Bambini HIV positivi nel Sudafrica più probabilmente per avere inabilità inerenti allo sviluppo

I bambini HIV positivi nel Sudafrica sono più probabili avere inabilità inerenti allo sviluppo confrontate ai bambini che sono HIVnegativi, secondo i ricercatori al banco del postino dell'università di Columbia della salute pubblica. I bambini HIV positivi invecchia 4 - 6 hanno avuti quasi quattro volte le probabilità delle more nella seduta, nello stare, nella camminata e nel parlare e più di due volte le probabilità di una perdita della capacità uditiva e di una mora conoscitiva hanno confrontato ai bambini HIVnegativi. I risultati sono pubblicati online nel giornale PLOS UNO.

I bambini sono stati esaminati con un processo di vagliatura ampiamente usato chiamato lo schermo di dieci (TQ) domande che ha indicato che più di 59 per cento dei bambini HIV positivi riferiti le more hanno confrontato a 43 per cento dei bambini HIVnegativi. Ciò è il primo rapporto dell'uso dello schermo di TQ nella lingua zulù ed è stato trovato per avere alta sensibilità per la rilevazione delle inabilità inerenti allo sviluppo serie, particolarmente in bambini HIV positivi. La percezione del badante di misure dello schermo di TQ di come le loro funzioni del bambino hanno confrontato ai suoi pari riguardo al funzionamento neurodevelopmental.

“Questo strumento della selezione è stato sviluppato per identificare il moderato e conoscitivo severo, motore, attacco, discorso, perdite della capacità uditiva e di visione e more inerenti allo sviluppo nelle impostazioni con ad accesso limitato alle risorse professionali,„ ha detto Justin Knox, il PhD, un ricercatore postdottorale nel dipartimento dell'epidemiologia. “Abbiamo trovato questa prova per essere molto un modo efficace di schermare i bambini HIV positivi per i problemi neurodevelopmental nelle aree del risorsa-povero.„

La percentuale di bambini che hanno schermato il positivo fra quei sia HIV positivo che HIVnegativo era fra il più su riferito negli studi basati sulla popolazione. Le preoccupazioni lorde del motore erano particolarmente prominenti, compreso le more nell'apprendimento sedersi e stare, camminare o testina mobile della difficoltà e debolezza nelle armi o nei cosciotti.

Un'indagine di porta in porta iniziale ha identificato 14.425 famiglie, compreso le 2.049 età dei bambini 4-6 anni che erano residenti di Kwazulu Natal, del Sudafrica per i sei mesi scorsi e di 1.231 dei loro badante. Un medico ha condotto un esame fisico ed ha notato l'anamnesi dei bambini. L'audizione e selezioni della visione è stata condotta come pure una valutazione psicologica per la mora di linguaggio e di cognizione e prova volontaria del HIV.

Al termine dello studio, 62 bambini sono stati identificati come HIV positivo (5 per cento)--circa tre volte il numero conosciuto prima dello studio.

Il Sudafrica ha fra il più alta prevalenza di HIV/AIDS nel mondo con oltre 7 milione di persone che vivono con il HIV nel 2016, compreso 320.000 bambini sotto l'età di 14. Prima di disponibilità di efficaci terapie del antiretroviral, le inabilità neurodevelopmental erano fra le funzionalità riconosciute più in anticipo di infezione HIV pediatrica, pregiudicare altrettanto come 50 per cento dei bambini. Sebbene l'inizio del trattamento iniziale sembri impedire molti dei danni neurologici più severi, rimane una co-morbosità importante fra i bambini che vivono con il HIV.

“Molti bambini HIV positivi continuano ad avere inabilità neurodevelopmental non riconosciute,„ ha detto Leslie Davidson, MD, professore dell'epidemiologia e della pediatria e l'autore senior dello studio. “Ha aumentato l'attenzione alla diagnosi iniziale del HIV e l'intervento è critico da impedire queste emissioni neurocognitive, il più possibile.„

Sorgente: https://www.mailman.columbia.edu

Advertisement