Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La salubrità di Uc San Diego ora offre la nuova opzione del trattamento per gli uomini con la prostata ingrandetta

I medici a salubrità di Uc San Diego ora stanno offrendo il embolization dell'arteria della prostata (PAE) come nuova opzione del trattamento per gli uomini con l'iperplasia prostatica benigna (BPH), o una prostata ingrandetta. La procedura come minimo dilagante è un'alternativa a chirurgia, senza la degenza in ospedale, pochi dolore operativo e più a basso costo.

“PAE è stato disponibile in Europa come opzione del trattamento per una prostata ingrandetta per parecchi anni,„ ha detto Andrew Picel, il MD, radiologo interventional a salubrità di Uc San Diego. “Con l'approvazione recente di FDA di questa procedura, siamo felici di offrire questo come alternativa a chirurgia per i pazienti che sono buoni candidati.„

Facendo uso di orientamento dei raggi x, i radiologi interventional inseriscono un piccolo catetere in un'arteria nella coscia o nella manopola superiore. Il catetere poi è infilato nelle arterie che forniscono la prostata. Le piccole particelle sono iniettate parzialmente per bloccare il flusso sanguigno alla prostata. Ciò diminuisce la dimensione della prostata ed allevia i sintomi di BPH.

Picel ed il gruppo hanno curato quasi 20 pazienti con la nuova procedura.

“Abbiamo veduto i risultati eccellenti con i pazienti che abbiamo curato finora,„ ha detto Alexander Norbash, il MD, presidenza della radiologia alla scuola di medicina di Uc San Diego. “I vantaggi di PAE permettono che i pazienti recuperino a casa e ritornino più rapidamente alle attività normali. I sintomi possono cominciare migliorare fin dalla prima settimana dopo il trattamento.„

Parecchie opzioni della chirurgia sono egualmente disponibili, compreso resezione transuretrale della prostata (TURP), che è considerata il sistema monetario aureo per il trattamento di BPH. Tuttavia, TURP richiede l'anestesia completa, una degenza in ospedale di notte, tre - sei settimane di tempo di recupero ed è associato con gli effetti secondari sessuali.

Le prostate ingrandette pregiudicano almeno la metà degli uomini in 60 anni. I sintomi comprendono un frequente stimolo ad urinare, particolarmente alla notte; dispersione o gocciolamento dell'urina; una minzione debole di inizio del flusso e di difficoltà dell'urina. BPH può causare altri problemi se non trattato, quali le infezioni del rene, della vescica e di apparato urinario.

I radiologi e gli urologi interventional di salubrità di Uc San Diego schermano i pazienti come candidati potenziali per PAE. Tipicamente, i candidati sono 50 - 85 anni, hanno sintomi dell'apparato urinario, senza successo hanno provato i farmaci entro gli ultimi sei mesi ed hanno subito la valutazione per il rischio di carcinoma della prostata. È importante che i pazienti capiscono l'intervallo completo delle opzioni disponibili del trattamento per prendere una decisione informata e per perseguire il meglio del trattamento per la loro situazione medica determinata.

“È grande che i pazienti ora hanno un'alternativa come minimo dilagante a chirurgia da aiutare con questo problema sanitario comune,„ ha detto Picel. “La collaborazione fra la radiologia e l'urologia interventional è perché stiamo vedendo tale successo curare i pazienti con PAE.„

A marzo di 2017, la salubrità di Uc San Diego ha lanciato un test clinico su PAE, rendentegli uno dei primi centri medici nella California per offrire PAE. Il test clinico a salubrità di Uc San Diego è a disposizione ancora in corso e degli uomini che rispondono ai criteri clinicaltrials.ucbraid.org/trial/NCT03055624