib in latte umano, i sui effetti sull'infante allattato o su produzione di latte. A causa del potenziale per gli effetti collaterali negativi seri nell'infante allattato, consigli una donna d'allattamento di non allattare durante il trattamento con LYNPARZA e per 1 mese dopo la ricezione della dose definitiva.

Uso pediatrico: La sicurezza e l'efficacia di LYNPARZA non sono state stabilite in pazienti pediatrici.

Danno epatico: Nessun adeguamento alla dose cominciante è richiesto in pazienti con danno epatico delicato (classificazione Bambina-Pugh A). Non ci sono dati in pazienti con danno epatico moderato o severo.

Danno renale: Non c'è nessun adeguamento alla dose cominciante in pazienti con danno renale delicato (CLcr=51-80 mL/min). In pazienti con danno renale moderato (CLcr=31-50 mL/min), riduca due volte al giorno la dose a 200 mg. Non ci sono dati in pazienti con danno renale severo o la malattia renale di stadio finale (CLcr ≤30 mL/min).

Indicazioni

LYNPARZA è un poli inibitore della polimerasi (del ADP-ribosio (PARP)) indicato:

Per il trattamento di mantenimento dei pazienti adulti con ovarici epiteliali ricorrenti, la tuba di Falloppio, o il cancro peritoneale primario, che sono nella risposta completa o parziale alla chemioterapia basata a platino.

Per il trattamento dei pazienti adulti con deleterio o il germline deleterio sospettato BRCA-mutato (gBRCAm) ha avanzato il cancro ovarico che è stato trattato con righe 3 o più priori di chemioterapia. Pazienti selezionati per la terapia basata su un sistema diagnostico approvato dalla FDA del tambuccio per LYNPARZA.

In pazienti con gBRCAm deleterio deleterio o sospettato, recettore del fattore di crescita dell'epidermide umano 2 (HER2) - cancro al seno metastatico negativo che precedentemente è stato curato con la chemioterapia nella regolazione neoadjuvant, ausiliaria o metastatica. I pazienti con il cancro al seno (HR) ricevitore-positivo dell'ormone dovrebbero essere curati con una terapia endocrina priore o essere considerati inadeguati per il trattamento endocrino. Selezioni i pazienti per la terapia basata su un sistema diagnostico approvato dalla FDA del tambuccio per LYNPARZA.