Lo studio della cellula staminale porta gli scienziati più vicino alla schistosomiasi di comprensione

Gli scienziati dall'istituto di Morgridge per la ricerca hanno fatto una scoperta importante che potrebbe piombo allo sviluppo di nuovi trattamenti per la schistosomiasi, una malattia parassitaria comune.

Una lumaca infettata con schistosomiasi. (Credito di immagine: La BO Wang/Stanford University)

La schistosomiasi corrente pregiudica più di 250 milione di persone, pricipalmente in Asia ed in Africa ed il WHO hanno stimato che causi circa 280.000 morti all'anno.

Corrente, la sola terapia applicata per combattere la schistosomiasi è efficace ai vermi adulti di uccisione, ma non efficace ad uccidere il parassita durante le altre fasi del suo ciclo di vita.

Ora, il professor Phillip Newmark ed i colleghi hanno caratterizzato le cellule staminali sicure che gestiscono il ciclo di vita del parassita ed hanno identificato un gene collegato alla fase inerente allo sviluppo più iniziale del germline.

Capendo come unità di queste cellule staminali lo sviluppo di ogni fase di ciclo di vita può infine contribuire ad impedire la trasmissione di malattia.„

Phillip Newmark

Il ciclo di vita di questo parassita comincia in stagni ed in laghi in cui le sue uova covano da spreco umano nei piccoli organismi che infettano un tipo particolare di lumaca.

Nella lumaca, il parassita produce gli organismi di nuoto forcella-muniti chiamati cercariae che sono scaricati nell'acqua in cui possono poi penetrare l'interfaccia umana e causare l'infezione.

Ora, un collega di Newmark, Jayhun Lee, ha progettato un esperimento che imita la fase di infezione nella cultura permettendo ai cercariae alla tana attraverso un pezzo di interfaccia del mouse.

Come riportato nel eLife del giornale, il gruppo ha osservato la proliferazione di cinque cellule staminali distinte che iniziano lo sviluppo del parassita nel verme adulto.

Poi hanno identificato un sottoinsieme delle cellule staminali che sono collegate allo sviluppo del sistema riproduttivo del parassita.

Realmente siamo eccitati circa questo perché apre una serie di direzioni importanti della ricerca. La droga usata per combattere gli schistosomes non lavora a questa fase dell'infezione. Capendo che cosa sta accadendo in questo periodo in anticipo dopo che l'infezione è critica, perché è egualmente un periodo in cui i parassiti dovrebbero essere più vulnerabili.„

Phillip Newmark

Dopo, i ricercatori pianificazione osservare le cinque cellule staminali mentre si differenziano e si sviluppano nei tessuti. Sperano che questo li aiuti per scoprire che cosa le celle stanno facendo e potenzialmente per fornire le risposte a questa tragedia di sanità.

Sorgente: