Lo studio identifica la strategia redditizia per trattare il fungo del chiodo facendo uso di nanotecnologia

Onychomycosis, un fungo che causa lo sfregio del chiodo, il dolore ed il rischio aumentato di infezione del tessuto molle, milioni di persone del chiodo di impatti universalmente. Ci sono parecchi trattamenti antifungosi attuali attualmente disponibili; tuttavia, l'errore del trattamento rimane su dovuto una serie di fattori.

Il trattamento più recente, un vasto triazolo di spettro chiamato efinaconazole, è destinato per migliorare l'infiltrazione del chiodo. Si vanta le più alte tariffe della maturazione tra altri antifungals attuali, ma il costo per una bottiglia è più di $600 ed il trattamento completo richiede le bottiglie multiple.

Adam Friedman, MD, professore della dermatologia alle scienze della scuola di medicina e di salubrità dell'università di George Washington ed il suo gruppo ha studiato l'uso di nanotecnologia migliorare il trattamento del efinaconazole e renderlo più redditizio. Hanno osservato che quando le nanoparticelle dirilascio nitriche si combinano con il efinaconazole, raggiunge gli stessi effetti antifungosi, ma ad una frazione della quantità del farmaco da solo stato necessario per comunicare lo stesso effetto.

“La nanotecnologia sta studianda ed impiegato in molti campi di medicina e di chirurgia per consegnare meglio ha stabilito la rappresentazione ed agenti terapeutici infine per migliorare i risultati pazienti,„ ha detto Friedman. “Una cura rapidamente emergente del ricoverato del blocco stradale è, purtroppo, accesso ai farmaci dovuto costo crescente e copertura di assicurazione del povero.„

Lo studio, pubblicato nel giornale delle droghe in dermatologia, trovato che, una volta combinate, le nanoparticelle ed il farmaco sono più efficaci sia di da solo, aprendo la porta regimi terapeutici potenzialmente migliori che più tollerabili. Un assegno complementare è la capacità delle nanoparticelle di accedere alle infezioni in difficile raggiungere le posizioni, poichè l'attività della conservazione e di infiltrazione attraverso la lastra grossa del chiodo è un impedimento comune per molti antifungals.

“Che cosa abbiamo trovato era che potremmo comunicare la stessa attività antifungosa alle più alte concentrazioni provate dell'uno o l'altro da solo combinandole ad una frazione di queste concentrazioni,„ Friedman ha spiegato. “L'impatto di questo combinato, che abbiamo visualizzato facendo uso di microscopia elettronica rispetto a qualsiasi prodotto da solo, ha evidenziato i loro effetti offensivi sinergici alle concentrazioni che sarebbero state completamente sicure alle cellule umane.„

Fornito questi risultati, gli autori notano che è opportuno più ulteriormente ricercare la sinergia delle nanoparticelle e del efinaconazole dirilascio nitrici contro il onychomycosis per determinare l'efficacia del trattamento in una regolazione clinica.

Sorgente: https://smhs.gwu.edu/news/researchers-identify-cost-cutting-option-treating-nail-fungus-nanotechnology

Advertisement